21 Gennaio – Contro il Giorno della Memoria

Sabato 21 gennaio alle 21,00 presso il Teatro Comunale “L. Pavarotti” di Modena si terrà il Concerto della Memoria e del Dialogo, uno degli appuntamenti principali della stagione degli Amici della Musica di Modena, l'evento è in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena.

21 Gennaio – Contro il Giorno della Memoria

MODENA – Contro il Giorno della Memoria è il titolo di un pamphlet scritto da Elena Loewenthal e pubblicato da Add Editore (Milano, 2014). Lo stesso titolo compare ancora nel programma annuale degli Amici della Musica di Modena e sarà l’argomento principale della serata di Sabato 21 Gennaio 2017 alle 21,00 presso il Teatro Comunale L. Pavarotti di Modena.

Quasi con una settimana in anticipo rispetto al 27 Gennaio ricorrenza ufficiale del Giorno della Memoria (da qui in seguito G d M) che si celebra da sedici anni ormai in tutt’Europa, l’evento modenese pone l’attenzione sul saggio, della nota studiosa dell’ebraismo succitato, dal quale l’attrice Diana Höbel leggerà alcuni brani. Tale occasione rappresenta nel contempo un ponderato connubio fra musica, letteratura, storia e quindi teatro nel quale troverà spazio un libero dialogo sul tema con la presenza di Walter Veltroni e Alberto Cavaglion.

Il tema della memoria si ripropone in un doppio declivio non più oggettivo e collettivo ma più intimistico e soggettivo, perché verranno eseguiti per la prima volta assoluta alcuni brani commissionati per l’occasione a compositori d’oggi quali N. Straffelini, D. Comitini, C. Rastelli e G. F. Haas. Si tratta di un insieme di rielaborazioni, travestimenti, metamorfosi di pagine ad opera degli autori su nominati che prendendo spunto dalle musiche originali di J. S. Bach (Variazioni Goldberg), J. Desprez (Missa l’homme armé), Orlando di Lasso e Barbara Strozzi ne riproporranno di loro, secondo una personale riscrittura. Sottolineando una memoria musicale  giunta dal passato, reinventata e rivissuta in chiave moderna si dà vita a un dialogo fra l’antico e il contemporaneo tuttora proficuo. Il concetto di memoria come costruzione del passato insieme, ritorna speculare a sottolineare anche l’opera divulgativa portata avanti dagli Amici della Musica di Modena, in questi ultimi anni.

Libro forte pur nella sua brevità, controcorrente e anti convenzionale insieme,  Contro il Giorno della Memoria colpisce il lettore per il tono schietto e a tratti forse polemico di Loewenthal.  Il G d M, per lei che è ossessionata dalla Shoa, è uno spettro invece per coloro che ne conservano un diretto ricordo al pari di  una presenza oscura, l’ombra da non nominare (pag. 8) è  una  giornata che riguarda tutti, meno che gli ebrei rivelandosi “un’inutile” celebrazione. Elena Loewenthal che si dichiara contraria alla retorica della commemorazione sostiene che gettare uno sguardo sulla storia ebraica significa invece snaturarla nel profondo (pag. 66). L’autricein questo saggio, dà libero sfogo a dubbi e riflessioni che convoglia in uno stream of consciousness e lo palesa con ferma, lucida presa di posizione,  accompagnando ogni riflessione ad argomentazioni per le quali ragione e sentimento si fondono in un discorso alquanto penetrante.

Una scelta in controtendenza, quella di anticipare la ricorrenza, se si vuole, o come mi raccontava lo stesso direttore artistico Claudio Rastelli pensata soprattutto per non sovrapporsi ad altre iniziative che avranno luogo proprio  il 27 Gennaio, giorno in cui nel 1945 venne liberato il campo di concentramento di Auschwitz.

La memoria non porta con sé alcuna speranza. La cognizione del male non è un vaccino. «Ricordare perché non accada mai più» è una frase vuota. Se anche non dovesse accadere mai più, non sarà per merito della memoria, ma del caso.  (E. Loewenthal, Contro il Giorno della Memoria, pag.93)

INFO

CONCERTO DELLA MEMORIA E DEL DIALOGO
“Contro il Giorno della Memoria”

Con la partecipazione di WALTER VELTRONI e ALBERTO CAVAGLION
CLAUDIO RASTELLI – direzione artistica
GIULIO COSTA – collaborazione registica
ENSEMBLE AdM SOUNDSCAPE
TOMMASO ROSSI – flauti dolci
GIOVANNI PAGANELLI – direttore
DIANA HÖBEL – attrice

Letture tratte da Contro il Giorno della Memoria di Elena Loewenthal (add editore, 2014)
Musiche di Haas, Rastelli, Straffelini, Comitini tratte da Desprez, di Lasso, Strozzi, J. S. Bach

Il concerto è realizzato con il contributo finanziario del Comune di Modena, della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e di BPER Banca, in collaborazione con Fondazione Villa Emma, Quadrivium associazione musica contemporanea e Ferrara Off e con il patrocinio della Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia.

L’ingresso è di 10 € per il biglietto a prezzo intero e di 5 € per quello a prezzo ridotto (minori di 27 e maggiori di 65 anni). I Soci AdM sottoscrittori hanno diritto al biglietto ridotto, mentre i Soci AdM sostenitori entrano gratuitamente.

L’Associazione Amici della Musica di Modena opera senza fini di lucro. Sostegno economico proviene dai contributi di Enti Pubblici e Privati e dalle quote di adesione dei Soci. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso della sala.
Per informazioni: tel 3296336877; www.amicidellamusicamodena.it, info@amicidellamusicamodena.it

contro il giorno della memoria

Foto Fabio Cimaglia / LaPresseRoma 09-02-2015PoliticaWalter Veltroni ospite di "Otto e Mezzo" Nella foto Walter VeltroniPhoto Fabio Cimaglia / LaPresseRome 09-02-2015PoliticWalter Veltroni host at "Otto e Mezzo" In the photo Walter Veltroni

Foto Fabio Cimaglia / LaPresseRoma 09-02-2015PoliticaWalter Veltroni ospite di “Otto e Mezzo” Nella foto Walter VeltroniPhoto Fabio Cimaglia / LaPresseRome 09-02-2015PoliticWalter Veltroni host at “Otto e Mezzo” In the photo Walter Veltroni

Daniela Ferro

Daniela Ferro legge, scrive, ascolta ma soprattutto annusa. Appassionata di rose e di fragranze vive con 2 gatti, 3 conigli, due tartarughe, oltre 400 piante di rose che conosce e coltiva personalmente nonché un imprecisato numero di bottiglie di profumo.
Daniela Ferro

Leave a Reply

Your email address will not be published.