Louis Vuitton e Objets Nomades al Salone del Mobile

Louis Vuitton e Objets Nomades al Salone del Mobile

MILANO – Al via, dal 4 al 9 aprile, il Salone del Mobile e il Fuori Salone dove tutta Milano e mezzo mondo saranno sotto alla Madonnina per rendere omaggio alla creatività e al design. Eventi e innovative presentazioni glamour per creare un’esperienza unica che ogni anno attira una miriade di intenditori, appassionati e curiosi.  Come sempre il programma del Fuorisalone è ricchissimo e le zone della città coinvolte nell’evento sono quest’anno dodici: Tortona, Brera, Ventura Lambrate, Ventura Centrale, Sant’Ambrogio, Cinque Vie, Cadorna, Durini, Isola, Bovisa, Porta Venezia, Montenapoleone.

Il Salone sta diventando sempre più interessante non solo per tutto ciò che ruota intorno al mondo del design ma anche per i cosiddetti settori trasversali come la moda e la gioielleria. In questa ottica si inserisce la presentazione da parte della Maison Louis Vuitton di dieci nuovi oggetti appartenenti alla Collezione Objets Nomades. Ideata nel 2011, la collezione mantiene viva la lunga tradizione di Louis Vuitton nella creazione di meravigliosi articoli da viaggio e non a caso alcuni dei più celebri designer del mondo hanno immaginato sorprendenti oggetti ispirati al viaggio, che sono stati poi realizzati dagli artigiani della Maison. A questa lunga lista di famosi designer si sono aggiunti quest’anno, due nuovi interessanti nomi: India Mahdavi e Tokujin Yoshioka. I due progettatori sono andati ad arricchire con la loro creatività la collezione di edizioni limitate e i prototipi sperimentali che rendono omaggio agli Ordini Speciali Louis Vuitton, a cominciare dall’iconico Baule-Letto, realizzato nel 1874 per l’esploratore francese Pierre Savorgnan de Brazza. A questa tradizione di alta artigianalità e passione per il pezzo unico, è stato aggiunto uno spirito contemporaneo proprio grazie alla collaborazione di nomi come Atelier Oï, Maarten Baas, Fratelli Campana, Gwenaël Nicolas, Raw Edges, Patricia Urquiola, Marcel Wanders provenienti da tutto il mondo.

Tra i venticinque iconici pezzi della Collezione Objets Nomades, troviamo un’amaca e una sedia a sdraio, un dondolo e uno sgabello pieghevole: oggetti che hanno infuso in se stessi la manualità degli artigiani della Maison parigina e il singolare punto di vista del designer. E se dopo 160 anni il viaggio di Louis Vuitton non si è ancora fermato è proprio grazie a questi oggetti in grado di trasmettere valori fuori dal tempo: l’amore per la bellezza di materiali raffinati, l’equilibrio nelle forme e nelle proporzioni, la complessa e meticolosa artigianalità, e infine l’accurata attenzione per i dettagli.

I nuovi dieci oggetti presentati al Fuori Salone si inseriscono fedelmente in questa linea: il morbido divano dei Fratelli Campana, una conchiglia di shiuma di mare che si schiude per la sua Venere; oppure la sorprendente seduta di Atelier Oï, con cinghie in pelle che ricordano quelle tradizionalmente usate per le tracolle delle borse Louis Vuitton; fino alla flessuosa sedia a dondolo di Marcel Wanders o il contemporaneo  tavolo di India Mahdavi ispirato però agli antichi talismani della cultura nomade. Dal 1854, Louis Vuitton ha realizzato oggetti unici al mondo, combinando l’innovazione con lo stile, ricercando sempre la migliore qualità. Oggi, la Maison rimane fedele allo spirito del suo fondatore, Louis Vuitton, che ha inventato una vera e propria “Arte del Viaggio” attraverso questi oggetti unici dagli echi lontani in veste contemporanea. Fedele al suo patrimonio, la Maison ha aperto le sue porte ad architetti, artisti e designer, continuando, al tempo stesso, ad innovare abbigliamento, calzature, accessori, orologi, gioielli e articoli di cancelleria. Questi prodotti creati con meticolosa cura dei dettagli sono la prova della capacità di Louis Vuitton di coniugare al livello più alto innovazione e artigianalità.

www.louisvuitton.com

La mostra resterà aperta al pubblico dal 4 al 9 aprile 2017 con orario 10-22 a Palazzo Bocconi, in Corso Venezia 48 a Milano.

nomadi

Be Sociable, Share!

Paola De Groot

Moda, design, food, travel, arte e lifestyle nelle pagine della giornalista Paola de Groot. Residente in Olanda e con oltre vent’anni di corrispondenza dall’estero, da vera insider, ci porterà con sè attraverso i suoi racconti e le sue scoperte. Rilassatevi sul divano con il computer bene aperto, si parte!
Paola De Groot

Leave a Reply

Your email address will not be published.