Al Castello di Proceno una mostra diffusa in un albergo diffuso

Al Castello di Proceno una mostra diffusa in un albergo diffuso

PROCENO (VT) – Al Castello di Proceno, albergo diffuso nel bel mezzo della Tuscia, ho potuto assistere alla Mostra Diffusa di Riccardo Sanna e incontrare l’artista tra saloni e stanze ricche di storia. In questo luogo magico fuori dal tempo, (titolo della personale di pittura), prendeva forma ogni sua opera integrata perfettamente in ogni spazio diverso.

Il Castello di Proceno è un albergo diffuso in dimora d’epoca situato in un crocevia strategico delle regioni più belle d’Italia. Tra la Toscana, l’Umbria e il Lazio, precisamente nel mezzo della Tuscia, svetta il Castello nel borgo medievale di Proceno. Per giungervi percorrerete la Via Cassia, strada principale di comunicazione per tutti i traffici commerciali, culturali e religiosi per oltre 2000 anni, attraversando le località limitrofe come le Terme di Fonteverde o quelle di San Casciano dei Bagni.

Nell’albergo diffuso ho potuto assistere anche alla Mostra Diffusa di Riccardo Sanna, dal titolo fuori dal tempo. Qui l’artista ha creato un allestimento originale attraverso la disposizione dei suoi quadri tra saloni e stanze ricche di storia.  La sua personale di pittura si diffondeva così in un percorso cromatico e sensoriale che partiva dal paesaggio e prendeva vita attraverso l’ambiente circostante.

L’albergo diffuso del Castello di Proceno è stato una cornice perfetta per celebrare questo artista del paesaggio, che tra gli scorci più suggestivi di Viterbo, del Castello di Soriano nel Cimino, delle fontane di Palazzo Chigi Albani e delle varie località e angoli della Tuscia, accoglieva qui le tele di Riccardo Sanna.

Castello di Proceno, albergo diffuso

I quadri di Riccardo Sanna sono prevalentemente ad olio, che si vanno ad aggiungere ad alcuni acquerelli. La sua arte si fonda su un connubio che va ad esaltare sempre due aspetti, solo apparentemente contrapposti, come il sogno e la realtà. Infatti i suoi paesaggi ci introducono in visioni immaginifiche che qui, nella romantica atmosfera storica del Castello, acquisivano ancor più una nota caratterizzante, rispecchiando un sapore diverso a secondo dell’ambiente che l’ospitava.

Appena festeggiati i 40 anni di carriera Riccardo Sanna si vuole dedicare ad altri progetti che ben si sposano con gli ambienti circostanti che lui visita. Quindi non solo rappresentazione dello spazio ma la sua arte intesa come visione d’insieme d’arredo. Il suo progetto è infatti quello di creare, a secondo della location, un opera che si integri e, soprattutto, valorizzi lo spazio che accoglie le sue opere.

Riccardo SANNA al Castello di Proceno
Riccardo SANNA in una sala della Mostra diffusa al Castello di Proceno

Tra campagne e vicoli, archi e scalinate,  statue, fontane e elementi architettonici vari, attraverso i suoi famosi portoni ogni tenue colore risplende di luce propria sulle tele. E’ proprio la luce l’elemento prioritario e fondamentale della sua arte. Con una pittura ad olio, che in molti stentiamo a riconoscere, grazie ad una vivacità delle gradazioni che associamo di più all’acquerello, la pennellata dell’artista rafforza l’intensità emotiva facendo vivere gli ambienti con un romantico chiarore.

Sicuramente la visione tradizionale della sua arte rende la forma paesaggistica, d’ispirazione impressionistica, la più idonea a contornare spazi di rara bellezza predestinati a pause di relax e meditazione. Così i suoi quadri posizionati tra comodi sofà, così come in uno bello studiolo dallo scrittoio antico, o accanto a finestre che fanno penetrare la luce del borgo, acquistano ancora più vigore nei pressi di un camino o tra decorative piantane che illuminano l’ambiente circostante. Il colore delle tele qui ben si associa all’arredo donando ulteriore armonia per una vacanza riposante alla ricerca interiore di pace e serenità.

Mostra Diffusa di Riccardo Sanna

Insomma questo è un altro consiglio di una località dell’alto Lazio, sempre della splendida Tuscia, che merita una visita in qualsiasi periodo dell’anno, che sia un weekend o durante le festività.

Un fine settimana qui al Castello di Proceno  vi donerà una carica insperata. I colori e la storia vi rapiranno, e rimarrete colpiti ancor più dal calore dell’accoglienza dei proprietari del Castello di Proceno, Cecilia Cecchini e Giovanni Bisoni.

Sanna al Castello di Proceno
Io con la proprietaria del Castello di Proceno Cecilia Cecchini Bisoni, discendente dell’antica e nobile famiglia, durante la visita al Museo

Risiedere, anche poche notti in questa dimora storica, magari intervallando il relax con visite nelle rinomate località nei dintorni, vi porterà a vivere un’esperienza dal sapore antico che potrà riconciliarvi con lo stress del quotidiano. La varietà degli spazi dell’Albergo diffuso, visitando anche il museo o partecipando ai vari eventi che si susseguono nel Castello, contribuirà a rendere la vostra vacanza unica.

Photo Copyright MyWhere© 

Sanna al Castello di Proceno

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.