Ridendo e scherzando, il ritratto di Ettore Scola

Presentato alla Festa del Cinema, oltre 50 anni di cinema nel documentario delle figlie con Pif

Si intitola Ridendo e scherzando il documentario dedicato alla vita, all’impegno e alla carriera di Ettore Scola, realizzato dalle figlie Paola e Silvia Scola e presentato alla Festa del Cinema di Roma all’Auditorium, in Sala Petrassi. Grande la partecipazione di un pubblico, mi piace sottolineare di tutte le età, molto affezionato a questo artista, un pubblico che ha tributato una vera e propria standing ovation a uno dei maestri del cinema italiano specialmente del secondo dopoguerra, quegli anni Settanta e Ottanta contrassegnati da divisioni culturali, politiche e generazionali  e dai  suoi capolavori C’eravamo tanto amati (1974), Brutti sporchi e cattivi (1976), Una giornata particolare 1977) e La terrazza (1987), dopo la lunga esperienza come sceneggiatore e regista di molte commedie all’italiana (di Totò, Sordi e Gassman).

Il documentario è un ritratto molto intimo, con lui a rievocare, raccontare, commentare in prima persona, con l’ausilio di filmati d’archivio, filmini domestici, e backstage dei suoi film, e l’aiuto di un’ottima spalla, il sorprendente Pierfrancesco Diliberto, in arte PIF.

Una sorta di auto-racconto dei momenti salienti della sua esperienza cinematografica, molto divertente, che si avvale anche del garbo e dell’ironia PIF che lo accompagna attivamente nella narrazione tramutandosi, a seconda delle necessità, in intervistatore, voce, spalla comica, tanto che il titolo Ridendo e scherzando finisce per calzare a pennello a questo documentario.

Ridendo e scherzando sono passati più di 50 anni dal primo film di Ettore Scola. Era il 1964, anno del suo esordio, con Se permettete parliamo di donne, con l’amico di sempre Vittorio Gassman (amicizia molto sottolineata durante la proiezione all’Auditorium). Poi in rapida successione vennero “La congiuntura” e “L’arcidiavolo” e le Grandi le sceneggiature, apprezzate in Italia e all’estero (soprattutto in Francia), di film come Un americano a Roma”, Il sorpasso, I mostri, e il film drammatico Io la conoscevo bene.

Scola, dopo l’esperienza della commedia all’italiana, approda negli anni ’70 a un cinema d’impegno indimenticabile che mette in scena personaggi memorabili. Senza perdere quella capacità di raccontare storie con antieroi e uomini e donne comuni, continuando ad usare anche il registro della comicità, riesce a parlare a tutti, a ridare nuovo lustro e inattesi ruoli a miti del cinema italiano come Marcello Mastroianni e Sophia Loren che ne La giornata particolare tornano a toccare punte molto alte del loro talento di attori. I suoi personaggi mettono in scena i marcati contrasti di una società italiana ormai costretta a fronteggiare in famiglia, nei condomini, nel quartiere tradizione e cambiamento e, in alcuni casi degrado (Brutti sporchi e cattivi).

Insomma, “una giornata particolare” all’Auditorium che questa decima edizione ci ha regalato nel perfetto stile del direttore artistico Antonio Monda che vuol celebrare prima di tutto il cinema e i suoi uomini migliori, come Ettore Scola

attends the red carpet for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends the red carpet for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends a photocall for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends a photocall for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends the red carpet for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends a photocall for 'Ridendo E Scherzando' during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

attends the red carpet for ‘Ridendo E Scherzando’ during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy.

Description

ROME, ITALY – OCTOBER 18: Silvia Scola, Ettore Scola, Paola Scola and Gigliola Scola attend the red carpet for ‘Ridendo E Scherzando’ during the 10th Rome Film Fest on October 18, 2015 in Rome, Italy. (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.