Disabilità: l’inclusione è una realtà possibile, il convegno di Valmontone

Disabilità: l’inclusione è una realtà possibile, il convegno di Valmontone

ROMA – Venerdì 6 dicembre, l’Aula Magna della Scuola Media “G.Zanella”, ospiterà, dalle ore 15, il convegno “L’inclusione è una realtà possibile”, evento strettamente correlato con la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. Tutti i dettagli.

La discriminazione contro qualsiasi persona sulla base della disabilità, costituisce una violazione della dignità e del valore della persona umana”. Prendendo spunto dal testo rilasciato dalla Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006, vi segnaliamo un evento molto importante legato a questa importante tematica. Venerdì 6 dicembre, l’Aula Magna della Scuola Media “G.Zanella”, ospiterà, dalle ore 15, il convegno “L’inclusione è una realtà possibile”, evento strettamente correlato con la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità svoltasi martedì 3 dicembre in tutto il mondo.


L’iniziativa di Valmontone, ha come obiettivo quello di far fronte comune contro ogni tipo di barriera, non solo architettonica, ma anche culturale e sociale legata alle disabilità.

L’INCLUSIONE E’ UNA REALTA’ POSSIBILE: LE PAROLE DI FLORIANA NARDECCHIA, CONSIGLIERA DELEGATA AI SERVIZI SOCIALI CITTA’ DI VALMONTONE

Firmatari della Convenzione per i diritti delle persone con disabilità
verde scuro: stati partecipanti
verde chiaro: stati non partecipanti firmatari
grigio: stati non partecipanti e non firmatari

Al di là delle vetrine social e degli slogan della giornata occorre puntare ad un reale cambiamento culturale, partendo da alcune considerazioni e verità.

Bisogna chiarire prima di tutto cosa vuol dire essere persona disabile. La persona disabile è un individuo unico, che ha una propria identità e delle caratteristiche proprie. Come tutte le persone è titolare del diritto di uguaglianza. Spesso le persone disabili vengono accusate anche da chi rappresenta l’istituzione di essere eccessivi nelle richieste.

I bisogni individuali, le energie necessarie e le spese che la famiglia della persona disabile deve affrontare per permettergli una vita degna di essere vissuta sono maggiori rispetto alle famiglie che non vivono la disabilità, l’inclusione in una società che vuole essere chiamata civile non può essere fatta solo di facciata ma garantita attraverso i progetti di vita individualizzati. La Costituzione e la normativa garantiscono a tutti i cittadini comprese le persone con disabilità il diritto all’accessibilità sociale secondo i principi di pari opportunità, il diritto alla vita indipendente, all’autodeterminazione il diritto allo studio ed al lavoro per una libera partecipazione inclusiva alla vita della società”.

L’INCLUSIONE E’ UNA REALTA’ POSSIBILE: IL PROGRAMMA COMPLETO DEL CONVEGNO

disabilità

Ore 15: Saluti Istituzionali: Alberto Latini, Sindaco di Valmontone, Floriana Nardecchia, Consigliera delegata ai Servizi Sociali.

Ore 15:30: L’Inclusione scolastica

Prof.ssa Antonietta Fusillo, Dirigente Scolastico I.C. Madre Teresa di Calcutta

Ore 16: Presentazione del PEBA (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche).

Ore 16:30: Qualità della vita e progetto individuale nell’inclusione sociale e lavorativa di giovani con Autismo Severo. Maurizio Ferrero, Presidente Cooperativa Garibaldi.

Ore 17: Inclusione scolastica e necessità di pianificazione del progetto di vita. Stefania Stellino Presidente ANGSA LAZIO.

Ore 17:30 Diritto al lavoro e tutele delle persone disabili. Fiorella Puglia – Responsabile Dipartimento Politiche Disabilità CGIL Roma e Lazio

Ore 18: Dibattito e conclusioni

Autore MyWhere

Leave a Reply

Your email address will not be published.