Intervista a Simone Altrocchi: col ritorno di CM Punk, il Main Event di WM 36 può essere solo uno!

Intervista a Simone Altrocchi: col ritorno di CM Punk, il Main Event di WM 36 può essere solo uno!

MILANO – Con lo YouTuber di Wrestling più seguito d’Italia, parliamo dell’attualità del panorama nord americano affrontando i temi WWE, AEW, NXT e NWA. Simone Altrocchi ci parla anche del suo nuovo canale UNSCRIPTED e lascia presagire un confronto finale per CM Punk allo Showcase of Immortal da far sobbalzare sulla sedia!  

Il nuovo di show di SmackDown Live targato Fox, la Wednesday War tra NXT e la AEW, l’originale nuovo progetto NWA targato Jim Cornette, il clamoroso (più o meno) ritorno di CM Punk nelle vesti di commentatore a WWE Backstage, The Fiend Bray Wyatt, campione universale. A spulciare tra gli ultimi avvenimenti del panorama nord americano del Wrestling sembrerebbe di assistere a un periodo di grande fermento. E effettivamente è così. Ma se si va a guardare i numeri in termini di seguito e di ascolti televisivi, ci si accorge subito che la situazione non è così rosea e florida. La WWE infatti, sta affrontando una crisi di ascolti importante nonostante l’approdo di Paul Heyman nell’entourage del team creativo; la AEW, dal canto suo,  non sta andando male certo, ma forse Cody & Co si aspettavano qualcosa di più. Insomma, che succede al wrestling? Quali saranno gli show da seguire nei prossimi mesi? Chi saranno i grandi protagonisti che si avvicenderanno da qui alla stagione calda di WrestleMania? Per affrontare questi punti e molti altri ancora, ci siamo rivolti allo youtuber Simone Altrocchi, con il quale abbiamo affrontato ancora una volta i temi più scottanti dell’attualità del wrestling.

INTERVISTA A SIMONE ALTROCCHI

cm punk
Simone Altrocchi, 69 mila iscritti per il suo canale VERSUS

La chiacchierata con l’ideatore del canale YouTube Versus (69 mila iscritti) ha toccato molti argomenti, dal ritorno di CM Punk al crossover dei fighter UFC e boxe in WWE, dal “mercato” del wrestling, ai possibili scenari della WWE da qui a WrestleMania 36. E poi, naturalmente, la AEW e la sua guerra con NXT, destinata a regalare colpi di scena per molto tempo. Vi consiglio poi di dare un’occhiata al suo nuovo progetto,  UNSCRIPTED, nuovo canale YouTube dedicato alla musica e ad aneddoti e curiosità sconosciute sui blockbuster del cinema americano.

La WWE vive un periodo di crisi di ascolti e di vuoti creativi. Sei preoccupato per il futuro della federazione “madre” o vedi degli spiragli di luce  (Bray Wyatt, ad esempio) ? 

The Fiend Bray Wyatt, nuovo Universal Champion.

È un periodo molto difficile per la WWE, da una parte minacciata dalla AEW e dell’altra in evidente fatica nell’ideazione di storie avvincenti e logiche. Il triangolo tra Lana, Rusev e Lashley è fiaccante, totalmente senza connessione con il wrestling e copiato male da qualche vecchio episodio di Beautiful, mentre le controversie con l’Arabia Saudita non fanno che inasprire la crisi alla casa madre del wrestling.

Tra le tenebre ci sono però degli spiragli di luce: CM Punk è incredibilmente tornato, Bray Wyatt ha ideato un personaggio geniale, che ha dovuto attraversare un periodo di crisi a partire dall’Hell in a Cell contro Seth Rollins, ma che dopo la vittoria del titolo Universale è tornato a esprimersi e a dire qualcosa in più, e allo stesso tempo NXT è uno spettacolo che piace al target a cui si propone, sempre in diretta contesa con la AEW sull’altro canale.
Abbiamo visto periodi aridi in WWE, e questa fase è davvero difficile da superare. Il talento c’è ed è infinito, ma solo quando le stelle del wrestling verranno lasciate brillare senza essere controllate e guidate, lì tornerà lo spettacolo che abbiamo amato nel tempo.

Il crossover proposto dalla WWE che propone match tra wrestler e fighter o boxer non sta convincendo a pieno il pubblico. A te convince? 

Brock Lesnar e Cain Velasquez insieme a Paul Heyman nella cerimonia di presentazione di WWE Crown Jewel in Arabia Saudita

L’incrocio proposto di recente con l’arrivo di Tyson Fury e Cain Velasquez era un’ottima idea per la prima puntata di Smackdown su FOX: attirando il pubblico generalista al prodotto del wrestling, gli ascolti sono aumentati per un breve periodo di tempo. Ovviamente portare due grandi atleti fuori dalla loro zona di comfort ha mostrato le sue problematiche in Arabia Saudita: Fury ha fatto il suo, e si apprezza l’impegno, ma quello che abbiamo visto non è assolutamente paragonabile al wrestling a cui tutti sono abituati. Cain, invece, e’ finito inspiegabilmente da Lesnar in poco tempo, nonostante il talento mostrato nella Lucha Libre in Messico: si attira con i nomi, ma non basta perché poi c’è la prova del 9, il ring. Ci sono altri modi per coinvolgere questi grandi atleti, come Alì a Wrestlemania 1, Mike Tyson a Wrestlemania 14. Forse alla WWE conviene guardarsi indietro, per andare avanti.

Cosa ne pensi di queste prime settimane di AEW Dynamite? In cosa dovrebbe migliorare lo show e in cosa sta facendo bene? 

cm punk
Jon Moxley e Kenny Omega a AEW Full Gear durante il loro Unsanctioned Match

Ho osservato attentamente la AEW sin dal debutto su TNT. Mi piace la grinta, l’assenza di barriere, la voglia di fare grandi incontri ogni settimana. AEW Full Gear è stato spettacolare, e la All Elite ha dimostrato di saper far diventare oro il poco che possiede, dando vita a un classico in Omega contro Moxley. Ovviamente chi critica deve criticare, ma per uno spettacolo iniziato da poche settimane e con una pressione incredibile dietro, stanno facendo bene. Vedremo tra un anno dove saranno. 

Allo stesso tempo mi ha fatto storcere il naso la scelta di arene decisamente enormi per un nuovo prodotto: spesso capita di vedere alcuni spalti vuoti durante le puntate, e ciò si potrebbe ovviare con il metodo NXT, partendo dal basso con gli show settimanali e andando nelle grandi arene con i PPV.
Un fattore importante per il miglioramento della AEW è sicuramente il raggiungimento di più paesi per le trasmissioni di Dynamite: collaboro personalmente con FITE, servizio streaming che offre la AEW in Italia, e la speranza è di vedere la All Elite arrivare in questo paese con commento italiano, potrebbe interessare a moltissimi.

Per qualche settimana si è parlato di un possibile arrivo di Randy Orton in AEW poi però naufragato dal rinnovo inaspettato con la WWE. Secondo te nei prossimi mesi, la AEW riuscirà a prendere una top star dalla federazione di Stamford? Se sì, chi? 

Randy Orton effettua una RKO su Cm Punk

Randy Orton è nato in WWE e ha deciso di finire la sua carriera con la WWE. Difficile biasimarlo, anche se un approdo in AEW aveva senso per lui: meno date, più libertà creativa, possibilità di rinascere. Ma il maestro della RKO ha deciso per la via sicura, al contrario di Chris Jericho.

In casa WWE stanno cercando di fare qualsiasi cosa per non lasciar andare nessun lottatore, blindandoli con contratti pluriennali e clausole strettissime. Luke Harper, Revival, Sin Cara, Oney Lorcan, Mike Kanellis e Brian Kendrick hanno richiesto il rilascio: vedremo se qualcuno tra loro passerà dall’altra parte, anche utilizzando escamotage legali o non rinnovando in stile Dean Ambrose, ora Jon Moxley.

Domanda ormai classica. E CM Punk? Lo rivedremo sul ring quest’anno? 

 

Vedere CM Punk mettere piede in un programma WWE dopo cinque anni è stato assurdo e surreale. Il ritorno della stella di Chicago mostra come le differenze possono essere superate quando l’interesse è reciproco, e Punk potrebbe utilizzare WWE Backstage come trampolino di lancio verso un ritorno nel ring per un’ultima grande cavalcata verso ciò che non ha mai raggiunto: il main event di Wrestlemania. Utopia, per adesso, ma tutto può accadere nel wrestling. Molti dicono che tornerà a Chicago per Survivor Series, altri che metterà piede nella Royal Rumble, ma una cosa è certa: ora più che mai, un ritorno sul ring di CM Punk può diventare realtà.

Ti piace l’esperimento proposto da Jim Cornette (Billy Corgan!) con la NWA? Suggerisci al tuo pubblico di vedere gli show su YouTube?

Il nuovo NWA Powerrr, show creato da Jim Cornette

Adoro Powerrr, e anche The Rock ha fatto i suoi complimenti alla rinata NWA.  Da quando il cantante degli Smashing Pumpkins Billy Corgan ha messo mano alla National Wrestling Alliance, una federazione apparentemente finita ha trovato una nuova motivazione, una nuova luce. Con Powerrr si ritorna ai tempi dello studio wrestling della NWA/WCW di Jim Crockett, si ritorna agli anni ’80, guardando avanti. Il commento di Jim Cornette è spettacolare, e personaggi come Colt Cabana, Nick Aldis, Aaron Stevens e Mr. Anderson sono fantastici e nel loro elemento.
Non solo suggerisco a tutti coloro che stanno leggendo questa intervista di andare su YouTube a recuperare tutte le puntate, ma spero davvero sia possibile, un giorno, di collaborare con la NWA per fornire il commento Italiano. Sarebbe spettacolare.

Se dovessi pronosticare ora chi andrà nel Main Event di WrestleMania chi sceglieresti?

cm punk
CM Punk e Triple H nel 2011 durante il loro feud. Tra i 2 c’è ancora un conto in sospeso dentro e fuori dal ring

Domanda davvero difficile da affrontare in modo oggettivo, quindi andrò con il cuore e con l’utopia più totale: CM Punk contro Triple H in una resa dei conti finale, dopo anni di reale odio e vera tensione.
Tentando invece di essere un po’ più realistico, ma forse nemmeno troppo, The Fiend Bray Wyatt è davvero in spolvero, e vederlo contro Undertaker con in palio quel titolo Universale sarebbe visivamente imperdibile.

Ci parli del tuo nuovo progetto, il canale UNSCRIPTED? 

Rocky mette KO Ivan Drago in Rocky 4. Tra i video che ci hanno colpito di più del canale UNSCRIPTED, vi segnaliamo una bellissima retrospettiva della figura di Rocky Balboa

Imparando dai più grandi maestri dell’evoluzione, non amo stare con le mani in mano vivendo staticamente su ciò che ho ideato nel tempo: ho sempre voglia di andare avanti e fare cose nuove.
UNSCRIPTED è un progetto in trasformazione: inizialmente l’idea era quella di parlare in modo giornalistico di musica, film e cinema, ma strada facendo si sta da sola creando la perfetta via del canale. Il progetto sarà sempre più una connessione tra me e il pubblico, andando quindi in direzione opposta rispetto a VERSUS: UNSCRIPTED significa “senza script”, libero da ogni catena, ed è questo ciò che sarà: gli argomenti rimarranno gli stessi, ma verranno trattati in modo semplice e diretto. Risponderò alle domande degli iscritti, reagirò a video sportivi, parlerò di momenti da non dimenticare nell’intrattenimento. L’obiettivo è elevare i format più semplici, portando qualcosa di nuovo e fresco. Seguitemi! Non ve ne pentirete.

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.