Silenziosi Racconti a Rocca delle Macìe

Silenziosi Racconti a Rocca delle Macìe

La famiglia Zingarelli, da sempre vicina all’Arte e alla Cultura, organizza il 3 ottobre, presso l’Auditorium G. Burrini – Loc. Fontebecci di Siena, il convegno “Silenziosi Racconti“, all’interno della cornice del “Premio Internazionale di Pittura Zingarelli-Rocca delle Macìe 2014“, per parlare e riflettere su tre importanti tematiche: VINO, ARTE E TERRITORIO.
Attraverso gli interventi di autorevoli relatori, si vuole sottolineare come arte e produzione vitivinicola siano state, dagli albori della storia, la prima forma di comunicazione del nostro territorio.

silenziosi racconti

A moderare il dibattito Massimo Cerofolini, giornalista e sceneggiatore che ha militato nell’associazionismo ambientalista ed è stato tra i giovani animatori negli anni ’90 dei Centri di Azione Giuridica della allora Lega per l’Ambiente. Come giornalista ha lavorato a Paese Sera, Ansa, L’Espresso e al Tg3. Attualmente lavora a Radio 1 Rai nel programma Il Viaggiatore. Ha scritto alcuni libri, oltre a soggetti e sceneggiature per le mini-serie andate in onda su Rai Uno: “Papa Giovanni”, “Madre Teresa”, “Papa Luciani, Il sorriso di Dio”. Con lo pseudonimo di Elia Contini ha firmato il soggetto e la sceneggiatura di “Il generale Dalla Chiesa”, andato in onda su Canale 5. È appassionato di serie tv americane, il cui linguaggio insegna alla scuola Sentieri Selvaggi di Roma.

Il soggetto del Convegno del 3 ottobre 2013 sarà  il territorio del Chianti Classico, area dove la bellezza dei paesaggi, la peculiarità delle sue risorse, uniti alla storia dei popoli che vi hanno vissuto, conferiscono a questa terra un’aurea di irresistibile bellezza ed unicità, qualità che attraggono moltissimi turisti che ogni anno scelgono il Chianti Classico come metà delle loro vacanze.
DONATELLA CINELLI COLOMBINISarà infatti presente Donatella Cinelli Colombini laureata in Storia dell’arte medioevale con il massimo dei voti a presentare il territorio. Dopo un periodo di cinque anni in cui si è dedicata agli studi storici artistici e particolarmente all’oreficeria senese, dal 1984 ha lavorato alla fattoria dei Barbi a Montalcino, Nel 1993 Donatella Cinelli Colombini e un gruppo di produttori fondarono il “Movimento del turismo del vino”. Nello stesso anno inventò “Cantine aperte” – Wineday che in pochissimo tempo ha trasformato l’enoturismo italiano in un comparto con un business annuo di 2 milioni di euro e otto milioni di visite nelle cantine. Donatella ha promosso anche i primi corsi per specialisti in turismo del vino e adesso insegna nei masters di tre Università. Donatella Cinelli Colombini è stata Assessore al Turismo di Siena.

SERGIO ZINGARELLIOvviamente non ci sarà solo il territorio, ma anche il vino avrà una valenza importante all’interno di questo convegno. A far gli onori di casa il patron Sergio Zingarelli, Presidente di Rocca delle Macìe oltre che Presidente del Consorzio Chianti Classico dal 2012, figlio di Italo Zingarelli, al quale è stato dedicato il Premio. Grazie alla sua decennale esperienza alla guida di Rocca delle Macìe, ci parlerà di come la sua famiglia è stata da sempre promotrice del territorio dove opera attraverso il vino, l’arte ed il turismo. La sua presenza sarà accompagnata da Daniele Cernilli (Doctor Wine), uno dei personaggi italiani più illustri e competenti sulla conoscenza del vino e della sua storia. Daniele Cernilli è uno tra i maggiori esperti di vino italiano e del mondo. Dopo una laurea in filosofia e una serie di collaborazioni con varie testate, la sua storia di giornalista enogastronomico inizia ufficialmente nel 1986 con l’ingresso nel neonato periodico Gambero Rosso. Oltre ad aver ricoperto i ruoli dirigenziali nel magazine, è stato Curatore della guida Vini d’Italia fin dalla sua prima edizione, nel 1987, per la quale ha ideato la classificazione dei vini e l’invenzione del premio dei Tre Bicchieri. DANIELE CERNILLICernilli è stato tra gli autori e poi il direttore del canale tematico RaiSat Gambero Rosso Channel dalla sua nascita nel 1999. Ha interrotto i suoi rapporti col Gambero Rosso il 14 gennaio 2011. Dall’uscita dal Gambero è rientrato come consulente nell’Associazione Italiana Sommeliers di Roma, all’interno della quale per molti anni aveva svolto ruoli di docenza e, sempre nel 2011, ha fondato il web magazine www.doctorwine.it. Attualmente lavora come consulente e divulgatore del vino in Italia e all’estero, oltre alle consulenze editoriali come con “Sette” il supplemento del “Corriere della Sera” e al ruolo di “managing editor” della rivista Spirito di Vino. Tra le varie cariche, è Sommelier Onorario dell’AIS, Maestro Assaggiatore Onorario dall’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini) e tra i vari riconoscimenti ufficiali ha ricevuto la Targa Oro dall’Assoenologi. Nel 2006 ha pubblicato per l’editore Einaudi il volume “Memorie di un assaggiatore di vini” mentre un altro è già in fase di realizzazione.

SIMONA GAVIOLIIl Convegno, aperto al pubblico, è propedeutico alla terza edizione del “Premio Internazionale di Pittura Zingarelli-Rocca delle Macìe” che si terrà nel 2014 e s’inserisce all’interno di due giorni di formazione per gli artisti selezionati per il Concorso. La curatrice del Premio, Simona Gavioli, è critico e curatore indipendente, oltre che la co-fondatrice della nostra rivista. “Le opere partecipanti saranno esposte nel 2014 nel Borgo de Le Macìe, sede dell’azienda della famiglia Zingarelli” ci spiega. Dopo le edizioni passate, con ottimi risultati, l’idea di Raimondo Galeano di istituire un Premio per i giovani, sta crescendo. E quest’anno la presenza di relatori di questo calibro lo dimostra.

DARIA FILARDOTra i relatori anche Daria Filardo, storica dell’arte e curatrice indipendente e insegnante di Storia dell’arte Moderna e Contemporanea, indagherà la “definizione e la rappresentazione visiva del “Paesaggio“. Categoria dalla pesante eredità idealistica, il paesaggio viene oggi inteso più propriamente come processo di rappresentazione analitico/esperienziale intriso di molte e complesse variabili (geografiche, produttive, urbanistiche, sociali). Lo sguardo contemplativo tipico dell’approccio al paesaggio va oggi verso una diversa e più stratificata rappresentazione di “territorio”. Molti artisti hanno contribuito a dare forma al territorio del Chianti classico, alcuni esempi renderanno più esplicita la funzione fondamentale dell’arte come racconto della realtà territoriali”.

Al Convegno saranno presenti oltre agli artisti e ai relatori, anche giornalisti, produttori, istituzioni del territorio e chiunque vorrà partecipare.
Il Convegno è gratuito ma è gradita la registrazione.

Noi ci saremo… vi aspettiamo!

INFO
www.premiodartezingarelli.org
www.roccadellemacie.com
premiozingarelli@gmail.com
Tel. 0577.7321

invito

Andrea Guidetti

Nato col Commodore 64, Amiga e Nintendo 8-bit ho passato l’adolescenza sul divano in compagnia degli amici e della famiglia Playstation. Quando ero fuori casa facevo le mie prime chiamate con i gettoni, ma dagli anni ’90 ho conquistato quello che credevo essere una delle tecnologie più rivoluzionarie: il Motorola 8700, altro che il “risoluzionario” iPad di oggi! Dovevo combattere con mia madre quando con la linea a 56k pretendevo di andare in internet mentre lei voleva telefonare. Per fortuna oggi ho la casa cablata con wifi e fibra ottica.
Andrea Guidetti

Leave a Reply

Your email address will not be published.