Dove andare con il voucher vacanza Extra Time? Sulle orme di Piero della Francesca da Sansepolcro ad Arezzo

Dove andare con il voucher vacanza Extra Time? Sulle orme di Piero della Francesca da Sansepolcro ad Arezzo

TOSCANA – Conoscete l’iniziativa Arezzo non basta un giorno con il voucher vacanza Extra Time? Qui in periodo di restrizioni da prevenzione Covid-19 gli amanti della cultura e dell’arte possono approfittare per visitare luoghi d’attrazione, solitamente presi d’assalto dal turismo di massa, in un territorio ricco di storia, arte e natura.

Ecco una vacanza che del Turismo lento, o slow tourism consapevole, ci suggerisce percorsi in regioni vicino a noi e che spesso non prendiamo in considerazione, ma, approfittando dell’iniziativa: per scoprire Arezzo non basta un giorno, con il voucher vacanza Extra Time, che regala tempo, esperienze e trasporti, ho intrapreso questo itinerario che voglio suggerirvi. Infatti ho usufruito di questa opportunità che omaggia un’altra di pernottamento a chi ne prenota almeno una. Fino al 15 novembre (fino ad esaurimento fondi), con Extra Time chi decide di prenotare almeno un pernottamento ad Arezzo, ne avrà in omaggio un altro oltre ad un voucher per spostamenti in taxi e NCC. Inoltre, coloro che decidono di rimanere in città per più giorni, avranno in dono anche esperienze turistiche, eventi e musei che si potranno godere appieno in pieno relax.

Perchè allora avrei dovuto fare una vacanza mordi e fuggi?

Ho così deciso di rimanere più di un giorno per visitare luoghi che “conoscevo” da tempo grazie ai libri di storia dell’arte, ma che non avevo mai avuto modo di vedere. Eccomi allora intraprendere un percorso che va da Sansepolcro ad Arezzo, sulle orme delle grandi testimonianze artistiche di Piero della Francesca.

Sansepolcro
Io dinanzi al Pala dei Santi Pietro e Paolo di Matteo di Giovanni, al Museo Civico di Sansepolcro. Al centro del trittico era collocato il Battesimo di Cristo di Piero della Francesca.

Ma perché qui? Perché Piero della Francesca (1420-1492) nacque a Borgo San Sepolcro, vicino ad Arezzo, anche se si formò come pittore a Firenze, viaggiando molto tra le più importanti corti italiane come Urbino, Rimini, Ferrara e Roma. Ma, ovviamente, nel suo paese di origine, ha lasciato immense testimonianze della sua arte.

Sansepolcro Foto Mywhere
L’Affresco staccato con San Giuliano, di Piero della Francesca, al Museo Civico di Sansepolcro.

Pittore intellettuale e di grande cultura contribuì, con gli studi di geometria, a conciliare la prospettiva geometrica di Brunelleschi divenendo uno dei massimi teorici del Rinascimento con il trattato De Prospectiva Pingendi che illustrava la sua prospettiva matematico-lineare.

Sansepolcro Mywhere
L’Affresco staccato con San Ludovico, di Piero della Francesca, al Museo Civico di Sansepolcro.

Quindi, come dicevo, ho iniziato il mio giro sulle orme di Piero della Francesca dal Palazzo dei Conservatori, sede dell’attuale Museo Civico di Sansepolcro, per proseguire alla Chiesa di San Francesco e la Cattedrale di Arezzo per poi chiudere in bellezza con la grande mostra con cui Mimmo Paladino (c’è tempo fino al prossimo 30 settembre per visitare “La regola di Piero”), omaggia il grande Maestro del Rinascimento, pittore e matematico, sempre nel Comune di Arezzo.

Mimmo Paladino Sansepolcro
Mimmo Paladino omaggia il grande Maestro del Rinascimento Piero Della Francesca con “Suonno Dapres”

Iniziamo chiedendoci perché questa città si chiama Sansepolcro? Si pensava che Sansepolcro fosse stata fondata su alcune reliquie portate dalla Terrasanta dai pellegrini Arcano e Egidio.  E questo è solo l’inizio, da qui parte anche Piero della Francesca che, nel celebre dipinto di Palazzo dei Conservatori (l’attuale Museo Civico di Sansepolcro) ci accoglie.

Sansepolcro Foto MyWhere
Resurrezione di Piero della Francesca al Museo Civico di Sansepolcro. foto MyWhere©

Trovarsi al cospetto di un’opera così nota è comunque destabilizzante. Per quanto Piero della Francesca sia uno degli artisti più studiati per la sua poliedricità, che pone, in antitesi con i suoi contemporanei, quel razionalismo che poco sarà seguito da artisti quali il Botticelli, questo dipinto murale è la sintesi del suo ordine geometrico, dalla composizione alla narrazione tutta. Non solo per lo schema compositivo piramidale che trova il suo culmine nella testa del Cristo e la base nei quattro militi assopiti ai piedi del sarcofago tra i quali, si suppone, il soldato addormentato sia un suo autoritratto. Ma la maestosità del Redentore è ancora più evidente a confronto dei quattro soldati addormentati.

Museo Civico di Sansepolcro

Era “assente” il Polittico della Madonna della Misericordia di Piero della Francesca, ma in realtà posso solo consigliarvi di dedicare a questa visita più tempo di quanto ne ho potuto impiegare io. Merita attenzione, non solo per le opere, ma anche per il Palazzo che le custodisce.

Sansepolcro foto mywhere
Madonna e il Bambino, Terracotta invetriata di Andrea della Robbia al Museo Civico di Sansepolcro, foto mywhere

Le opere che andrebbero citate sono davvero tante, e tutte meritorie di una sosta, come le quattro tavolette, olio su tavola, di San Sebastiano, San Bartolomeo, San Giovanni e il Cristo che porta la Croce, così come l’Annunciazione di Giovan Battista Cungi; o il Capolavoro del pittore fiorentino Jacopo Carucci detto Pontormo, il Martirio di San Quintino; il Riposo durante la fuga in Egitto di Santi di Tito e poi ancora quelli di Raffaellino del Colle.

EXTRA TIME Top Experience
Noi a Sansepolcro al primo tentativo per visitare il Museo di Piero della Francesca, trovato aperto all’indomani

Anche solo passeggiare per il centro storico di Sansepolcro è piacevole, perchè tra vicoli, chiese e palazzi storici il patrimonio culturale e artistico di questa città vi conquisterà. La sua storia parte da quando diventa terra di confine, contesa tra i vescovi di Arezzo e i signori di Rimini e Montefeltro entrando a far parte, verso la metà del ‘400,  del Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio.

Vi consiglio di passeggiare lungo le antiche mura di fortificazione fino a Piazza Torre di Berta, non perdendo di vista la cattedrale.

Città di Sansepolcro

Dopo il Duomo cittadino, andando verso il Museo Civico, guardate anche Palazzo delle Laudi, attualmente edificio del Comune. Insomma a pochi passi dal Duomo potrete passeggiare anche per le vie dello shopping, tra boutique ed antiquari, sostando negli accoglienti bar per una pausa refrigerativa, non vi annoierete di ammirare tutta la città di Sansepolcro.

Arezzo Extra Time
Uno scorcio del centro storico di Arezzo

Lasciata Sansepolcro ho proseguito per Arezzo, che, come vi dicevo, ha lanciato la città come destinazione turistica con l’invito Take your time in Tuscany con Extra Time (sempre giocando sul concetto del tempo e della straordinarietà) offrendo così al turista un ulteriore possibilità per scoprire un luogo magico, dove ciascuno può “disconnettersi” ed esplorare la storia, le origini e le tradizioni.

 

EXTRA TIME Top Experience
Io per le strade del centro di Arezzo durante la mia EXTRA TIME Top Experience

Non so se io sono riuscita a disconnettermi, ma sicuramente sono riuscita a godere di splendide passeggiate che, partendo dalla splendida Piazza Grande, mi portavano in tanti altri luoghi da visitare.

Arezzo Santi Michele e Adriano
A passeggio nelle mura urbane lungo una delle strade principali dove c’è il complesso parrocchiale dei Santi Michele e Adriano ad Arezzo, composto dalla chiesa a navata unica ed abside a forma quadrata.

Purtroppo il mio giro non ha previsto la visita di Casa Vasari  in quanto apriva la settimana successiva a quella in cui ci sono stata (Casa Vasari e Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna ha riaperto post lockdown sabato 01 Agosto 2020), che delusione! Quindi, se volete un consiglio, ricordatevi di prenotare per visitare la Basilica di San Francesco e poter ammirare gli affreschi di Piero della Francesca, altrimenti con emergenza Covid non vi fanno accedere.

Arezzo Extra Time voucher vacanza
Non c’era fila fuori la Basilica di San Francesco perchè l’ingresso è solo su prenotazione

E se posso esprimere un’altra critica è quello di non aver prorogata questa mostra, rimasta allestita nello spazio durante il Covid ma, nonostante non fosse stata ancora smontata, non era permesso visitarla, ma perché? Per me che amo lo slow tourism non mi sarei voluta perdere la mostra Riflessi antichi, visioni contemporanee. Arezzo e il suo territorio Turismo Lento nella Basilica Inferiore di San Francesco, la stessa che accoglie lo splendido ciclo di affreschi di Piero della Francesca…

Arezzo slow tourism

Sfogliando il catalogo mi sono resa conto che nella mostra #Turismolento erano esposte 200 opere fotografiche che raccontavano il suggestivo territorio aretino: il Casentino, il Valdarno, la Valdichiana e la Valtiberina usando la fotografia come mezzo di diffusione culturale, e di comunicazione, per la conoscenza di uno dei territori più significativi d’Italia da un punto di vista storico-artistico e naturalistico.

 

EXTRA TIME Top Experience
Eccomi nel centro di Arezzo tra le strade principali

Comunque, tornando all’originale campagna del Comune di Arezzo, che ha stanziato a sostegno delle attività turistiche offrendo a chi viaggia molti buoni motivi in più per scegliere di soggiornare nella città toscana, ci auguriamo crei ricadute importanti nell’economia locale grazie all’effetto moltiplicatore che solo questo tipo di azioni può innescare coinvolgendo direttamente gli operatori del settore.

Arezzo Extra Time
L’esterno della Basilica Inferiore di San Francesco che accoglie lo splendido ciclo di affreschi “La leggenda della Vera Croce” di Piero della Francesca

Quindi fate come me, non resterà che godersi del tempo extra immersi nella bellezza di Arezzo e del suo territorio, ritagliandosi una vera vacanza su misura che ciascuno potrà disegnare in base ai propri gusti lasciandosi ispirare dal portale di destinazione discover Arezzo che mette a disposizione del visitatore la sezione My Arezzo attraverso la quale, con pochi click, chiunque potrà organizzare i contenuti seguendo i propri interessi. Un sito che diventa una sorta di taccuino di viaggio personale, sempre disponibile per la consultazione.

EXTRA TIME Top Experience
Io ho scelto un meraviglioso Agriturismo Sansepolcro segnalato in EXTRA TIME Top Experience e prenotala su Discover Arezzo

Usufruire di Extra Time è facile: basta compilare il form disponibile a questo indirizzo web e richiedere un coupon omaggio che dovrà essere inviato alla struttura al momento della prenotazione. Si può scegliere tra diverse strutture come Agriturismi, B&B ed Hotel.

Agriturismo EXTRA TIME Top Experience
L’affaccio sul giardino dell’Agriturismo che abbiamo prenotato con l’EXTRA TIME Top Experience

Agriturismo EXTRA TIME Top Experience Arezzo

Una curiosità in più se andrete in questi luoghi: sarà in mostra al Museo Civico di Sansepolcro fino al 10 Gennaio 2021 con Affreschi Urbani, Piero incontra un’artista chiamato Banksy

Fabiola Cinque

2 Responses to "Dove andare con il voucher vacanza Extra Time? Sulle orme di Piero della Francesca da Sansepolcro ad Arezzo"

Leave a Reply

Your email address will not be published.