Anche ad Aprile torna Domenica al Museo

Anche ad Aprile torna Domenica al Museo

ROMA – Il 2 Aprile torna Domenicalmuseo, l’appuntamento mensile con la gratuità in tutti i musei statali. Noi di MyWhere vi proponiamo una panoramica sulla maggior parte di quello che in questa giornata potrete visitare a Roma. Se non siete sportivi e non parteciperete alla Maratona di Roma, approfittate di quest’occasione!

Dobbiamo mettere in conto che in giornate come questa, in molti siti è prevista un’ampia affluenza; se non amate le ore di fila, è preferibile evitare l’ingresso ad esempio al Colosseo/Fori o Castel S. Angelo; per la Galleria Borghese, invece, è sempre necessaria la prenotazione.
Per Domenicalmuseo, la Galleria Nazionale (ex GNAM) in quanto museo statale, prevede l’ingresso gratuito per la prima domenica del mese. Qui potrete vedere il tanto discusso nuovo allestimento, se invece preferite l’arte del XVI-XVII secolo non rimarrete delusi da una visita alle Gallerie Nazionali di Arte Antica, nella sede di Palazzo Corsini alla Lungara e in quella di Palazzo Barberini. Qui, negli ultimi mesi sono state inaugurate molte piccole e grandi mostre. Ad esempio, è stata aperta pochi giorni la mostra “Dario Fo e Franca Rame: il mestiere del narratore“.

Spesso trascurato nel ricco panorama museale romano, è Palazzo Massimo; solitamente visitabile con unico biglietto, insieme a Palazzo Atemps, Crypta Balbie e alle Terme di Diocleziano nel circuito Museo Nazionale Romano. Quindi, per Domenicalmuseo, non perdete l’occasione di visitare il palazzo, in stile neorinascimentale e a due passi dalla Stazione Termini: custodisce mosaici, affreschi ed intarsi tra cui il triclinio con il giardino dipinto della Villa di Livia e le stanze della Villa della Farnesina, suggestivamente ricomposte nelle dimensioni originarie, nonché un’importante collezione numismatica e scultorea.
Pur non essendo statale, anche il circuito Musei in Comune garantisce la gratuità la prima domenica del mese ma ai soli cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale e nell’area della città metropolitana; quindi esibendo il vostro documento di identità potrete visitare i Musei Capitolini, Mercati di Traiano, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo Civico di Zoologia e quello di Villa Torlonia.

Come saprete otto “piccoli musei” dello stesso circuito sono stati resi sempre ad accesso libero; tra di essi vi segnaliamo il Museo di scultura antica Giovanni Barracco, il Museo Pietro Canonica, il Museo delle Mura, e l’area archeologica della Villa di Massenzio, sull’Appia.

E, qualora per Domenicalmuseo vorreste dedicare un’intera giornata all’arte, poiché non è mai tempo sprecato, potreste approfittare  nella mattina della gratuità dei musei e dedicarvi, dopo una rigenerante pausa pranzo, ad una mostra nel pomeriggio (che non prevedono però la gratuità).
In questo momento a Roma sono aperte moltissime esposizioni: ha da poco inaugurato Basquat al Chiostro del Bramante, Antonio Boldini al Complesso del Vittoriano e l’Esposizione Triennale di Arti Visive sempre al Vittoriano (ingresso gratuito sempre). A Palazzo delle Esposizioni troverete “DNA. Il grande libro della vita da Mendel alla genomica” e Gli Eroi di George Baselitz. A Palazzo Braschi, Museo di Roma fino al 7 maggio potrete visitare la mostra Artemisia Gentileschi.

E se non vi trovate a Roma, ecco il link con l’elenco di tutti i musei gratuiti nella giornata del 2 Aprile 2017 per l’iniziativa  Domenicalmuseo.

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.