Triplo: dove l’unicità incontra l’inaspettato

Triplo: dove l’unicità incontra l’inaspettato

Durante le sfilate della moda internazionale di AltaRoma avremo un’occasione in più per vivere questo quartiere. Passeggiando per Roma accade spesso di imbattersi in zone particolari dove l’atmosfera del luogo avvolge ed incanta.  Roma è una città con un’anima attiva tra classicità e contemporaneità, dove ogni angolo racconta di una storia e noi passanti siamo i suoi spettatori. La bellezza dei suoi racconti esiste nei suoi quartieri e spesso nascono tra essi spazi carichi di unicità e familiarità difficili da trovare in altri luoghi. Al Flaminio, due passi da Piazza del Popolo e vicino a Villa Borghese si trova un locale che raccoglie in sé tutta la particolarità e l’originalità del posto: Triplo, ristorante unico nel suo genere si propone ai clienti con un’ottima accoglienza ed una visione internazionale dei propri servizi. Per entrare nel mondo Triplo basta colpire il batacchio di un portone, un semplice toc toc e si viene accolti nel locale con calore ed ospitalità tanto da sentirsi invitati in casa da un amico o un parente. La semplicità e l’attenzione rivolta ai clienti sono dei punti di forza di questo locale, unico nel suo genere per la posizione e l’arredamento, uno stile industriale ma caldo in cui il giusto mix tra legno e ferro si sviluppa lungo i  tre piani della palazzina. Ogni piano del locale è accogliente e piacevole: entrando il bar offre una prima colazione invitante da gustare ai tavoli in tranquillità e calma avvolti dal suono della musica jazz e blues. Salendo al primo piano una sala accogliente per gustare il pranzo, un aperitivo con gli amici o la cena  e nell’ultimo piano un’incantevole terrazza dove poter gustare piatti tipici romani ammirando le bellezze del posto.  Il servizio offerto è in funzione della tranquillità e della comodità del cliente, unico ed originale nei  piatti proposti,  è  un’esplosione di creatività in cui la tradizione romana incontra l’innovazione.

Molto apprezzati e sempre richiesti, i primi piatti classici sono proposti in chiave moderna, come cacio e pepe con scorza di limone o la gricia con fiori di zucca e guanciale croccante. La passione per la sperimentazione si nota anche per i secondi piatti, un esempio sono gli straccetti con senape e limone ed i fagottini di scamorza affumicata o gli hamburger rivisitati come il noto Hamburger Triplo di Legumi, fagioli rossi su un letto di rucola e salsa realizzata dallo chef. Da provare l’aperitivo servito nel piatto, un menù pensato ad hoc,  tutto homemade, dalle salse ai contorni, accompagnato da cocktail originali in cui l’attenzione e la cura nella realizzazione sono uniti all’idea di sperimentazione, dove la creatività incontra l’inaspettato.

Triplo è un’esperienza da vivere,  l’atmosfera calda e avvolgente lascia ai visitatori la sensazione di sentirsi a casa dove il clima viene interrotto solamente dai singoli colpi al battente della porta. Si chiede di entrare e vivere un’esperienza unica nel suo genere in cui la polifunzionalità del posto si affianca alla passione per la cucina e l’innovazione dei piatti si unisce alla semplicità dei valori trasmessi: ospitalità, accoglienza, professionalità. Si entra nel mondo di Triplo avvolti da un caloroso benvenuto e si esce da quella atmosfera con un arrivederci, a domani.

TRIPLO

FOTO di Nicoletta Botticelli

Info:
Triplo
Via Flaminia 64, 00196 Roma
Tel 06 3600 6160

www.triploroma.com
FACEBOOK

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.