Uno show energetico dal nome iD per il CIRQUE ELOIZE

Uno show energetico dal nome iD per il CIRQUE ELOIZE

Ieri c’è stata la prima dello show iD di CIRQUE ELOIZE al Teatro Brancaccio di Roma. Purtroppo lo spettacolo sarà qui solo per poco più di una settimana, fino alla domenica di Pasqua del 5 aprile 2015. Quando ho visto l’intervista di Fiona May, madrina dello show, il suo entusiasmo era tale che mi sono ripromessa di andare a constatare di persona. D’altronde se una sportiva come lei garantisce che lo spettacolo non è solo acrobazie e forza fisica ma anche un dinamismo ricco di nuove energie, dallo spirito giovane, così come i protagonisti e le musiche che lo accompagnano, non si poteva che crederle.


Ed infatti non sono rimasta affatto delusa. Sin dall’inizio si rimane rapiti da impensabili ed ardite acrobazie che evolvono in ginniche evoluzioni. Dallo sfondo dapprima romantico, che si incupisce tra note classiche fino a prendere un ritmo latino americano, ci si lascia coinvolgere da volteggi di storie d’amore. Poi la musica sale, diventa break dance, e qui anche i super eroi, dall’uomo ragno in poi, sembrano superati nella lievitazione su cavi, funi e pendii nell’alternanza di danze tribali e combattimenti. Tra volteggi ed acrobazie, si incontrano discipline sportive ed arte da strada. Le scenografie cambiano a ritmo di musica, e le video proiezioni si dischiudono su mondi virtuali, e noi ci sentiamo immersi in un video gioco mentre si passa dal sound latino americano all’ambient stile “buda bar”.
Ambientato nelle strade di una metropoli contemporanea, ogni scena ci stupisce e coinvolge grazie al coinvolgimento dei giovanissimi artisti che a ritmo di musica rap e break dance danzano e compongono volteggi nell’aria, a volte con la bici ed a volte in salti acrobatici.

In scena sono in tutto sedici artisti che praticano le dodici discipline circensi fuse alla nostra cultura urbana. Si rimane incantati dall’energia esplosiva delle acrobazie, tra danze e performance artistiche di pura potenza sportiva che miscela la break dance coi suoni e la musica della scena underground. La musica elettronica rock e poetica fa da colonna sonora alle proiezioni video, che valorizzano sia l’aspetto metropolitano che la freschezza che caratterizza tutto lo spettacolo.  La storia è ambientata nel cuore di una città futuristica pensata come crocevia tra fumetti, film di fantascienza e l’universo dei graffiti.

Grazie infatti all’utilizzo del linguaggio di strada, alla spettacolarizzazione della filosofia “street”, le performance del Cirque Éloize portano in scena questo nuovo modo di concepire il circo con una nuova lettura che ne rappresenta un ulteriore passo avanti.

Infatti dobbiamo ricordare che questo show, dopo aver contribuito al successo del Cirque du Soleil in Italia, ha introdotto un linguaggio nuovo donando così un nuovo valore alla parola “circo”.

È un mondo nuovo, contemporaneo e futurista quello dove veniamo catapultati. Coinvolti dalla urban dance, breakdance e dall’hip hop si sente pulsare il cuore di una città fantascientifica, che attraversiamo ballando.

Lo spazio pubblico diventa un posto dove incontrarsi, un luogo di passaggio, un quartiere in cui i clan si sfidano. Dove si intessono amicizie o dove l’amore nasce e si dissolve.  Lo show iD è uno spettacolo che si rivela una vera avventura.

La leggerezza e plasticità nel “signore degli anelli” che sfida ogni legge di gravità esistente ci affascina mentre il corpo di ballo volteggia intorno ad una danzatrice con il cerchio. Atleti dalla ginnastica artistica a quella ritmica, discipline che s’intrecciano senza sosta. Lo spettacolo vola via veloce ed intenso tra il ritmo delle acrobazie incalzante e l’incremento dei battiti cardiaci che segue le onde di una meravigliosa selezione musicale che accompagna gli equilibrismi.

Il Direttore Artistico Jeannot Painchaud evidenzia che il Cirque Éloize ha sempre creato spettacoli basandosi sul magico incontro creato tra artisti dai diversi orizzonti creativi. E questo approccio artistico multidisciplinare, arricchito dall’internazionalità del cast, rende lo show ancora più unico: è sicuramente un’esperienza da fare! Assistere ad ID apre gli orizzonti culturali ponendoci in un rapido confronto con le nuove forme dell’arte e dello show business.

SINOSSI

Il CIRQUE ÉLOIZE rappresenta con i suoi 4000 spettacoli in 440 città di 40 Nazioni diverse la nuova concezione del “circo”. Niente più animali, tendoni e “palcoscenici di sabbia”, Cirque Éloize offre uno show nuovo e di pura energia, basato unicamente sul totale e coinvolgente approccio multidisciplinare dei suoi artisti. ÉLOIZE detto [EL_WAZ] è una parola nativa dell’Iles- de-la Madeline – oggi provincia di Quebec – che significa “lampi di luce incandescenti all’orizzonte”. Proprio quest’immagine ha ispirato il fondatore, perché la luce e i lampi di energia pregni di calore nutrono e ricaricano lo spirito degli artisti. CIRQUE ÉLOIZE, che dal 1993 crea e porta in scena in tutto il mondo i propri spettacoli, è la culla del rinnovamento delle arti circensi. Gli show si basano sul talento multidisciplinare degli artisti ed esprimono la loro natura innovativa attraverso la forza teatrale e umana, la danza e la recitazione mixate con originalità sorprendente. ID – The Show iD è una creazione di Jeannot Painchaud, presidente e direttore artistico del CIRQUE ÉLOIZE, che con i suoi artisti porta in scena tutta la forza della vita contemporanea urbana. Lo spettacolo propone 15 artisti, tutti di nazionalità diverse, che interpretano 12 discipline circensi (Trampolieri, hand balancing, giocolieri, pattinatori, urban dancing, trapezisti, Chinese pole, Trial Bike, Straps, Contorsionismo, e Acrobatica varia).

Show iD di CIRQUE ELOIZE

IL TOUR iD debutterà al Brancaccio di Roma il 25 marzo e rimarrà in scena fino al 4 aprile. A seguire il tour toccherà le città di Bologna (Teatro Europauditorium dal 10 al 12 aprile), Firenze (Teatro Verdi dal 15 al 19 aprile) e Napoli (Teatro Palapartenope dal 23 al 26 aprile).

scritto e diretto da
JEANNOT PAINCHAUD
produttore esecutivo
JONATHAN ST-ONGE
scenografo ROBERT MASSICOTTE
designer acrobatico
KRZYSZTOF SOROCZYNSKI
consulente artistico
MOURAD MERZOUKI
compositori JEAN-PHI GONCALVES
e ALEX MCMAHON
costumista LINDA BRUNELLE
lighting designer
NICOLAS DESCOTEAUX
co-progettista di video
ALEXIS LAURENCE
make-up designer
SUZANNE TRÉPANIER

Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.