MFW: L’Italia vista dalla moda

MFW: L’Italia vista dalla moda

Milano –  Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001. Il passato della moda italiana che guarda al futuro. Con questo messaggio si apre l’edizione invernale della Milan Fashion Week, MFW. Dal 20 al 26 febbraio la moda sarà la protagonista assoluta del capoluogo lombardo.

Come la moda ha potuto definire e influire la crescita e lo sviluppo del nostro Paese? Come la moda ha delineato l’identità dell’uomo della donna nel novecento?

MFWLa moda italiana è stata da sempre un elemento importantissimo per il nostro Paese e ancora lo è oggi. La mostra “Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971 – 2001” organizzata dalla Camera della Moda e promossa dal Comune di Milano,con il main partner YOOX NET-A-PORTER GROUP, testimonia proprio come la moda sia stat aun elemento determinante per il nostro paese. L’esposizione, curata da Maria Luisa Frisa e Stefano Tocchi, é un racconto creativo di come l’ideazione e la realizzazione di un vestito o di un accessorio abbia potuto delineare una forte creatività culturale. Ha contribuito a far nascere il Made in Italy tanto conosciuto allʼestero.

La mostra, che da domani sarà visitabile al Palazzo Reale di Milano, inizia da quando nasce il prêt-à-porter.

MFW

Gli anni 70, quelli più rivoluzionari. Anni in cui i grandi artigiani e stilisti italiani trasformano le proprie idee in prodotti. Abiti che non solo sono un oggetto,ma simboleggiano una vera e propria identità di chi lo indossa. Si parte con la prima creazione del primo stilista Walter Albini. A cui susseguono i grandi dei giorni nostri: Valentino, Giorgio Armani, Gianni Versace, Franco Moschino, Prada e il duo Dolce&Gabbana. Una fotografia di noi; della nostra essenza che viene raccontata non solo dagli abiti in mostra, ma anche dai grandi fotografi  che con la loro macchina fotografica hanno raccontato la moda Paolo Roversi, Gian Paolo Barbieri e Oliviero Toscani. Si arriva fino al 2001, anno delle Torri Gemelle, che in qualche modo segna un vero proprio momento di rottura. E adesso la moda dove andrà? MFW

Noi di MyWhere che abbiamo visto in anteprima per voi la mostra vi possiamo assicurare che l’esposizione mira non a celebrare la moda in chiave nostalgica ma a  celebra i capi dei nostri stilisti italiani, come un modo di ripassare il nostro passato guardando al futuro. Non possiamo continuare a celebrare la moda italiana se non conosciamo la sua storia.

Una mostra importante dunque che ci fa aprire gli occhi. Noi siamo quello che indossiamo. Dobbiamo vedere la moda come un laboratorio creativo.

Seguiteci, scriveremo ancora della mostrando e sopratutto seguiremo tutta la Milano Fashion Week!

ITALIANA
L’Italia vista dalla moda
1971 2001
22.02 06.05.2018
Palazzo Reale, Milano
Piazza Duomo 12

Annamaria Gargani

“Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso”. Questa frase dello scienziato Albert Einstein racchiude tutta la mia personalità. La curiosità nei confronti della vita mi ha spinto a scegliere il giornalismo e la comunicazione come modo di raccontare ciò che i miei occhi vedono e le mia mente assimila come spugna. Napoletana di nascita, vivo la vita giorno per giorno, cercando sempre nuovi stimoli sia da me stessa e sia dalle persone che incontro sul mio cammino. D’altronde la vita è un cammino siamo tutti un po’pellegrini.
Annamaria Gargani

Leave a Reply

Your email address will not be published.