Pitti Bimbo ci racconta la favola di Pèpè

Pitti Bimbo ci racconta la favola di Pèpè

Siamo stati nel regno dell’infanzia, al Pitti Bimbo 83, che si è svolto dal 23 al 25 giugno alla Fortezza da Basso a Firenze. 
Questa fiera si rivolge ad un pubblico sempre più esigente in fatto di qualità e molto attento alle tendenze della moda: si, stiamo parlando dei nostri bambini!

Nato come un settore minore, il Kidswear oggi fa concorrenza all’abbigliamento per adulti quanto a ricerca di stile e valore economico. Ogni anno nuove startup e brand emergenti si affacciano su questo mercato in continua espansione ed i marchi storici ampliano le loro licenze con l’abbigliamento per l’infanzia.
Se ci sono state stagioni in cui gli abiti per i più piccoli erano soltanto la copia in miniatura dei vestiti dei loro genitori, oggi non é più così.

E ce lo dimostra proprio Pitti Bimbo, fiera di riferimento del settore, che a Firenze propone ogni stagione le tendenze e le novità in fatto di abbigliamento per l’infanzia. I numerosi espositori provenienti da tutto il mondo coprono ogni aspetto ed esigenza della giornata di un bambino: dall’abbigliamento per neonati alle diverse fasce d’età, dalle scarpe agli accessori e agli occhiali da sole.

I bambini di oggi sono tra i consumatori più esigenti. Mentre i più piccoli ricevono ancora input da cinema e televisione, quelli che fanno parte della fascia pre-adolescenziale sono già ampiamente inseriti nel mondo dei social network.

Il fattore qualitativo del prodotto non è mai stato così importante quanto nel segmento Kidswear. E se in tempi di crisi per gli adulti si tagliano i costi, per i bambini non si bada a spese. Ecco perché i nuovi brand che si approcciano a questo settore, devono riuscire ad offrire un rapporto qualità/prezzo soddisfacente, strizzando l’occhio allo stile e alle tendenze del momento.

Uno degli stand più interessanti, che abbiamo avuto il piacere di visitare é quello del brand Pèpè.
Nostalgic but chic, family but contemporary, clear but lyrical, refined but material, quiet but playful, functional but soft”. Queste le definizioni che Paola e Dario Pizzetti danno del marchio, che hanno fondato a Vigevano (PV).

Con il marchio Pèpè hanno voluto proporre sul mercato una scarpa da bambino dal sapore artigianale, con una connotazione molto personale e ben riconoscibile.
Il risultato è una calzatura armoniosa e semplice, che riunisce aspetti retrò e contemporanei, facendone un prodotto unico e puro. Totalmente made in Italy la scarpa Pèpè si riconosce per i pellami ricercati e di alta qualità e per le sperimentazione di colori e materiali insolite per il settore calzaturiero.

Pepè Pitti BIMBO

La nuova collezione P/E 2017 “Two con me”, seconda linea del marchio, é progettata in Italia come la prima, ma prodotta in Europa. Questa linea rinnova i modelli basici con creatività, proponendo una serie di sandali pop e colorati ispirati al mondo del circo e decorati con borchiette e frange.
In questo gioco i fiori grafici si mescolano a superfici animalier zebrate o leopardate.

Insomma Pèpè fa partire i nostri bambini con il piede giusto, offrendo comfort e design ed educandoli fin da piccoli alla meravigliosa tradizione artigianale, che ha reso grande l’Italia in tutto il mondo!

Pitti Bimbo

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pèpè

_Pitti Bimbo

_Pitti Bimbo

_Pitti Bimbo

_Pitti Bimbo

_Pitti Bimbo

_Pitti Bimbo

Beatrice Caprarella

Pugliese emigrata nella capitale.
Mia madre, nata a Milano e cresciuta a Roma mi ha trasmesso il concetto di multiculturalità e la capacità di adattarmi ad ogni contesto e situazione senza essere limitata dalle mie radici. Appassionata di storia della moda, fotografia e cinema. Folle d’amore per le grandi dive del passato. Laureata in Fashion Design, ho scoperto ben presto che una buona idea mal comunicata non avrà mai successo. Una importantissima esperienza nell’alta moda ha formato il mio gusto e la mia attenzione ai dettagli e mi ha permesso di partecipare a mostre ed eventi spettacolari in Italia e all’estero.
Beatrice Caprarella

Latest posts by Beatrice Caprarella (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.