L’innovazione del mito Ferrari grazie a progetti avveniristici

L’innovazione del mito Ferrari grazie a progetti avveniristici

MODENA – sabato 15 giugno al Museo Enzo Ferrari è di scena l’innovazione. Italian Design Institute celebra l’iconica Ferrari 250 LM presentando i progetti avveniristici di 9 emergenti designer.  Un’occasione in più per tornare al museo più affascinante per gli amanti dei motori.

“La miglior Ferrari che sia mai stata costruita è la prossima”.

Facendo tesoro della celebre citazione di Enzo Ferrari, alcuni emergenti car designer, sabato 15 giugno, presenteranno un innovativo modello della Ferrari 250 LM (Le Mans).
Ideatore ed anche organizzatore dell’evento, intitolato
“Take Off The Day”, è IDI – Italian Design Institute. Quest’ultimo, in occasione del 60° anniversario della presentazione a Parigi della Ferrari 250 LM, celebrato nel 2023, omaggia l’iconica berlina. Lo fa dando la possibilità a nove emergenti car designer di mostrare il frutto del loro percorso formativo, intrapreso presso IDI.   

Il museo della casa automobilistica del cavallino rampante ospiterà, dunque, la presentazione di progetti il cui scopo è stato quello di realizzare una LM Stradale figlia delle nuove tecnologie. Ibrida e/o elettrica, immaginata sulle nostre strade non prima del 2030, la storica automobile assume un sapore anche avveniristico. I giovani designer hanno, infatti, immaginato una berlinetta a motore centrale, moderna, originale ed innovativa ma, allo stesso tempo, riconoscibile come una Ferrari. 

Maranello,,Italy july,21,,2017:,1963,Ferrari,250,Le,Mans,In

L’innovazione Ferrari

Si rinnova la soddisfazione e anche l’orgoglio per questa edizione del Take Off Day. Progetto che vede ogni anno i nostri allievi alle prese anche con progetti sperimentali”, dichiara la dottoressa Tania Sette, direttore didattico di Italian Design Institute.
Progetti che mirano a creare una nuova generazione di automobile che, partendo dalla grandezza di ciò che è stato fatto in passato, possa rinnovarsi e anche dare spazio al futuro. Un interessante e anche armonioso connubio tra un’ispirazione stilistica derivante da ciò che è iconico e una fervente creatività e tensione verso l’innovazione”. 

Saranno presenti, per l’occasione, Maurizio Corbi, senior car designer presso Pininfarina, Marco Amadio, progettista per industrie del settore Transportation Design, entrambi docenti IDI. Ospite d’eccezione dell’evento Andrea Mocellin, fondatore di REVOLVE WHEEL, che ha ricoperto il ruolo di Senior Exterior Designer per Alfa Romeo e Maserati e di Creative Designer per aziende quali Pininfarina, Audi AG, GM Forum, Cleto Munari Design Associati. 

Modena,Italy, April,2015 ,Museum,Enzo,Ferrari,Modena,Retro

Davide Marchese, Giuseppe Labianca, Davide Rago, Antonino Muscarella, Nicola Bonvicini, Monica Landi, Francesca Nikita Ruggiero, Sebastian Herrera, Mauro Scarpolini, sono i nomi degli emergenti car designer protagonisti dell’evento. I loro innovativi project work sono realizzati anche nell’ambito di un percorso formativo promosso da IDI. Una realtà internazionale da decenni impegnata nella professionalizzazione di figure che possano rappresentare il design Made in Italy. 

L'Editore

Leave a Reply

Your email address will not be published.