Racconti Horror, intervista ad Amico Diverte: la Paura vera è sul Tubo!

Racconti Horror, intervista ad Amico Diverte: la Paura vera è sul Tubo!

ROMA – Continua il nostro viaggio nello sconfinato mondo di YouTube. Oggi vi parliamo del progetto di Fabrizio Gherardi, in arte Amico Diverte, che nel suo canale Racconti Horror, riesce a farci rivivere la stessa atmosfera vissuta vedere un film di paura. Ecco a voi la nostra intervista con lui!

Lasciate ogni speranza o voi che entrate! Se siete appassionati di storie e racconti horror, allora vi trovate nel posto giusto! Oggi vi raccontiamo di Amico Diverte, alias Fabrizio Gherardi, che nel suo canale YouTube, Racconti Horror, offre ai suoi followers un mix di storytelling e spiccata capacità narrativa al servizio dell’Horror puro. Le sue storie, scritte e ideate naturalmente, terrorizzano chiunque e si rifanno ai grandi decani del genere con influenze provenienti dal cinema, dalla letteratura e dalle serie tv.

Il progetto di Fabrizio ci ha colpito, non solo per i numeri acquisiti nel corso del tempo (20 mila iscritti e video che superano le 170 mila views su YouTube) ma soprattutto per l’originalità; raccontare storie e farlo così bene, è un’operazione complessa. Amico Diverte riesce nell’impresa di farci rivivere nei suoi video la stessa atmosfera vissuta vedendo un film dell’orrore, innescandoci inquietudine, paura e curiosità.

Ma bando alle presentazioni, ora è tempo di conoscere il personaggio in questione. Ecco a voi la nostra intervista esclusiva con Amico Diverte di Racconti Horror.

RACCONTI HORROR, AMICO DIVERTE. L’INTERVISTA

amico diverte

Ciao Fabrizio, partiamo con qualche curiosità. Come ti è venuta l’idea di aprire un canale YouTube legato dedicato ai racconti horror? E da cosa deriva la scelta del nome Amico Diverte?

Ciao Paolo! In molti mi chiedono perché il canale abbia questo nome. Tanti anni fa decisi di aprire un canale dedicato all’informatica, Amico Computer, nome che trasformai poi in Fabrizio Gherardi. Più avanti, decisi di aprire un secondo canale dedicato all’intrattenimento, che volevo venisse ricollegato facilmente al mio primo canale; da qui la scelta del nome Amico Diverte. Diversi anni dopo, qualche anno fa, ho cambiato format e mi sono dedicato alla scrittura e alla recitazione di storie horror, ecco perché ho aggiunto “Racconti Horror” al nome del canale. Cambiare completamente nome mi avrebbe reso irriconoscibile per le persone che mi seguivano già da tempo.

Ho sempre avuto un’enorme fantasia e una grande facilità nello scrivere brevi racconti. Queste due caratteristiche, unite alla mia passione per l’horror hanno dato vita al canale come lo si conosce oggi. Ho notato che su YouTube quasi tutti i canali a tema horror/creepypasta si dedicavano alla lettura di storie già scritte da altri. Ho voluto quindi provare a mettermi in gioco, portando contenuti originali realizzati da me.

Storytelling e capacità narrativa sono strumenti potenti al servizio dell’Horror. Non credi?

Giustissimo! Scrivere e narrare sono due abilità necessarie (in realtà sarebbero 3, dato che chi narra bene non è detto che sappia recitare altrettanto bene e viceversa) per far sì che l’utente finale possa godere di un buon risultato. Si pensi ad esempio ad una storia scritta male: può essere narrata dalla miglior voce in circolazione, ma non si riuscirà a raggiungere un risultato soddisfacente poiché manca la buona scrittura.

Tra tutti quelli che hai ideato, qual è il tuo racconto preferito?

Fra tutti i racconti che ho ideato il mio preferito è quello che ho da poco pubblicato, “L’ultimo sottomarino”. Ho sempre adorato i sottomarini e grazie a numerosi collaboratori che hanno prestato la loro voce sono riuscito a realizzare e proporre una mini serie con molti personaggi.

Dietro il tuo successo su YouTube è evidente un immenso lavoro dietro le quinte. Immagino che la lettura sia stata un allenamento decisivo per la tua formazione. Quali sono i tuoi generi letterari preferiti? E il tuo autore preferito?

In realtà leggo pochissimo e purtroppo ho una scarsa conoscenza della letteratura horror esistente. Ciò che mi ha fatto migliorare nel tempo è stato proprio continuare a realizzare video, cercando di capire dove sbagliavo e come potevo migliorare la mia interpretazione. Ho incrociato molte persone legate al mondo del doppiaggio, sia amatori che professionisti, e molti di loro mi hanno dato dei consigli. Bisogna sempre mettersi nell’ottica di voler migliorare se si vuole raggiungere un buon livello. Nonostante abbia letto poco, il mio genere preferito è l’horror, ma adoro anche il fantasy e i libri game. Da bambino ero appassionato della serie dei “Piccoli Brividi”, per cui apprezzo molto Robert Lawrence Stine. Ho letto un paio di libri di Stephen King e riconosco in lui un genio assoluto. Tuttavia posso dire che il mio autore preferito è Tolkien; ho letto quasi tutte le sue opere, che mi hanno colpito e rapito.

Quali sono i film horror che un appassionato deve assolutamente avere nella sua videoteca?

Io sono un grande appassionato di cinema horror e cerco di consigliare sempre quelli che, secondo la mia personale opinione, sono i migliori film di tutte le epoche. Dovendo però sceglierne un piccolo numero direi La notte dei morti viventi, Non aprite quella porta, L’Esorcista, A Nightmare on Elm Street, Dracula di Bram Stoker, Saw e Rec.

In conclusione, obiettivi e sogni nel cassetto di Amico Diverte alias Fabrizio…

Il mio sogno è di continuare a far crescere il mio progetto e farlo diventare un punto di riferimento per gli amanti dell’horror e del mistero, ovviamente senza la pretesa che i miei contenuti piacciano a tutti. Ricevo spesso commenti di persone che mi raccontano come le mie storie migliorino la qualità delle loro giornate; c’è chi vede i miei video per distrarsi o per puro svago, chi li usa come sottofondo durante altre attività (soprattutto artistiche, come il disegno). Il mio obiettivo è proprio questo: continuare a rappresentare, e sempre di più, una piacevole forma di intrattenimento.

AMICO DIVERTE – RACCONTI HORROR SUI SOCIAL

Pagina Facebook

Pagina Instagram

Canale YouTube

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.