Click a Pitti96 scatta il colore… obbligatoriamente Green Touch

Click a Pitti96 scatta il colore… obbligatoriamente Green Touch

FIRENZE – Click è il tema di Pitti96, l’edizione di giugno del menswear che strizza l’occhio alla normalità, alla riscoperta dei valori, e scatta sorrisi ammiccanti verso l’energia del colore (obbligatoriamente Green Touch).

Sapete da dove nasce il termine click?

Click è una voce onomatopeica del secco rumore metallico dato dallo scatto della macchina fotografica. Ma quello del telefonino è uguale? In questo caso diremmo  anche quello dei selfie che qui al Pitti impazzano. Ma l’idea ha preso forma nello stand di Karl Lagerfeld dove puoi posare davanti una telecamera formato IPad, registri i tuoi dati e lo scatto è pronto per essere stampato in una sorta di polaroid digitale formato cartolina che puoi conservare come souvenir cartaceo.

Karl Lagerfeld PITTI UOMO 2019

Click and Print, that’s all.

Le foto immortalano, con la scusa del beachwear, i corpi esposti al sole caliente che incombe nel piazzale.

PITTI96 Green Touch

La fortezza da basso diventa una spiaggia per il padiglione Yes. Qui il nuovo brand YES You Everyday Superhero che scopre e mette in evidenza modelle che indossano costumi dalle ricche fantasie ma dai tagli conosciuti, dal due pezzi a quello intero, facendo da cornice alla nuova linea di costumi da bagno dell’ex attaccante dell’Inter Bobo Vieri per la prima volta qui al Pitti in veste di imprenditore. Tutto da fotografare.

COLORS a Pitti Uomo 2019

La palette quale colore predilige?

Beh se andrete a visitare lo stand del brand OOF rimarrete catturati (come sempre) dalla ricchissima cromia, la palette della poetic textile di OOF non si scorda. Ve ne avevo parlato anche ai Pitti precedenti perchè non si può perdere l’occasione di indossare un loro capo multitasking e multicolor.

OOF al Pitti

 

Estemporaneo, veloce, frugace, fresco, immediato, saporito, colorato e gustoso. That’s Pitti, ma…

Qual è il mood di quest’edizione?

Marco De Vincenzo Pitti

Il Green Touch era ovunque, dalle location al fashion show. Lo spettacolo più affascinante l’ha offerto Marco De Vincenzo che ha presentato il suo menswear a Pitti Uomo 96 il secondo giorno, il 12 giugno, al Tepidarium del Roster del Giardino dell’Orticultura. E cosa c’è di più green di un giardino? I suoi modelli e modelle che sfilavano con un vaso di piante in mano!

Marco De Vincenzo
Marco De Vincenzo Special Event a Pitti Uomo

E’ stata la sfilata della prima collezione maschile di Marco De Vincenzo che quest’anno festeggia i prima 10 anni di storia. E’ stato giustamente celebrato questo importante traguardo con un evento glamour e d’effetto pur nella sua semplicità.

Dal green touch al green code, un Pitti Green anche per gli accessori?

L’attenzione all’ambiente era in ogni progetto, dai tessuti ai colori, dal mood eco ambientalista al food, dalla tecnologia e la ricerca per il rispetto ambientale più accurato agli accessori. Il verde è un colore che non ho mai amato completamente ma questa volta l’ho rivisitato anticipando il match maculato e green touch che si è visto tanto nelle collezioni (specie in quella di Yuko), e quindi in un total look quasi total green, mi sono associata all’azienda più cool di cappelli (che invece come sapete adoro indossare). Per la mia infinita collezione ecco il green touch della collezione Primavera Estate 2020 di Doria 1905 che rende omaggio alla Natura attraverso l’impiego di materiali vegetali insoliti come la “paglia di mare”, accanto ai classici Panama intrecciati a mano. L’inconfondibile mood è all’insegna dell’easy-life per viaggiatori dallo spirito libero, e li celebra in un evento a Pitti96 dal Green Code in collaborazione con Eticlò. Il suo nome deriva da “ethical closet” (armadio etico) e riassume la mission del brand: sviluppare una proposta moda che parta da materie prime sane e una produzione etica, dal progetto al tessuto fino a tutta la filiera e il design. Infatti Eticlò utilizza solo fibre naturali e di origine biologica e colori conformi agli standard GOTS. Eticlò ha debuttato sul mercato a Marzo 2018 inaugurando il primo Store nel centro di Bologna ed il proprio negozio online.

Fabiola Cinque Pitti96
Eccomi a Pitti96 che indosso il match maculato – green touch ed il cappello green code firmato di Doria 1905. Photo Copyright © Bruno Angelo Porcellana

Yuko ha debuttato con un nuovo concept. Il marchio, lanciato nel 2007 da Dik Sportswear, (azienda storica toscana partita da una sartoria, ora specializzata nello sportswear) ha presentato la collezione primavera-estate 2020 studiata dal designer Massimo Rebecchi e Paolo Fantozzi. Il progetto è nato dall’incontro tra il CEO di Yuko e lo stilista italiano, Massimo Rebecchi, che ha infatti rafforzato l’identità del brand fortemente legato alla tradizione artigianale e al saper fare italiano, declinandola in un concept tailoring sportswear contemporaneo. Qui anche il womenswear è pensato per una donna raffinata e metropolitana.

maculato e green touch YUKO
Qui il match maculato e green touch YUKO veste l’hot season con un look ispirazione Safari e coloniale. Capi realizzati in cotone lavato, nei colori sabbiati che dal beige sfumano nei blu e celesti intensi

Always green?

Il verde militare in chiave camouflage è il protagonista di Parcoats, che alla sua seconda uscita al Pitti, evoca tele futuriste grazie all’apporto del disegno a mano, volutamente imperfetto, che diventa il segno inequivocabile dell’artigianalità made in Italy. L’identità del brand, eclettica e trasformista, si ritrova nella scelta delle stampe della collezione che variano dai toni del ghiaccio al senape, dal blu navy al verde militare nel denim, la tela di cotone e il gessato in fresco di lana per i tessuti dello sportwear.

Parcoats green touch Campaign
Parcoats green touch con il camouflage

Sprint Sport and colours sono le parole d’ordine.

Dallo skate alla pallacanestro con il brand ex americano e acquisito in Italia di comme des fkdown che invade con i suoi palloni tutta la platea.

comme des fkdown

Poi non solo mare con il nuoto, dove per l’uomo diventa swim spostando i riflettori sui fisici scultorei di modelli multi color (multi etnie).

Ironia è la nuova parola d’ordine che riformula le regole del tailoring contemporaneo dalle new entry ai brand storici che rivivono con nuova energia ed una rinnovata identità, com’è il caso di Jackerson.
La collezione di denim segue il fil rouge che l’ha reso protagonista del pantalone per anni e si ispira al mondo streetwear and sportswear con ironia. Lo stand ci accoglie con una galleria di macchinine, la partnership con la Polistil vivacizza ulteriormente di nuova energia la collezione. Conoscete la storica azienda produttrice di giocattoli? Era specializzata in modellini in plastica e metallo di tutte le dimensioni tra cui auto, carri armati e robot.

PITTI96 Jeckerson

Click: ecco il menswear dal contenuto contemporaneo e dall’innegabile  identità di lusso.

Bello il tuffo nel passato che si faceva Jackerson ma invece, se ai modellini giocattoli si preferiscono i motori rombanti, ecco che lo stand Lamborghini esponeva le famosissime super sportive accanto alla collezione Menswear. Questa partnership nasce dall’incontro di Swinger International, (proprietaria del marchio Genny e licenziataria di Versace Jeans Couture e Cavalli Class) nel 2018 in cui fu siglato l’accordo di licenza con Automobili Lamborghini per la linea Menswear garantendo così il design dal DNA della Casa automobilistica.

Sportswear PITTI UOMO 2019

Non solo blu per gli sportivi green lover…

Sempre a proposito di sport passiamo a quelli marini, la vela in testa, dove ovviamente non poteva mancare Armata di Mare 

Armata di Mare PITTI96

Quest’anno al Pitti Armata di Mare si è presentato con un green touch e focus sul rispetto ambientale, il suo è uno stile chiaro, caratterizzato da una fresca ventata di design e ironia tutti legati al fishing crews, alle località marine, e al pesce pescato più buono e più fresco come solo gli esperti di pesca sanno fare. E a questo proposito il connubio era facile: Armata di Mare & Fishing Lab hanno creato una “creative tasting box” con meraviglioso finger food di pesce crudo, un’esperienza! Andremo presto a trovare questa nuova realtà presente a Firenze in location stupefacenti che riserva ancora grandi sorprese con l’apertura di un nuovo ristorante (il sesto del gruppo) prevista per fine mese quindi… stay tunedl!

Fishing Lab Armata di Mare

 

Insomma per festeggiare il trentesimo anniversario di Pitti Immagine non è bastato un clic né tantomeno abbiamo coniato nuovi cliché ma se siete anche voi green lover, vi piace il mood color e vi state facendo delle domande su cosa indossare nelle prossime stagioni potete cliccare qui e Seasons che vi mostrerà un’infinità di foto sull’evento più cool della manifestazione della moda uomo più glam che ci sia al mondo.

Green Touch
Green Touch anche per i Pitti Peacocks

 

In homepage foto della Adv Campaign di Parcoats per la collezione SS20 

Tutte le foto dell’articolo sono copyright by MyWhere©

Be Sociable, Share!

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.