Panella dedica alla dea Cerere la festa del Pane

Panella dedica alla dea Cerere la festa del Pane

ROMA – Da mercoledì 21 a venerdì 23 giugno 2017 si potrà gustare il pane fatto in casa. Ritorna la Festa del Pane del panificio Panella

Nel cuore di Roma, rivive la Festa del Pane organizzata dallo storico forno Panella. Ideata negli anni ’80 da Maria Grazia Panella la festa, dedicata alla dea della fertilità Cerere, restituisce la tradizione – in uso nell’antica Roma – legata alla distribuzione gratuita di pane alla popolazione. Parteciperanno all’evento volti noti del mondo dello spettacolo.

L’azienda, che è attiva nell’Urbe dal 1929, ha deciso di ripristinare l’evento. Questo dimostra come, grazie all’impegno dei privati, la capitale possa riemergere e tornare ai fasti tradizionali. Da qui il motto prescelto “a Roma non c’è solo mondezza ma anche chi fa Feste”.

Mercoledì 21 giugno sarà allestita la piazzetta antistante il forno con balle di fieno e fasci di grano provenienti dalla campagna romana.

Giovedì 22 verrà consegnato alla popolazione del pane nelle fasce orarie 10-12-16-18.

Venerdì 23 Maria Grazia Panella racconterà la storia del pane, la sua trasformazione fino ai giorni nostri.

Panella-1057

Le tre giornate saranno rallegrate da spettacoli a sorpresa e da chiunque voglia donare un proprio contributo. È un’iniziativa, quella proposta, che soddisfa il palato in una saziante, serena e conviviale romanità.

L’antico forno Panella è noto, sia in Italia, sia all’estero, per la genuinità delle materie prime utilizzate nella creazione di prodotti che sono frutto di una lavorazione artigianale. Ogni giorno rinnova la tradizione con ingredienti che vengono lavorati con sapienza, per offrire continuamente un prodotto di altissima qualità.

Il pane è il cibo base di una sana alimentazione e, soprattutto, è simbolo di vita, nel senso più rigoglioso, rinnovato, gioioso.

Con l’antico forno Panella diviene anche una vera e propria arte da celebrare.

Annamaria Gargani

“Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso”. Questa frase dello scienziato Albert Einstein racchiude tutta la mia personalità. La curiosità nei confronti della vita mi ha spinto a scegliere il giornalismo e la comunicazione come modo di raccontare ciò che i miei occhi vedono e le mia mente assimila come spugna. Napoletana di nascita, vivo la vita giorno per giorno, cercando sempre nuovi stimoli sia da me stessa e sia dalle persone che incontro sul mio cammino. D’altronde la vita è un cammino siamo tutti un po’pellegrini.
Annamaria Gargani

Leave a Reply

Your email address will not be published.