Cucina tradizionale e atmosfere toscane al Naumachia Roma

Cucina tradizionale e atmosfere toscane al Naumachia Roma

ROMA – Le mie vacanze romane sono continuate in un ristorante che lascia senza parole, sia per la prelibatezza dei piatti proposti che per la cortesia del titolare Roberto, che mi ha accolta come se fossi entrata a casa sua. Il Naumachia Roma è una tappa immancabile per chiunque si trovi nei pressi del Colosseo e ora vi racconto il perché.

Il ristorante Naumachia Roma, così come è oggi, ha mantenuto l’anima emotiva del locale di famiglia aperto dai genitori del titolare nel 1975, Giacomino e famiglia, una trattoria con 55 coperti in cui gli abitanti del quartiere si intrattenevano volentieri per fare quattro chiacchiere e per mangiare piatti tipici della tradizione romana e toscana. Sì perché è questo il segreto del successo di questo posto, questa sua doppia identità che associa le specialità gastronomiche di due regioni dove mangiare e ritrovarsi a tavola è un momento conviviale di grande importanza, e dove i sapori la fanno da padroni. A seguito di una vicissitudine familiare, dopo 4 anni il ristorante è stato dato in affitto fino al 1999, anno in cui Roberto e il fratello decidono di riprenderlo in mano e farlo risorgere a nuova vita… e non solo. In realtà infatti riescono a espandersi fino ad arrivare ai 180 coperti attuali.

Naumachia Roma
Interno ristorante

Il nome non poteva non ispirarsi all’antica Roma, vista l’adiacenza a un luogo simbolo della grandiosa civiltà che ha dato origine alla capitale italiana, cioè il Colosseo: con il termine Naumachia si intendeva sia lo spettacolo in cui si combatteva una battaglia navale sia il bacino o l’edificio in cui si teneva la rappresentazione. Dall’esterno ad angolo su via Celimontana non si intuisce l’ampiezza dell’interno che è caratterizzata da un’atmosfera calda e accogliente grazie ai mattoni a vista alternati a pareti di intonaco, all’illuminazione soffusa e alle sedie in legno in tipico stile tosco-romano; a completare la perfetta ambientazione ampie pareti adibite a vere e proprie cantine, piene di vini di altissima qualità del territorio nazionale, come il Vignanello, il San Leonardo e il Chianti, e internazionale, dai rossi ai bianchi oltre 70 etichette tra cui anche vini locali, per soddisfare le esigenze di ogni palato.

Naumachia Roma
L’ampia scelta di vini

Ma ciò che colpisce più di tutto è l’offerta del menù: fettuccine Naumachia di pasta fresca spessa condita con un ragù eseguito secondo la ricetta di famiglia con aggiunta di salsiccia luganega, tagliere di salumi toscani della zona di Greve in Chianti, mozzarella di bufala Dop di Fondi, i classici bucatini all’amatriciana con guanciale di Norcia, Chateaubriand di filetto danese di prima scelta tagliato finemente e scottato solo da un lato con olio extravergine di oliva e rosmarino accompagnato da patate arrosto e cicoria saltata, i deliziosi saltimbocca alla romana. E per i golosi imperdibile il cestino Zozzone,

Naumachia Roma
Zozzone

una cialda croccante con crema chantilly fatta in casa, fragole fresche e cioccolata calda. Questi sono solo alcuni dei piatti della golosa offerta che Roberto Micheli, titolare sì ma soprattutto chef, ha selezionato per il suo pubblico internazionale a cui ha deciso di presentare il massimo della qualità anche nella ricerca delle materie prime.

 “Tutti i piatti vengono preparati secondo ricette originali e semplici, quelle della tradizione familiare, come per esempio le fettuccine Naumachia per il cui ragù seguo attentamente la preparazione della mia nonna Toscana che lo faceva bollire per almeno 8 ore a fuoco lento, anche se mi sono preso la libertà di fare una piccola variazione aggiungendo la salsiccia luganega per mescolare un po’ di innovazione alla genuinità del passato. Inoltre ho ancora la mamma che si diletta a preparare le specialità gastronomiche più tipiche come la coda alla vaccinara, i fiori di zucca, la pajata e molti altri. Ciò su cui ho voluto puntare è proprio la qualità sia per accontentare il cliente italiano che così torna volentieri a trovarci, sia il turista che da noi può assaggiare i piatti tradizionali così come li mangerebbe se fosse ospite in una cucina casalinga di Roma.” Spiega Roberto.

Ciò che fa la differenza in un luogo come la città eterna, dove l’offerta gastronomica è sterminata, è proprio l’attenzione ai prodotti del territorio, la cortesia nell’accoglienza, le ricette semplici ma golose del Naumachia Roma e un’atmosfera dove ci si sente a casa.

Ristorante Naumachia Roma

Via Celimontana 7, Roma

Tel.: 06-7002764

Email: naumachiaroma@gmail.com

Sito web: www.naumachiaroma.com

Naumachia Roma

Naumachia Roma-Esterno
Naumachia Roma-Esterno

Naumachia Roma-Esterno ristorante
Naumachia Roma-Esterno ristorante

Naumachia Roma-Panoramica
Naumachia Roma-Panoramica

Naumachia Roma-Cantina
Naumachia Roma-Cantina

Naumachia Roma-Tavoli
Naumachia Roma-Tavoli

Naumachia Roma-Mozzarella di bufala
Naumachia Roma-Mozzarella di bufala

Naumachia Roma-Fettuccine Naumachia
Naumachia Roma-Fettuccine Naumachia

Naumachia Roma
Naumachia Roma

Naumachia Roma-Insalata
Naumachia Roma-Insalata

Naumachia Roma-Interno con cantina
Naumachia Roma-Interno con cantina

Naumachia Roma-Filetto
Naumachia Roma-Filetto

Naumachia Roma-Chateaubriand di manzo Danese
Naumachia Roma-Chateaubriand di manzo Danese

Naumachia Roma-Cestino Zozzone
Naumachia Roma-Cestino Zozzone

Naumachia Roma-Spaghetti cacio e pepe
Naumachia Roma-Spaghetti cacio e pepe

Naumachia Roma-Tagliere di salumi
Naumachia Roma-Tagliere di salumi

Be Sociable, Share!

Marta Lock

Marta Lock

Sono romanziera, aforista, saggista, ho una rubrica socio-psicologica, L’Attimo Fuggente, che parla di emozioni, sentimenti relazioni, nella complicata realtà contemporanea, e che esce ogni lunedì sul mio sito web www.martalock.net, Recensisco mostre di pittura e vado alla scoperta dei piccoli luoghi e scorci interessanti di Italia di cui raccontarvi. Scrivere è la mia vita, la mia vocazione e la mia gioia più grande.
Marta Lock

Leave a Reply

Your email address will not be published.