Manuela Chiarottino e La libreria delle storie rimaste

Manuela Chiarottino e La libreria delle storie rimaste

ITALIA – Dopo il successo di la Bambina che annusava i libri e Matrimonio a scadenza, torna il libreria Manuela Chiarottino con il suo ultimissimo libro La libreria delle storie rimaste. Pubblicato con More Stories, come genere si colloca tra il romance e la Up Lit. Qui la mia intervista dopo aver letto il libro. 

Manuela Chiarottino, scrittrice torinese, si colloca a pieno titolo in quel genere Up Lit che letteralmente scalda il cuore ed alla fine del libro non si sa come, ci si sente delle persone decisamente migliori.

CHI E’ MANUELA CHIAROTTINO?

Manuela, nasce e vive in provincia di Torino. Vincitrice del concorso Verbania for Women nel 2019 e del Premio nazionale di letteratura per l’infanzia Fondazione Marazza sempre nel 2019, ha all’attivo più di venti pubblicazioni  e scrivere ha sempre rappresentato la sua passione. In questa intervista ci avviciniamo al suo mondo colorato di “rosa”.

INTERVISTA MyWhere A MANUELA CHIAROTTINO
L’autrice Manuela Chiarottino

INTERVISTA A MANUELA CHIAROTTINO

Ti diverti quando prendi in mano la penna …ora diremmo il computer?

Scrivere è una passione, ma per me anche un lavoro e non sempre posso definirlo divertente, sicuramente so che non cambierei mai attività né riuscirei a smettere di scrivere per me stessa.

Ti consideri una “libera” scrittrice?

Mi sento libera in quanto per ora ho spaziato tra generi diversi senza preoccuparmi di dover per forza essere identificata con una sola cosa, poi certo ci sono le regole editoriali, ma non potrei mai scrivere qualcosa che va contro i miei principi e questo anche nel lavoro di ghostwriter.

Se vuoi parlarci dei tuoi progetti per il futuro.

Da pochi giorni è uscito il nuovo romanzo “La libreria delle storie rimaste” e ora mi occupo della sua promozione. A maggio ci sarà una prima presentazione e poi lo porterò al Salone del Libro di Torino. Intanto nel cassetto c’è il secondo storico da completare.

In che maniera interagisci con i tuoi fans?

Ammetto che non amo passare le ore sui social, cerco comunque di interagire e ultimamente ho scoperto che Instagram è più facile da gestire di Facebook, ma provo a essere presente in entrambi. Però per cambiare e divertirmi un po’, ho creato una pagina fb gestita proprio dalla proprietaria della Libreria delle storie rimaste, dove trovate immagini del suo mondo, citazioni e le ricette dei suoi biscotti. La cosa che preferisco, tuttavia, sono le presentazioni o le fiere, quando puoi interagire di persona.

Hai mai pensato a tenere dei circoli di scrittura o seminari?

In verità è qualcosa a cui penso da un po’, mi piacerebbe in particolare fare dei corsi di scrittura creativa per ragazzi, ma il tempo è sempre poco e organizzare bene non è una cosa immediata. Vedremo in futuro.

Cosa sono per te le parole?

Tutto o quasi passa attraverso le parole, perché è con quelle, parlate o scritte che siano, che noi comunichiamo i nostri pensieri, le nostre emozioni. Anche se a volte non corrispondono al linguaggio del corpo, che invece non mente mai. Con le parole si può consolare come distruggere, far innamorare come infangare. Hanno un potere illimitato e possono portarci, e qui parlo in particolare dei romanzi ma non solo, in mondi straordinari. Proprio per tutto ciò bisogna saperle usare con cura, dare loro un valore.

Che scrittrice vorresti essere?

Vorrei essere sempre libera di scrivere le storie che voglio raccontare, senza preoccuparmi dei generi e del mercato editoriale o della moda del momento, e vorrei che le lettrici mi riconoscessero anche tra romanzi di stili diversi, creando un rapporto di fiducia con loro. So che per certi aspetti è difficile, perché le leggi dell’editoria ci sono, come so che non tutti i lettori amano tutti i generi ed è giusto così, ma spero comunque di poter ancora variare ogni tanto, mantenendo sempre una mia impronta, e che possa essere apprezzato.

autrice Manuela Chiarottino

 

 

Carmen Bartolone

One Response to "Manuela Chiarottino e La libreria delle storie rimaste"

  1. Elisa rossi   13 Maggio 2022 at 20:58

    Bellissimo racconto di una storia appena nata….grazie
    ELISA

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.