Il via della nuova stagione degli Amici della Musica di Modena

Dal 25 ottobre al Teatro Troisi di Nonantola la nuova annata musicale. In programma 24 concerti e tanto altro.

Prende il via domenica 25 ottobre alle 17.00, al Teatro Troisi di Nonantola, la stagione concertistica 2015/16 degli Amici della Musica di Modena un’associazione che è diventata un punto di riferimento per la promozione di iniziative culturali e musicali a Modena e provincia.  Anche quest’anno musicisti, addetti ai lavori e ascoltatori di tutte le età si ritroveranno durante la stagione musicale per presentare e condividere musiche, idee, progetti, esperienze di ascolto attraverso concerti, lezioni-concerto e conferenze, spesso collegati a veri e propri progetti di educazione musicale per scuole e università. Un’associazione, in pratica, che dà precedenza alla partecipazione musicale più che all’intrattenimento musicale.

Ma veniamo ai dettagli emersi nella conferenza stampa di presentazione della stagione 2015-16:

24 concerti, 7 Concerti d’Inverno (sezione che approfondisce il repertorio ‘colto’ del Novecento), 15 Note di Passaggio (dedicato alla valorizzazione delle risorse musicali presenti sul territorio), 1 Festa della Musica, 1 AdAdM (l’appuntamento “progettuale” della stagione tra addetti ai lavori, musicisti e cittadini)

Buon Ascolto: AdM per tutti (incontri, lezioni, conferenze per ascoltatori di tutte le età), AdM per le scuole (Lezioni-concerto e laboratori per le scuole)

Visite guidate a luoghi d’interesse nei comuni di Note di Passaggio (Castelnuovo Rangone, Nonantola, San Cesario, Spilamberto)

Viaggio culturale-musicale a Friburgo

Il primo appuntamento, sarà l’atteso concerto dell’Orchestra del Baraccano, diretta dal suo fondatore Gianbattista Giocoli che presenterà al pubblico nonantolano, con un ensemble di 13 elementi, arrangiamenti originali per orchestra da camera di Sinfonie, Preludi e Intermezzi tratti dalle opere liriche più famose della tradizione italiana (domenica 25 ottobre alle 17.00 al Teatro Troisi di Nonantola).

Il Direttore Artistico, il musicista e compositore Claudio Rastelli, ha illustrato nel dettaglio il programma sottolineando in particolare che ogni evento sarà un’occasione di aggregazione e di confronto delle comunità locali con i diversi progetti: “si seguirà un percorso musicale e artistico associando ad un concerto la visita a una delle tante eccellenze culturali presenti sul territorio”, come nel caso delle manifestazioni che si sono tenute in occasione del consolidamento antisismico e del restauro della Torre del Pennello della Rocca di Vignola.

Alla conferenza stampa che si è tenuta nell’originale location del Caffè del Teatro delle Passioni, erano presenti, accanto al Presidente dell’associazione Amici della Musica di Modena Andras Gemes, ed il Direttore Artistico, Claudio Rastelli,  diverse autorità politiche locali, Stefania Grenzi, assessore alla Cultura,  e l’assessore di Vignola, con la delega alla cultura,  Monica Maisani.

Tra le tante date previste, ci piace in particolare richiamare l’appuntamento  del 19 marzo al Teatro Cantelli di Vignola, un’occasione per riscoprire le Quattro stagioni di Vivaldi, presentate in un arrangiamento originale per violino e fisarmonica da Francesco Comisso e Luca Piovesan.

MyWhere augura ogni bene a questa interessante e originale stagione musicale! Il programma può essere scaricato dal sito http://www.amicidellamusicamodena.it/.

Copyright Robin T Photography 2015 – All rights reserved – Use by permission

claudio-rastelliamici_della_musica

Claudio Rastelli

Claudio Rastelli

Stefania Grenzi

Stefania Grenzi

Il Presidente Andras Gemes

Il Presidente Andras Gemes

Monica Maisani

Monica Maisani

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.