Ad Art City 2019, Giorgio Bevignani con EosEco: nulla esiste senza ombra

Ad Art City 2019, Giorgio Bevignani con EosEco: nulla esiste senza ombra

BOLOGNA – Dal 30 gennaio 2019 al 28 febbraio 2019, Palazzo Zambeccari e Piazza de’ Calderini ospiteranno EosEco, dell’artista Giorgio Bevignani: un’installazione site-specific, imponente ed esclusiva.

EOSECO di Giorgio Bevignani si inserisce nell’ambito di Art City 2019, il complesso artistico di mostre ed eventi promosso dal Comune di Bologna, in collaborazione con BolognaFiere, in occasione di Arte Fiera. Con EosEco di Bevignani, il pubblico assisterà a un intervento urbano di grande effetto: il progetto prevede, infatti, l’approntamento di quattro opere, di cui due inedite.

EOSECO
GIORGIO BEVIGNANI

La personale di Giorgio Bevignani, a cura di Silvia Grandi, è un evento realizzato da Francesca Goldoni per Palazzo Zambeccari, con l’ organizzazione della Galleria Stefano Forni che, da tempo, segue l’artista. Alcune delle opere più significative del lavoro di Bevignani, ad esempio, sono state esposte presso la Galleria Forni dal 21 settembre al 7 novembre 2018, per la mostra RUBRAREBOUR.  Nel corso di Arte Fiera 2019, contestualmente all’installazione site-specific di EosEco, la Galleria Stefano Fonti presenterà una parte delle nuove produzioni creative di Giorgio Bevignani.

EOSECO
ART CITY 2019. GIORGIO BEVIGNANI

Palazzo Zambeccari, nel centro storico di Bologna – tra le Due Torri e la sede del Tribunale – è un celebre complesso immobiliare di proprietà degli Zambeccari, appunto, che lo acquisirono nel lontano 1600. EosEco, di Giorgio Bevignani, sarà allestita nel fascinoso cortile rinascimentale dell’edificio.

EOSECO sta per “Nulla esiste senza ombra”: si tratta di una grande scultura di forma sferoidale incentrata sul tema della luce. “Utilizzando un intreccio di fili di nylon e il silicone pigmentato con colori fosforescenti sulla gamma dei gialli cadmio, l’artista sperimenta una inusuale scultura gonfiabile, in cui la texture del rivestimento appare piena di protuberanze, di rilievi e di villi simil-organici che catturano e rifrangono la luce, mostrandosi come una grande goccia luminescente” si legge nel comunicato stampa. Nell’intervista fattagli dalla curatrice Silvia Grandi, l’artista ha dichiarato: “La materia è ricettacolo di luce; colpita da essa rivela ai nostri recettori tutti i colori del suo complesso ventaglio plastico. Ho scelto la forma sferoidale, propria dei semi, perché più capiente con una minore superficie, come avviene per le gocce d’acqua”.

“Se la luce emettesse un suono, noi non saremmo dotati di sensori per captarlo” spiega, ancora, Giorgio Bevignani. L’installazione site-specific, gonfiata d’aria compressa, è tenuta sospesa con un gancio: per mezzo del movimento rotatorio, l’aria al suo interno produce piccolissimi suoni amplificati e veicolati nell’ambiente circostante con l’ausilio di “un sistema tridimensionale che miscela le frequenze sonore emesse dalla frizione dei diversi materiali nelle fasi della costruzione della scultura”.

EosEco
EosEco, l’inedita e monumentale installazione site-specific di Giorgio Bevignani a Palazzo Zambeccari ARTEFIERA-ARTCITY-2019

Contemporaneamente, in Piazza de’ Calderini, saranno allestiti due dei lavori più celebri dell’artista: I’m ready to live – vincitore del Premio Spotlight 2015 della Royal British Society of Sculptor – dedicato agli uomini, al deserto e al mare, quindi all’idea della migrazione e della rinascita in altri luoghi; e Soul of the dawn (2016) dedicato alle donne, al cielo e alle stelle. Entrambe le opere appartengono a una trilogia ispirata alla Creazione: “Le due grandi reti in filato di fibra sintetica intrecciata a maglia dall’artista, scendendo parallele dall’alto, si porranno quasi come due figure totemiche, due emblemi di un fare e di un sentire che, catturando lo sguardo dei passanti, li trasporterà simbolicamente in una dimensione straniante e quasi mitica, per prepararli alle atmosfere eteree e immateriali della luce che li accoglierà all’interno di Palazzo Zambeccari” si legge nel comunicato stampa ufficiale.

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: EosEco di Giorgio Bevignani

A CURA DI: Silvia Grandi

NELL’AMBITO DI: ART CITY Segnala 2019 in occasione di Arte Fiera

SEDE: Palazzo Zambeccari, Piazza de’ Calderini 2/2, Bologna

DATE E ORARI: dal 30 Gennaio al 28 Febbraio 2019 – dal Lunedì al Sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00; Domenica dalle 10.00 alle 13.00

Durante i giorni di Arte Fiera dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00

CREATO DA: Francesca Goldoni per Palazzo Zambeccari

 

Be Sociable, Share!

Antonia Storace

Ho dipinto di bianco una delle pareti di camera mia e, simile ad una giunonica tela, le ho affidato un pezzo della mia storia. Ora, sul suo perlaceo candore, una scritta vestita di nero contrasto danza come fosse sospesa nel vuoto: “La scrittura è stata la mia fonte della giovinezza, la mia puttana, il mio amore, la mia scommessa” (C. Bukowski).
Scrivere è il mio verbo all’infinito. Il mio infinito in un verbo: un destino che ti porti addosso, ti abita la pelle e dal quale non puoi fuggire.
Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.