Candida Höfer a Palazzo Te

Candida Höfer a Palazzo Te

Dopo Fabrizio Plessi e Bill Viola, sarà Candida Höfer (Eberswalde, Germania, 1944), fotografa tra le più importanti e riconosciute a livello mondiale, a proseguire il ciclo de “La casa degli dei”, un progetto dell’Assessorato alle Politiche Culturali e alla Promozione Turistica del Comune di Mantova che vede protagonisti internazionali dell’arte contemporanea dialogare con gli spazi di Palazzo Te di Mantova.

Candida Höfer, Mantova, Teatro Scientifico Bibiena , 2010, 180x225 cm © Candida Höfer
Candida Höfer, Mantova, Teatro Scientifico Bibiena , 2010, 180×225 cm © Candida Höfer

Nell’Ala Napoleonica, l’esposizione presenterà 8 fotografie che l’artista tedesca ha scattato, tra il 2010 e il 2011, all’interno di edifici monumentali di Mantova, quali il Teatro Scientifico Bibiena, il Museo Civico di Palazzo Te, la Biblioteca Teresiana, Palazzo Ducale, la Basilica di Santa Barbara, Palazzo Canossa, il Museo di Palazzo d’Arco.

Candida Höfer , Sabbioneta, Teatro Olimpico, palcoscenico con scena fissa, 2010 © Candida Höfer
Candida Höfer , Sabbioneta, Teatro Olimpico, palcoscenico con scena fissa, 2010 © Candida Höfer

“La Mantova ritratta da Candida Höfer – afferma Marco Tonelli, Assessore alla Cultura del Comune di Mantova – è una città perfetta, ideale, così equilibrata e olimpica da sembrare finta. Ognuna di queste fotografie dà l’idea di essere stata costruita e progettata nella mente dell’artista prima ancora che vista attraverso gli occhi. Eppure tutto è così limpidamente, luminosamente ed otticamente reale, osservato fino al minimo dettaglio architettonico, decorativo o pittorico”.

Candida Höfer, Mantova , Museo Civico di Palazzo Te, Sala dei Giganti, 2010, 180x187 cm © Candida Höfer
Candida Höfer, Mantova , Museo Civico di Palazzo Te, Sala dei Giganti, 2010, 180×187 cm © Candida Höfer

CANDIDA HÖFER. Mantova
Mantova, Palazzo Te – Ala Napoleonica (Viale Te)
15 marzo – 1 giugno 2014
Ideata e promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e alla Promozione Turistica del Comune di Mantova.

Orari
lunedì 13.00-18.00; da martedì a domenica 9.00-18.00; la biglietteria chiude mezz’ora prima.

Contatti
tel. 0376 323266
biglietteria.te@comune.mantova.gov.it

Simona Gavioli

A chi mi chiede perché amo l’arte rispondo cosi:
Sono nata nella città di Virgilio, del Regno dei Gonzaga e di Isabella D’Este, una delle donne più colte e stimate del Rinascimento. Sono nata tra le mura di Palazzo Te (Giulio Romano) e la camera degli sposi (Andrea Mantegna). Sono cresciuta saltellando qua e là, facendo finta di pregare tra la chiesa di San Sebastiano e la Basilica di Sant’Andrea (Leon Battista Alberti). Sono vissuta dividendo la mia vita tra cucine e chiese matildiche; la mia favola, prima di dormire, era L’Arte di Ben Cucinare di Bartolomeo Stefani, cuoco al servizio di Ottavio Gonzaga.
A chi mi chiede perché scrivo, non rispondo.
Ma a chi mi chiede perché scrivo di arte e di cucina, dico solo che la scrittura è qualcosa che hai dentro e dalla quale non puoi scappare perché fa parte di te. La scrittura, come l’arte, ingombra la vita, soprattutto quando diventa urgente, compulsiva e passionale come la mia.
Simona Gavioli

Leave a Reply

Your email address will not be published.