XXX Edizione delle Universiadi: Napoli, il mondo ti guarda!

XXX Edizione delle Universiadi: Napoli, il mondo ti guarda!

NAPOLI – Al via una delle manifestazioni sportive più attese dell’anno. Si parte stasera al San Paolo con la Cerimonia d’apertura ideata e prodotta da Balich Worldwide Shows, il cui team creativo è noto per i successi di oltre 20 Cerimonie Olimpiche, da Torino 2006 a Rio 2016. La Cerimonia di Napoli 2019 rimarrà un ricordo indelebile per la città. Le Universiadi verranno trasmesse interamente (compresa inaugurazione) su Rai 2 e su Rai Sport.

18 sport, 220 medaglie in palio, 8 mila atleti partecipanti provenienti da 118 paesi. Sono questi i numeri della XXX Universiade di Napoli, in programma dal 3 al 14 luglio. L’entusiasmo nel capoluogo campano è palpabile per non parlare della ricaduta economica a dir poco notevole: l’evento è costato circa 270 milioni di euro e secondo le stime dovrebbe garantire circa 150 mila presenze, una vendita di biglietti pari a 600 mila, una spesa di circa 20-30 euro pro capite, una ricaduta di 18 milioni per parcheggi e trasporti e fino a 5 milioni di incassi per hotel e strutture ricettive.

Il logo delle Universiadi
Il logo delle Universiadi

Insomma, questa è la Napoli che ci piace, una Napoli moderna e al passo con le grandi metropoli mondiali nell’organizzazione di manifestazioni sportive, perché oltre ai ricavi che dalle prime battute sembrano addirittura superiori alle previsioni (al primo giorno già 40 mila arrivi e tutti gli alberghi sono strapieni) non possiamo non sottolineare che le Universiadi, hanno garantito la ristrutturazione di impianti storici della città delle 500 cupole, dallo Stadio San Paolo al Palabarbuto, dalla piscina Scandona allo Stadio Collana fino ad arrivare alla Mostra d’Oltremare.

CHE COSA SONO LE UNIVERSIADI

universiadi
Partenope, la mascotte delle Universiadi, simbolo della città e della sua fondazione mitologica. Secondo il mito, infatti, la città di Napoli è legata a Partenope, una sirena, che venne a morire sulle sue coste dopo aver invano cercato di fermare Ulisse nel suo viaggio verso Itaca.

L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare corrispondente ai Giochi olimpici (sia invernali sia estivi). Il suo svolgimento è biennale e vi partecipano gli atleti universitari, provenienti da ogni parte del mondo. Seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza e numero di partecipanti. Il nome “Universiade”, frutto della combinazione tra le parole “università” e “Olimpiade”, racchiude in sé uno dei concetti alla base di ogni forma di sport: l’universalità.

Per chi non lo sapesse, l’Italia è il paese che ha ospitato il maggior numero di edizioni delle Universiadi, con quella di Napoli infatti, saliamo a quota 11.

Il Direttore del MANN Paolo Giulierini e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris
Il Direttore del MANN Paolo Giulierini e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris

E quali saranno gli sport in cui i giovani prospetti si cimenteranno? Beh, semplice, le Universiadi di Napoli non avranno nulla da invidiare ai giochi olimpici! Ci sarà l’Atletica Leggera, il Calcio, la Ginnastica Artistica e Ritmica, il Nuoto e i Tuffi, la Pallacanestro, la Pallavolo, la Scherma, il Taekwondo, il Tennis e il Ping Pong, il Tiro con l’Arco (novità assoluta) e il Tiro a Segno.

TUTTI PRONTI PER L’INAUGURAZIONE AL SAN PAOLO

Stasera, 3 luglio 2019, gli occhi del mondo saranno puntati su Napoli. In uno Stadio San Paolo completamente rinnovato e gremito, alle 21,00 si svolgerà infatti l’attesissima inaugurazione, curata da Marco Balich, alla quale presiederà il Presidente Mattarella, il Sindaco De Magistris e il Presidente della Regione Vincenzo De Luca (nonostante le schermaglie tra i due degli ultimi mesi).

Se vi trovate a Napoli, avrete sicuramente ammirato la bellissima cerimonia di accensione della fiaccola avvenuta ieri, dove il Sindaco De Magistris ha guidato insieme a undici tedofori un breve percorso da Piazza Municipio fino al lungomare in Piazza Vittoria. I grandi nomi dello sport olimpico c’erano tutti, da Sandro Cuomo a Franco Porzio, da Giuseppe Abbagnale a Giuseppe Di Capua, da Mauro Sarmiento a Felicia Carraturo.

Stamattina il Sindaco De Magistris era al MANN con il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli Paolo Giulierini per l’inaugurazione della mostra Gli Assiri all’ombra del Vesuvio

SHOW ALLO STATO PURO!

Andrea Bocelli, 60 anni
Andrea Bocelli, 60 anni

La serata di stasera si prospetta a dir poco spettacolare. Non mancherà la musica, con Malika Ayane e Andrea Bocelli a vestire i panni dei mattatori. Non mancherà il tributo alla musica napoletana e anche alla rivisitazione in chiave moderna dei grandi classici del rock, con il rapper Anastasio a reinterpretare in chiave hip hop i Pink Floyd.

Per darvi un’idea di quello a cui assisteremo, ecco qualche numero: 800 performers, 550 volontari e tutte le 118 squadre di atleti pronte a sfilare al via del Sindaco.

UNIVERSIADI, PARLA MARCO BALICH: “SIAMO TUTTI MIGRANTI E PARTE DELLO STESSO MONDO”

Marco Balich
Marco Balich

Qualche ora fa, Marco Balich, ha voluto dire la sua sull’evento: “Sarà uno spettacolo con Napoli e le Universiadi al centro – dice l’organizzatore di cerimonie olimpiche – Unite dalla U, che è la lettera dei giochi universitari ma che nel nostro concept raffigura anche il Golfo di Napoli che abbraccia gli atleti”.

Molto bella anche l’iniziativa a favore dei migranti: “Durante la cerimonia d’apertura, a portare i cartelli con i nomi dei paesi ci saranno anche 40 migranti che si stanno inserendo a Napoli grazie alla cooperativa Less – ha aggiunto Balich – per ricordarci che siamo tutti migranti e parte dello stesso mondo”.

Che altro dire! Avete un motivo in più per visitare una delle città più belle del mondo!

Universiadi di Napoli Sito Ufficiale

 

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.