Friuli Venezia Giulia. Vi faccio da guida in una regione tutta da scoprire

Friuli Venezia Giulia. Vi faccio da guida in una regione tutta da scoprire

ITALIA – Una mini guida che illustra tutte le località turistiche della regione più a est del nostro Bel Paese. Tutti coloro che vogliono passare delle vacanze in Friuli Venezia Giulia,  possono decidere di optare sia per il mare sia per la montagna. Il territorio del Friuli Venezia Giulia offre scenari marini e montani.

Scenari Marini in Friuli Venezia Giulia

Nel primo caso, gli amanti del mare, possono immergersi nelle acque cristalline e prendere la tintarella, nelle bellissime spiagge del territorio.  Possiamo ammirare sabbie e bianche rocce che ci permettono di vivere la nostra esperienza estiva. Per gli amanti della sabbia, possiamo ammirare le spiaggie di sabbia dorata nelle località balneari di Lignano Sabbia D’oro e a Grado, mentre la sabbia  bianca e rocce a  picco sul mare, le possiamo trovare nella bellissima città di  Trieste, affascinante città mitteleuropea che si affaccia sul mare. Non  a caso, il mare e le spiagge più belle del Friuli  sono quelle del Mare di Grado, del Mare di Lignano Sabbie D’oro e infine del Mare di Trieste.  Tutti i litorali friuliani sono dotati di massimo confort, attrezzature per il fitness e il divertimento. E’ possibile effettuare e praticare sport acquatici, ma anche sport come beach arena, effettuare escursioni in barca o motonave e noleggiare barche con e senza patente.

Scenari Montani in Friuli Venezia Giulia

Ma il Friuli Venezia Giulia è anche un territorio che offre, soprattutto,  numerose prospettive anche per gli amanti della montagna sia durante il periodo estivo sia durante quello invernale.  Se vogliamo passare delle ore in tranquillità lontani dallo stress della città, possiamo organizzare delle giornate alla scoperta dei luoghi più incontaminati come per esempio le Dolomiti Friuliane che sono patrimonio dell’Umanità Unesco e sono considerate la  parte più incontaminata dell’intero gruppo dolomitico, le Alpi Carniche (le più antiche dell’intero arco alpino  che ci permettono di ammirare fossili dell’intera scala del tempo geologico) e infine le Alpi Giulie caratterizzate da foreste millenarie e laghi pittoreschi e considerate un vero e proprio paradiso per tutti gli scalatori.  In ogni caso,  le loro guglie montane restituiscono i colori del tramonto  e sono sempre oggetto di foto da parte di fotografi professionisti e persone che esplorano per la prima volta questo territorio. D’inverno è possibile sciare sulle varie piste che la regione offre e praticare attività ed escursioni sulla neve  come le ciaspolate, quelle con le motoslitte, e quelle con le slitte trainate da cani (sleddog). E’ inoltre possibile praticare all’interno delle numerose strutture attrezzate  gli sport quali il pattinaggio, il curling e  l’ice climbing.

Percorsi d’arte e culturali in Friuli Venezia Giulia

Ma il Friuli Venezia Giulia è molto di più; infatti troviamo anche percorsi di arte e culturali e percorsi che ci rifanno rivive l’esperienza della Grande Guerra ( I Guerra Mondiale).  Troviamo località accoglienti che presentano musei,  ville e palazzi, gallerie, siti storici di notevole rilevanza.  I principali itinerari che ci permettono invece di vivere l’esperienza della Prima Guerra Mondiale sono i seguenti: Trieste e Carso triestino, Gorizia, Carso isontino e Collio, Cividale e Valli del Natisone, Udine, retrovie friulane e Pordenonese, Alpi Giulie e Carnia.  In questo particolare contesto, ricordiamo  la guida dedicata alla Regione Friuli-Venezia Giulia, sia per i turisti, sia per i cittadini friulani, ovvero Friuli Vimado, la più descrittiva guida turistica della zona che da anni ci fornisce un supporto utile per la scoperta del territorio Fiuliano. La nostra vacanza sarà allietata sia durante i mesi estivi sia durante quelli invernali, da concerti, eventi e festival che contribuiscono ad arricchire l’offerta turistica del Friulia Venezia Giulia. Non mancano poi i percorsi enogastronomici come la strada del vino e dei sapori che ci fanno scoprire i mille gusti e le prelibatezze culinarie della zona e i percorsi più o meno difficoltosi per tutti gli appassionati di mountain bike e trekking.

Gianluca Bottiglieri

Gianluca Bottiglieri

Napoletano, classe ’91. Tre passioni nella vita: calcio, musica e scrittura. Dopo aver conseguito il Tesserino da Giornalista pubblicista ho collaborato per diverse testate online e cartacee parlando di tutto un pò. Amo scrivere per documentarmi, per avere “la scusa buona” per approfondire le mie conoscenze. Che sia con una tastiera, un display o con una penna poco cambia. Di recente ho acquistato una Olivetti Lettera 35 del 1972, proprio per non farci mancare nulla. Spero di allietare chiunque legga i miei articoli, suscitare interesse, generare discussione!
Gianluca Bottiglieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.