Una sfilata che, tra scenografie floreali, ci immerge in una wedding experience totale

Una sfilata che, tra scenografie floreali, ci immerge in una wedding experience totale

ROMA – Il matrimonio protagonista in una sfilata che va in scena tra scenografie floreali e una platea di wedding planner. Nella splendida location barocca di Palazzo Brancaccio, nel cuore della Capitale, in un fine settimana tutto dedicato al matrimonio, abbiamo seguito la sfilata di Maria Laurenza alla quale è seguita una domenica riservata alle più importanti wedding planner.

Il fine settimana tutto dedicato al matrimonio è stato inaugurato a Palazzo Brancaccio con la sfilata delle creazioni sposa di Maria Laurenza per la prossima primavera. Negli eleganti saloni, che ti accoglievano con un suggestivo tableau vivant arricchito dalle scenografiche costruzioni floreali ed esaltato da sapienti giochi di luce, ha preso il via la collezione Nature.

wedding Maria Laurenza
Le Bambine che ci hanno emozionato in particolare modo nella sfilata Maria Laurenza. Photo copyright Valeria Santoni

La collezione proposta da Maria Laurenza parte, in grand d’effetto, con delle piccolissime bambine interpreti meravigliose di un matrimonio da favola. Qui la passerella si apriva all’eterea delicatezza degli abiti dedicati alle più piccole protagoniste del matrimonio che hanno sfilato accanto alle spose.

La donna di Maria Laurenza veste con un ardito romanticismo dalle linee provocanti che esaltano la femminilità. Ad interpretarla modelle molto sinuose che, in audaci scollature ingentilite da ricami, esaltavano le generose forme in body in pizzo macramè. La linea sposa disegnava una sirena (a volte con piccolo strascico), accostandola ad eleganti mantelle, abbinati a gonnelloni di tulle in seta e chiffon, esaltati talvolta da preziosi dettagli floreali in rilievo e ricami in cristallo realizzati a mano.

Nella seconda capsule collection, la Elegance, protagonista è stata la semplicità e la raffinatezza per la silhouette di una donna moderna, attuale e sobria. Ben dosato il mix tra tessuti straordinari come il mikado in seta, arricchito di tanto in tanto da eleganti ricami con pietre raffinate che, valorizzando la fisicità femminile in bustini stretti in vita e dalle forme geometriche, esplodevano in gonnelloni principeschi.

I modelli della nuovissima collezione sposo prende il nome di Alexander Katei, figlio della stilista, disegna una linea pensata per esaltare una personalità classica ma al contempo originale, capace di creare un look maschile dal giusto mix di forme e colori.

Ma la sfilata non era dedicata solo agli abiti per la sposa,  ma proponeva una collezione anche per le invitate al grande giorno. (Qui se volete qualche consiglio per non sbagliare abito al matrimonio della vostra amica vi consigliamo di leggere i nostri consigli per un look da Perfetta Invitata).

Palazzo Brancaccio è stato così teatro del Bridal Weekend in Rome. Evento di due giorni dedicato totalmente al mondo del wedding, dal fastoso bridal fashion show alla straordinaria sfilata.

Fabiola Cinque wedding experience
Io davanti allo splendido tableau vivant allestito a Palazzo Brancaccio nei saloni della sfilata

L’immagine sognante delle splendide modelle, opera di due grandi professionisti della bellezza come la make up artist Sandra Lovisco e il famoso hair stylist Marco Fava, incorniciate dalle scenografiche composizioni floreali di Donatella & Giuliano,  hanno contribuito a creare una perfetta wedding experience. Il tutto coordinato dalla wedding & event planner Anna Chiatto, capace di orchestrare la coralità delle singole voci di questo evento dal sapore unico ed indimenticabile

E dopo il successo della serata, la domenica è stata dedicata alle diverse wedding planner intervenute, che hanno potuto ammirare ed indossare gli abiti da sposa di Maria Laurenza interpretando questi momenti attraverso dirette e storie sui loro canali social rendendo l’esperienza ancora più allegra dal vivo sapore mediatico .

Photo copyright Valeria Santoni

Maria Laurenza – Sfilata

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Photo copyright Valeria Santoni

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.