Notebook: quali caratteristiche valutare prima dell’acquisto

Notebook: quali caratteristiche valutare prima dell’acquisto

ITALIA – Ecco alcuni consigli da prendere in considerazione prima di effettuare l’acquisto di Notebook.

Ti è mai capitato di ritrovarti nel bel mezzo di una giornata di lavoro o di una sessione di studio con il notebook scarico e nessuna presa di corrente a portata di mano? Un inconveniente di questo tipo non è certo poco comune, ed è per questo che l’autonomia della batteria è uno degli aspetti più importanti che è opportuno prendere in considerazione per l’acquisto di un computer portatile. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il mare: sì, perché non è così semplice per un cliente riuscire a verificare con sicurezza le prestazioni della batteria di un computer.


L’autonomia della batteria

L’autonomia delle batterie cambia in base alle attività che vengono svolte, e quindi non è fissa. Un altro fattore che entra in gioco, poi, ha a che fare con le caratteristiche hardware del dispositivo. La potenza delle batterie viene misurata in mAh, cioè in milliamperora: più è alto questo valore e più la batteria dura. Un altro fattore da considerare riguarda il numero di celle: queste ultime corrispondono ai singoli elementi che permettono di produrre energia elettrochimica. Nel caso in cui la potenza non sia espressa in mAh ma in wattora e Volt, è sufficiente dividere i wattora per i Volt, per poi moltiplicare il risultato che si ottiene per 1.000. Cimentarsi in questi calcoli è troppo complicato? Nulla vieta di dare un’occhiata alle recensioni su Internet pubblicate da chi ha già comprato questo o quel modello di notebook.

Notebook HP

Tra le proposte che assicurano le prestazioni più elevate nel campo dei notebook ci sono quelle del marchio HP, una vera e propria garanzia di affidabilità in questo settore. Un esempio viene fornito dal notebook HP 255 G6 E2-9000E che si può comprare su Yeppon, l’e-commerce dedicato agli articoli tecnologici che permette di usufruire di prezzi bassi e sconti sempre nuovi. Per conoscere più a fondo le specifiche tecniche e le caratteristiche di questo portatile basta guardare la scheda prodotto presente su Yeppon, indispensabile per un acquisto informato e consapevole.

Gli ingressi e le porte

Oltre che dell’autonomia della batteria, in previsione dell’acquisto di un notebook sarebbe bene occuparsi del numero di ingressi e uscite. Le porte HDMI, per esempio, sono fondamentali per collegare il dispositivo con i monitor esterni; a seconda dei casi possono essere mini, micro o full size, cioè di dimensioni standard. La stessa classificazione si applica anche per le porte USB, che possono essere distinte anche in USB 2.0, USB 3.0 o USB Type-C in funzione della velocità di trasferimento dei dati che riescono a garantire. Il connettore USB più moderno tra quelli a disposizione oggi è il Type-C, che oltre a essere la soluzione più evoluta offre anche il vantaggio di risultare reversibile. In altri termini, è possibile inserire la periferica in tutti e due i versi avendo la certezza che essa funzionerà in ogni caso.

Le porte Ethernet e le Mini DisplayPort

In un notebook moderno non mancano, poi, le porte Ethernet, che servono a collegare i router, i modem e tutti gli altri dispositivi di rete. Per il collegamento con monitor esterni ci si avvale delle porte Mini DisplayPort, mentre le Thunderbolt permettono di collegarsi ad hard disk, monitor o altre periferiche mettendo a disposizione una notevole velocità di trasferimento dei dati. Va detto, però, che per ora le porte Thunderbolt caratterizzano quasi esclusivamente i dispositivi di Apple, mentre non sono ancora molto diffusi sui computer portatili delle altre marche.

Gigi Botti
Latest posts by Gigi Botti (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.