Concept Korea: bellezza stravagante a Pitti Uomo

Concept Korea: bellezza stravagante a Pitti Uomo

FIRENZE – In occasione dell’edizione invernale di Pitti Uomo 93 salgono in passerella Beyond Closet e Bmuet (te) brand coreani da sempre legati alla ricerca fashion.

Si rinnova l’intesa tra KOCCA – Korea Creative Content Agency e Fondazione Pitti Immagine Discovery. Questa volta sotto i riflettori due dei più interessanti brand dalla Corea del Sud: Beyond Closet e Bmuet(te). Da varie stagioni, infatti,  la Corea si distingue come una delle realtà più dinamiche della moda uomo orientale.

Concept Korea fonda le sue basi nel 2010 a New York e si presenta in Italia a Pitti Uomo per la prima volta nel 2017. Concept Korea è un progetto globale che promuove la cultura coreana della moda nel mondo. Questo progetto aiuta i brand nazionali a penetrare nel mercato internazionale ma soprattutto nel mercato occidentale. Per questa stagione, Kocca e il Ministero Coreano della Cultura hanno scelto i due designer di abbigliamento maschile più all’avanguardia.

Beyond Closet nasce da un’idea del designer Goh Tae Yong nel 2008. Il brand tenta di creare un nuovo look basato sullo stile classico americano e sul look preppy. Lo stile è espresso attraverso i colori, la lavorazione grafica e la creazione di nuovi motivi. Esiste anche una seconda linea più semplice e dalle linee più pulite, creata per avvicinare il brand ad un pubblico più ampio.

La collezione presentata durante l’evento Concept Korea al Pitti Uomo 93 è nominata Beautiful B People. I colori principali sono il nero, il blu notte e il beige accostati a rosso, porpora e rosa. Gli abiti presentati sembrano usciti da una scena di un film di Wes Anderson. L’uomo di Beyond Closet è un uomo a metà tra un adolescente e un adulto, uomo affascinate ed allo stesso tempo confuso.

Bmuet (te) è un brand ready to wear creato da due designer: Seo Byeong Mun e Eom Jina. Entrambi selezionati come finalisti dei Global Fashion Awards e da Who is on next di Vogue Italia a Dubai. Si sono fatti notare sin da subito per l’uso a contrasto di materiali unici. La loro libertà di espressione è basata su forme insolite di ricombinazione di varie strutture. Dopo l’apertura dello showroom a Seoul hanno deciso di inserirsi nel mercato europeo scegliendo Parigi come punto di riferimento occidentale.

La collezione A/I 2018 è stata ispirata dal poema “Bello come l’incontro casuale di una macchina da cucire e di un ombrello su un tavolo operatorio” di Comte de Lautreamont, un poeta surrealista. Il concetto principale è trasmettere la bellezza dell’incontro inaspettato di elementi insoliti, combinando le strutture degli abiti e creando forme non familiari. I colori usati sono il bianco, il nero e il grigio scuro combinati con tessuti come lana, cotone e pelle.

Mercoledì 10 Gennaio nello spazio Dogana vicino a Fortezza da Basso si è tenuta la sfilata A/I 2018. L’atmosfera Concept Korea era carica di adrenalina e trepidazione per brand nuovi legati ad una cultura completamente diversa da quella europea.

Ancora una volta Pitti Uomo si presenta non solo come crocevia di brand noti nel mercato, ma anche come promotore della ricerca. Questa volta la ricerca stilistica è caduta su brand di oltreoceano che si sono fatti notare portando vento di novità. Sicuramente Beyond Closet e Bmuet (te) faranno strada nel mondo fashion europeo.

cocept korea

bc
bc

bc1
bc1

bc2
bc2

bc3
bc3

bc4
bc4

bm
bm

bm1
bm1

bm2
bm2

bm3
bm3

bm4
bm4

bm5
bm5

bm6
bm6

Be Sociable, Share!

Martina Capuano

Martina Capuano

“È sempre difficile parlare di se. Preferirei elencare tutti i miei difetti e far scoprire agli altri se di pregi ne ho qualcuno…”

È quello che penso quando mi chiedono di descrivermi.

Eccomi, napoletana di nascita e di animo. Amo la mia città, la caratterialita dei concittadini e lo stile di vita  partenopeo. Laureata in Scienze Politiche ma da sempre portata alle relazioni pubbliche e alla comunicazione. Cerco ogni giorno nuovi stimoli per accrescere il mio bagaglio culturale e allo stesso tempo per imparare a vivere in un contesto sociale che presuppone un carattere forte ma allo stesso tempo onesto.

Martina Capuano

Leave a Reply

Your email address will not be published.