Arte al cinema si sposta al Prado di Madrid

Arte al cinema si sposta al Prado di Madrid

ITALIA – Arte al cinema prosegue con Il Museo del Prado. La corte delle meraviglie. Dopo GauguinLeonardo e Tintoretto avremo modo di immergerci in quel tesoro di 8000 opere d’arte che ogni anno incanta quasi 3 milioni di visitatori a Madrid.

Arte al cinema Museo del PRADO
Arte e Musei di tutto il mondo sono sempre più spesso protagonisti nelle nostre sale cinematografiche: dalle nostre poltrone possiamo così avventurarci tra le grandi meraviglie dell’arte.

Nei cinema il 15, 16 e 17 aprile Il Museo del Prado. La corte delle meraviglie è il primo viaggio cinematografico attraverso le sale, le storie e le emozioni di uno dei musei più visitati del mondo.

E’ prevista una novità d’eccezione: la partecipazione straordinaria del Premio Oscar® Jeremy Irons che guiderà gli spettatori alla scoperta di un patrimonio di bellezza e di arte a partire dal Salon de Reinos, un’architettura volutamente spoglia che si anima di vita, luci, proiezioni, riportando il visitatore al glorioso  passato della monarchia spagnola e al Siglo de Oro quando alle pareti erano appesi molti dei capolavori oggi esposti al Prado.

Allora in questo spazio si danzava, si svolgevano feste e spettacoli teatrali. Questo era uno dei cuori pulsanti di Madrid e della Spagna intera, così come lo furono il Barrio de las Letras, dove abitavano scrittori e artisti del Siglo de Oro, e, nel Novecento, la Residencia de Estudiantes, dove si incontravano gli intellettuali della Generazione del ‘27, da Buñuel a Lorca sino a Dalí.

Qui trovate l’elenco dei cinema in cui troverete il film.

la grande arte al cinema

La stagione 2019 de La Grande arte al cinema della Nexo Digital è stata densa di appuntamenti: a fine febbraio, abbiamo assistito alla produzione Tintoretto. Un ribelle a Venezia. In occasione del cinquecentesimo anniversario della nascita di uno dei giganti della pittura europea del XVI secolo, viene così celebrato l’unico artista che, al contrario di Veronese e Tiziano, nacque a Venezia e in città rimase anche durante gli anni della peste che la mise in ginocchio.

Insieme alla mostra Tintoretto 1519-1594 di Palazzo Ducale, il film ripercorre i luoghi iconici della Venezia di Tintoretto, dalla prima bottega alla Scuola Grande di San Rocco, definita ancora oggi la sua Cappella Sistina, esplorando anche le rivalità tra i più grandi artisti del tempo, Tintoretto, Tiziano e Veronese.

arte al cinema Tintoretto

Sempre nel mese di febbraio (il 18 e il 20) è stato proiettato Leonardo Cinquecento, prodotto dalla Magnitudo Film: un viaggio alla scoperta del pensiero e dell’eredità scientifica di Leonardo da Vinci proprio nel 2019, anno in cui ricorre il cinquecentesimo anno dalla sua scomparsa. Nel film i suoi Codici, completamente digitalizzati e analizzati grazie all’intelligenza artificiale, permetteranno di illustrare come le sue intuizioni siano ancora oggi valide e alla base della ricerca e della produzione contemporanea.

Leonardo Cinquecento ripercorre gli studi e i principali campi indagati dal suo genio mettendo in evidenza la trasversalità del suo pensiero: ingegneria militare e civile, urbanistica, osservazione della natura, discipline artistiche e anatomia umana.

Arte al Cinema Gauguin a Thaiti

A marzo per l’Arte al cinema abbiamo avuto la possibilità di spostarci in terre più esotiche grazie al docu-film Gauguin a Thaiti. Il paradiso perduto (25-26-27 marzo). Da Tahiti alle Isole Marchesi, per un viaggio alla ricerca del paradiso perduto, tra i luoghi che Gauguin scelse come sua patria d’elezione e attraverso i grandi musei americani dove sono custoditi i suoi più grandi capolavori. Sulle tracce di una storia che appartiene ormai al mito e sulle tracce di una vita e una pittura primordiali.

la grande arte al cinema

La stagione 2019 della Grande Arte al cinema proseguirà con Il giovane Picasso, in programmazione nelle sale italiane a maggio (6, 7 e 8) per scoprire un Picasso inedito.

Molti film hanno raccontato gli anni del suo maggiore successo: l’arte, gli affari e l’ampia cerchia di amici. Ma da dove comincia tutto questo? Cosa ha reso Picasso quel che è stato? Il film esplora i suoi inizi, per scoprire da dove si scatenò la scintilla del genio che era solito ricordare: “A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino”.

Arte al Cinema 2019 si concluderà il 27, 28 e 29 maggio con l’imperdibile Dentro Caravaggio per scoprire uno degli artisti che ad oltre cinque secoli dalla sua morte, riesce a mantenersi nel primato di successo e trasformarsi in protagonista di libri, mostre e approfondimenti.

Un grande attore di teatro, Sandro Lombardi, appassionato di Caravaggio, si muove in visita della ricca mostra milanese dedicata all’artista e affronta i grandi temi legati alla biografia e all’opera del Merisi, per dare una risposta a questa domanda e per capire che cosa lo rende un nostro complice, un artista tanto vicino a noi.

Nel 2019 la Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it. Sul sito Nexo Digital verrà pubblicato, di volta in volta, l’elenco delle sale cinematografiche.

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

One Response to "Arte al cinema si sposta al Prado di Madrid"

  1. Lamberto Cantoni
    Lamberto   6 Maggio 2019 at 09:10

    Sono curioso di vedere questi film. Spero arrivino anche a Bologna.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.