Intervista a L’Asso di Roma: “Io, la Roma, Friedkin e YouTube”

Intervista a L’Asso di Roma: “Io, la Roma, Friedkin e YouTube”

ROMA – Nella Capitale di calcio se ne parla ovunque e dovunque, anche su YouTube. Oggi intervistiamo L’Asso di Roma, tifoso giallorosso sfegatato senza peli sulla lingua e amatissimo nella rete, per affrontare i temi d’attualità della “Magica” tra calciomercato, passaggio di proprietà e ricordi di un passato glorioso che, forse, potrebbe tornare.

Morto un re, se ne fa un altro. Nella Capitale, sponda giallorossa, è tempo di cambiamenti e rivoluzioni. Dopo 9 anni James Pallotta ha ceduto lo scettro della As Roma ad un nuovo proprietario, sempre a stelle e strisce. Il suo nome? Dan Friedkin. È il re della Toyota e molto altro. La sua passione? L’aviazione. Il suo patrimonio? 4 miliardi di dollari. Con queste premesse, le speranze per i tifosi giallorossi di rivedere la Roma ai fasti di un tempo non possono che essere aumentate, anche se il calciomercato 2020-21 dei lupacchiotti (difficile per tutti, su questo pochi dubbi) finora non ha regalato grossi acuti. Per parlare di Roma e di molte altre cose, abbiamo intervistato uno degli YouTuber più in crescita in questi mesi. Il suo nome è Stefano Casini, (21.300 iscritti and counting… come direbbero negli States) ma sul Tubo tutti lo conoscono come L’Asso di Roma.

Tifoso giallorosso sfegatato, L’Asso di Roma nei suoi video analizza ogni giorno i temi d’attualità legati alla Magica, spesso con linguaggio colorito (soprattutto in caso di brutte notizie) ma sempre con competenza, sincerità e conoscenza della materia.

L’abbiamo incontrato, ed ecco a voi la nostra chiacchierata!

L’ASSO DI ROMA: LE ORIGINI

Stefano Casini, aka L’Asso di Roma

Perché hai deciso di aprire un canale YouTube? Ti aspettavi questo successo?

La mia esperienza è partita due anni fa un po’ per cause di forza maggiore e un po’ perché avevo voglia di cimentarmi in un’avventura nuova in una piattaforma difficile come quella di YouTube.

 Cosa intendi per cause di forza maggiore?

Ho trascorso quasi 7 anni su Facebook come blogger, ma purtroppo ad un certo punto questa piattaforma ha iniziato a mettermi delle limitazioni importanti e al minimo errore pagavo caro. Parlo di blocchi alla pagina per la bellezza di 45 giorni, blocchi che non mi permettevano né di postare né di fare live in nessun modo. Ho cercato di tenere duro, senza buttarmi giù, ma ero arrivato a un punto di non ritorno, dovevo fare obbligatoriamente una scelta. Spinto dai miei fedeli seguaci che mi hanno spronato ad affrontare questo percorso nuovo, sono approdato sul Tubo. Li ringrazio perché hanno vinto anche loro. Sono sincero, devo molto alle persone che mi seguono dai tempi di Facebook e a quelle nuove che sono entrate a far parte di questa famiglia incredibile. Tutto quello che è avvenuto in questi ultimi tempi è stato totalmente inaspettato, l’affetto e la stima che ricevo ogni giorno mi fanno molto piacere e mi lusingano perché attestano che il messaggio che volevo lanciare è stato recepito alla grande. 

 “NON SONO UN PERSONAGGIO. ECCO GLI YOUTUBER CON CUI NON VADO D’ACCORDO”

 Come spiegheresti L’Asso di Roma a chi non sa nulla di te?

L’Asso di Roma non è un personaggio come tanti credono, ma è semplicemente una persona umile e di sani principi con una grande passione chiamata AS ROMA e per il calcio in generale. Sono una persona che conduce una vita normale che nel quotidiano si contorna tutti i giorni di affetto da parte della sua ragazza e i suoi splendidi animali. Sono un ragazzo che ha avuto un passato dolce amaro ma nonostante tutto, il mio sorriso e la mia vitalità hanno rappresentato la marcia in più per arrivare dove sono oggi. Chiaramente fare lo YouTuber per me rimane e rimarrà sempre una passione, ho altri obiettivi di lavoro che dovrò conseguire a breve.

Com’è il tuo rapporto con gli altri youtuber? Quali sono quelli a cui sei più legato?

All’interno di YouTube mi sono conquistato la stima e la fiducia di tanti colleghi. Sono una persona genuina, sono un tifoso. Ho tanti amici sul Tubo e con qualcuno mi frequento anche nella vita di tutti i giorni. Fare nomi sarebbe riduttivo e poi non voglio dimenticare o far rimanere male nessuno.

E ce n’è qualcuno che non sopporti?

Premessa, parlo di YouTube e non a livello personale. Non vado d’accordo con Sickwolf e Ghiottone99. Non li stimo. Le ritengo due persone che su YouTube ci stanno solo per fare due visualizzazioni in più e racimolare qualche soldo e spesso, per riuscirci, non disdegnano qualche leccata di c…o!

 “A LIVELLO DI RISULTATI, BOCCIATURA TOTALE PER PALLOTTA. FRIEDKIN? CI VORRA’ DEL TEMPO”

L'Asso di Roma
Dan Friedkin, il nuovo presidente della Roma

Capitolo Roma. Ti è piaciuto l’approccio iniziale di Friedkin? E come giudichi la gestione Pallotta?

Sinceramente l’operato della nuova proprietà svolto sin qui a mio avviso è molto costruttivo ponderato e spero che alla lunga sia producente. La differenza con la vecchia gestione sta proprio nel fatto di non voler rilasciare troppe chiacchiere pubbliche ed esternazioni che poi possono realmente ledere l’immagine della Roma e i suoi tifosi. Come si dice dalle mie parti il silenzio vale più di mille parole, quindi è giusto che si pensi di più a fare i fatti cercando di costruire a fari spenti il futuro di una Roma che di base, se confermata in blocco, ha grossi margini di miglioramento e di lancio per il futuro. La vecchia gestione Pallotta la promuovo sotto l’aspetto della crescita societaria perché ci ha proiettato verso il futuro, ma sotto l’aspetto sportivo la boccio totalmente.

In 9 anni qualche secondo posto, una finale di coppa Italia persa e una semifinale di Champions non possono bastare dopo tutte le varie promesse fatte. Ricordo che andarci vicino conta solo al gioco delle bocce!

Memphis Depay e Arkadius Milik, i due nomi caldi per l’attacco giallorosso in caso di addio di Dzeko.

 

L’impressione è che il 2020-21 sarà un anno di transizione per la Roma in chiave mercato. Di cosa ha bisogno la squadra giallorossa per entrare di nuovo tra le prime 4?

 Questa sessione di mercato 2020/2021 sarà un pò difficile per tutte le squadre, dati i problemi finanziari che ha lasciato il Covid-19  a livello economico anche nel calcio. Per la Roma sarà un mercato sicuramente certosino in entrata, mentre in uscita, mi aspetto un importante sfoltimento della rosa, viste le zavorre che ci troviamo in squadra da anni.

Mandando via gli esuberi e di conseguenza abbassando il monte ingaggi solo cosi il bilancio della Roma avrà finalmente una quadratura totale e successivamente il mercato in entrata potrà essere completato. Il progetto di Friedkin prenderà corpo in più anni, sicuramente mantenendo una base solida e puntellandola con qualche tassello di qualità ogni anno, si potrà arrivare a competere nuovamente per grandi obiettivi. Il primo step di cambiamento per un rilancio della Roma deve essere fatto dal tifoso stesso, il cambio di mentalità è importante perché una volta acquisito di conseguenza verrà trasmesso ai giocatori e magari alla società. 

LA ROMA DEL CUORE

L’iconica esultanza di Totti in Roma-Parma 2001, la partita scudetto.

Qual è la tua top 11 del cuore di sempre della A.S. Roma?

La mia top 11 del cuore di sempre della AS ROMA ? Semplice, la Roma che vinse lo scudetto nel 2000/2001! Sembra riduttivo ma quella fu una Roma devastante sotto ogni punto di vista guidata da  un allenatore veramente importante e, soprattutto, vincente.

L’ASSO DI ROMA: ECCO DOVE SEGUIRLO

Canale YouTube

Pagina Instagram

Pagina Facebook

Crediti foto in homepage: pagina Facebook ufficiale A.S.Roma

Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.