Cenerentola e il sogno continua

Cenerentola e il sogno continua

ROMA – L’Accademia Filarmonica Romana presenta il primo appuntamento tersicoreo della stagione. Dal 19 al 21 gennaio 2024 al Teatro Olimpico il balletto Cenerentola con la musica di Prokoviev nella versione del coreografo Luciano Cannito con Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru.

Cenerentola è tra tutte le favole quella che ha avuto più adattamenti e versioni. Le origini del racconto risalgono addirittura all’antica Grecia. In Italia la storia della fanciulla che riesce a ribaltare un destino disgraziato in un trionfo è di Giambattista Basile del 1634. Poi ci furono le versioni di Charles Perrault e dei fratelli Grimm. Al mito di Cenerentola si è ispirato anche Prokoviev autore delle musiche del balletto omonimo andato in scena a Mosca nel 1945. Il musicista  dichiarò

Ciò che più mi premeva di rendere con la musica di Cenerentola era l’amore poetico tra lei e il principe, la nascita e il fiorire del sentimento, gli ostacoli su questa via, la realizzazione di un sogno. Ho cercato di far sì che lo spettatore non rimanesse indifferente alla sventura e alla gioia. Ho composto Cenerentola nel solco della tradizione del balletto classico russo

Non possiamo non restare catturati ancora oggi dal fascino e dalla magia di questa favola che ci ricorda che non dobbiamo mai smettere di sognare.  Come sottolinea anche il regista e coreografo Luciano Cannito

Il balletto della storia universale di Cenerentola aggiunge al fantastico del racconto attraverso le immagini e la grande danza, il fantastico del desiderato da tutti: realizzare i nostri sogni nei momenti più bui della nostra vita e soprattutto realizzarli quando non ce lo aspettavamo più.

Il balletto in due atti con musica di Sergej Prokof’ev  in scena al Teatro Olimpico ha come protagonisti nei ruoli principali Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru Principal Dancers del Teatro dell’Opera di Berlino. Saranno affiancati dal Corpo di Ballo di Roma City Ballet e da Manuel Paruccini, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma nel ruolo della matrigna en travesti. Incanto, magia, spettacolarità e in più un po’ di follia, comicità e divertimento.

Teatro Olimpico

dal 19 al 21 gennaio

Cenerentola

con Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru

regia e coreografia Luciano Cannito

musica Sergej Prokof’ev

scene Michele Della Cioppa

costumi Giusi Giustino

luci Alessandro Caso

 

Anna Maria Di Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published.