Festa di Scienza e Filosofia, il grande evento della cultura e della conoscenza dell’Umbria

Festa di Scienza e Filosofia, il grande evento della cultura e della conoscenza dell’Umbria

FOLIGNO – Si è conclusa il 29 aprile l’ottava edizione della Festa di Scienza e Filosofia, la manifestazione annuale che riempie le bellissime vie della cittadina umbra. Anche quest’anno un pubblico di tutte le età ha affollato le numerose sale in cui si svolgevano le conferenze, trasformando la città in una fiera a cielo aperto. Le stime parlano di circa 12mila presenze ai convegni aperti al pubblico, a cui si aggiungono quelle dedicate alle scuole, ai laboratori e agli spazi dimostrativi di Experimenta. Io non ho potuto non partecipare e ve la racconto.

Il tema scelto per l’edizione del 2018 dell’evento che ormai fa parte della tradizione folignate -evento fortemente voluto e sostenuto dalle istituzioni, Comune di Foligno e Regione Umbria, come dagli enti sostenitori come Intesa Sanpaolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e Gal Valle umbra e Sibillini – era “L’avventura dell’uomo. Da quale passato, verso quale futuro”, un argomento affascinante quanto misterioso.

Scienza
Giovanni Maria Flick, Domenico De Masi e Giuseppe Metelli

Eppure i tantissimi relatori di fama internazionale alla Festa di Scienza e Filosofia hanno spiegato all’interessato pubblico presente, quanto di questi misteri, grazie alla scienza e alla filosofia, sono stati svelati, sebbene ancora tanti ve ne siano da svelare poiché la scoperta alimenta ulteriori quesiti e nuove ricerche, in quel moto continuo del tutto scorre e tutto si trasforma tanto caro a Eraclito. Perché ciò che l’uomo non smetterà mai è proprio continuare a farsi domande. Dunque filosofia e scienza entrano nella nostra vita quotidiana e ne spiegano il divenire, ne mutano gli aspetti micro e macro di tutto ciò che avviene intorno a noi, ne determinano il cambiamento nel modo di produrre, di lavorare, di viaggiare, di comunicare, di acquistare e creano un nuovo modo di concepire la vita. Si è parlato di ogni argomento nei quattro giorni della festa della cultura umbra, iniziata giovedì 26 aprile e conclusa domenica 29, dalla fisica della materia a quella delle nanoparticelle, dalla matematica della politica alla zooantropologia, dalla filosofia della mente alla linguistica, dalla comunicazione ai terremoti passando per i buchi neri.

Scienza
Locandina edizione 2018

Tutti termini che possono spaventare un profano eppure i bravissimi esperti, eminenti scienziati e filosofi, hanno saputo esporre con la massima chiarezza le tematiche legate al loro campo d’azione, utilizzando un’immediatezza del linguaggio che è riuscita ad arrivare a tutto il pubblico presente, uscito dalle conferenze con la gioia di aver capito di più di quel misterioso percorso evolutivo che ci ha portati, nel tempo di una manciata di secoli, a essere qui oggi con consapevolezze e conoscenze di cui dobbiamo ringraziare le grandi menti che hanno fatto da traino al progresso. I professori referenti di Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscenza sono stati Edoardo Boncinelli, fisico e genetista, che ha chiuso il 29 aprile presso l’Auditorium San Domenico l’ottava edizione con un intervento dal titolo La storia della vita. Dalle stelle alle stelle; Giulio Gioriello, filosofo, matematico ed epistemiologo; Silvano Tagliagambe, filosofo ed epistemiologo; Roberto Battiston, fisico e Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana; Massimo Arcangeli, linguista. Le conferenze erano divise in sezioni: Cervello e mente, I cambiamenti climatici, Le migrazioni, La conquista dello spazio, I rischi naturali e la Scienza per conviverci razionalmente. Questa suddivisione ha reso possibile al pubblico di crearsi un proprio percorso conoscitivo e di seguire le conferenze a cui erano più interessati tra le moltissime dislocate nei più bei palazzi e teatri cittadini. Grandi i nomi dei relatori che hanno arricchito l’edizione del 2018: Paolo Crepet,

Scienza
Paolo Crepet

Palo Nespoli, Gino Strada, Leo Turrini, Antonio Ereditato, Claudia Bordese, Mauro Ceruti, Alessandro Amato, solo per citarne alcuni. Un evento davvero unico e di grande spessore conoscitivo e culturale ideato dal direttore del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno, Pierluigi Mingarelli, in collaborazione con Giuseppe Metelli e realizzato con Oicos Riflessioni di cui è presidente il professore Paolo Ansideri. Ma i veri grandi protagonisti dell’edizione di quest’anno sono stati i giovani, ragazzi e ragazze che sono stati parte attiva nella costruzione dell’ottava edizione e che nei quattro giorni di Festa, sia come volontari sia nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, hanno collaborato attivamente per far sì che l’edizione potesse essere il successo che, di fatto, è stata. Inutile dire che organizzatori e promotori sono già in movimento per l’edizione del 2019.

FESTA DI SCIENZA E FILOSOFIA

Foligno Dal 26 al 29 aprile 2018

 

CONTATTI Sito web: http://www.festascienzafilosofia.it/

Festa Scienza e Filosofia 2018

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Scienza
Scienza

Be Sociable, Share!

Marta Lock

Marta Lock

Sono romanziera, aforista, saggista, ho una rubrica socio-psicologica, L’Attimo Fuggente, che parla di emozioni, sentimenti relazioni, nella complicata realtà contemporanea, e che esce ogni lunedì sul mio sito web www.martalock.net, Recensisco mostre di pittura e vado alla scoperta dei piccoli luoghi e scorci interessanti di Italia di cui raccontarvi. Scrivere è la mia vita, la mia vocazione e la mia gioia più grande.
Marta Lock

Leave a Reply

Your email address will not be published.