I trucchi delle Befane

I trucchi delle Befane

in collaborazione con Stefania Orlando

La Befana mi piaceva moltissimo da bambina, era l’ultima occasione per beccarsi qualche regalino ma soprattutto dolci, e ancora oggi mi viene regalata una calza di caramelle, cioccolato ma soprattutto carbone! Un tempo il carbone di zucchero aveva un sapore speciale, ora mi sembra diverso, forse ha ragione Stefania, lo è davvero diverso.

Io grazie a lei quest’anno mi sono divertita a farmelo in casa, ci vuole pochissimo ed è veramente buono!! Bastano pochi ingredienti, albume, zucchero e zucchero a velo…. E se l’avete del colorante! La ricetta ovviamente l’ho trovata sul blog di Arabafelice!

E per non buttare via niente con il tuorlo ho fatto una maschera per i capelli, visto che ci siamo ingozzati almeno curiamoci i capelli! Come? Ho mescolato il tuorlo di un uovo con un cucchiaino di olio di jojoba, ma va benissimo anche di oliva, ricino o qualsiasi altro olio abbiate in casa (non da friggere magari) e applicatelo ciocca per ciocca sui capelli umidi poi copriteli con una pellicola o un asciugamano tiepido e, tenetelo in posa mentre preparate il carbone! Poi lavate normalmente i capelli e all’ultimo risciacquo aggiungete mezzo bicchiere di aceto. Lucidissimi e nutriti davvero, garantito!

In fondo in queste vacanze è stato bello anche ciondolare e non preoccuparsi troppo del make up, lasciando spazio a tutte quelle coccole che magari durante periodi frenetici non possiamo concederci.

Anche se vacanze vuol dire anche bambini a casa da scuola, e si sa che loro di ciondolare non ne hanno proprio voglia. Perché con coinvolgerli quindi nella preparazione di una bella merenda? Il divertimento sarà assicurato specie se i biscotti sono strani…con la maionese dentro!! Impossibile? Provare per credere, ottimi!
Pochi aiuti da parte degli adulti e tutti saranno meravigliati da un risultato tanto buono!
Perchè non farli insieme nell’ultimo giorno di ritrovi familiari?

BISCOTTI DI MAIONESE (per circa 20 pezzi)

100 g di burro freddo
90 g di maionese fredda (comprata o fatta in casa)
40 g di zucchero semolato
270-290 g di farina, circa
altro zucchero semolato, per la copertura

Tagliare il burro ben freddo in pezzi piccoli, in modo che le fruste con cui lo sbatteremo non facciano troppa fatica. Montarlo quindi con lo zucchero semolato per almeno cinque minuti, fino ad ottenere una crema soffice e chiara.
Unire ora la maionese, girando con una spatola e non più con le fruste, amalgamando bene.
Piano piano, cominciare ad unire la farina, lavorando inizialmente con un cucchiaio e poi a mano, via via che l’impasto prende consistenza (oppure con il gancio a K del Kenwood).
A seconda della maionese usata, più o meno consistente, cambierà leggermente il quantitativo di farina da utilizzare: regolatevi, dovrete ottenere un panetto morbido ma non troppo appiccicoso.
Avvolgere l’impasto nella pellicola e farlo riposare 20 minuti in frigo.
Preriscaldare quindi il forno a 190 gradi.
Con le mani formare dei cilindretti da rotolare nello zucchero semolato prima di posarli in teglia su carta forno, oppure modellare delle palline da appiattire con le mani ed incidere semplicemente con una forchetta.
Rotolare anch’esse nello zucchero semolato prima della cottura.
Se l’avete, l’impasto si presta benissimo anche alla sparabiscotti, mentre non ha la consistenza adatta ad essere ritagliato con delle formine, essendo morbidissimo.
Mettere le teglie con i biscotti per 5 minuti in freezer prima di cuocerle: terranno la forma ancora meglio.
Cuocerli per circa 12-13 minuti, controllandone il colore. In genere quando i bordi sono coloriti ed i biscotti leggermente dorati sono pronti.
Tirarli fuori dal forno e non toccarli assolutamente, dato che da caldi sono ancora un po’ morbidi e fragili.
Solo una volta freddi prendono la giusta consistenza, ed il sapore e la consistenza per cui sverrete.

E per recuperare dopo un pomeriggio intenso ma di certo stancante ecco una crema deliziosa e profumata per piedi e mani, ma che va benissimo per tutto il corpo.

Un profumo delizioso, ed una pelle setosa: che volere di più? Stefania mi sta facendo sbavare letteralmente su questa crema, AvoJuice Jasmine di OPI, una marca che non delude mai e si prende cura delle mani e delle unghie favolosamente, ma a volte è un po’ difficile reperirla per noi italiane, se non vogliamo ricorrere allo shopping online in siti stranieri, sarà più semplice trovare

Korres, Jasmine Body Butter, così ricco da essere perfetto anche per le mani,con lo stesso inconfondibile profumo di gelsomino, quello che a me ricorda la Sicilia e mi fa battere il cuore. 

Non vi piace il gelsomino? Roger et Gallet con la sua Bois D’Orange crema sublime per le mani allora sarà perfetta! Un’altra alternativa è farla da voi.

Ah, quasi dimenticavo, ma qualcuna di voi ha mai trovato il Dolce Forno sotto all’albero?
Stefania deve ancora riprendersi dal trauma (ora capite molte cose vero?) di non averlo mai avuto, io l’ho ereditato da mia sorella, che ha nove anni più di me quindi era distrutto, senza formine e non me lo lasciavano mai usare! Insomma una Caporetto!

Le prime due immagini sono tratte da arabafeliceincucina.blogspot.it

Maria Letizia Tega

Sono una maniaca, nella peggiore accezione del termine, di make-up, cosmetici e profumi.
Ho astucci, scatole, ceste e cassettiere pieni di ombretti, blush, matite, terre, primer, creme e rossetti di ogni colore, poi finisco per truccarmi sempre allo stesso modo.
Bolognese trapiantata a Milano, ho portato la mia esse spessa e la mia zeta mancante qui in cerca di fortuna dopo la laurea in storia dell’arte, ma ancora sogno di guadagnarmi da vivere con la mia passione più grande, la politica.
Maria Letizia Tega

Latest posts by Maria Letizia Tega (see all)

One Response to "I trucchi delle Befane"

  1. Simone   6 Gennaio 2013 at 16:03

    Spettacolare!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.