Ecco i film italiani in concorso a Venezia, cresce l’attesa per il Festival del Cinema

Ecco i film italiani in concorso a Venezia, cresce l’attesa per il Festival del Cinema

ITALIA – Si avvicina la Mostra d’Arte cinematografica di Venezia e come sempre c’è grande attesa per il cinema italiano che sarà presente al Lido. Scorriamo quindi i titoli dei film presenti in concorso alla 79esima edizione della Mostra. Il count down del Festival del Cinema di Venezia ha inizio.

Gianni Amelio

Partecipa con  Il Signore delle formiche con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Sara Serraiocco e per la prima volta  Leonardo Maltese. Il film dopo la presentazione a Venezia uscirà nelle sale l’8 settembre. Ancora una volta il regista porta sullo schermo una storia vera.

Un caso giudiziario

E’ la ricostruzione del processo che vide implicato lo scrittore e drammaturgo Aldo Braibanti alla fine degli anni sessanta, accusato di aver plagiato il giovane Giovanni Sanfratello suo compagno. La famiglia di quest’ultimo infatti assolutamente contraria alla relazione, ricorre ad uno strumento giuridico introdotto nel codice penale durante il regime fascista  ovvero il reato di plagio secondo il quale si puniva chi deliberatamente aveva cercato di esercitare un potere persuasivo verso soggetti deboli  assoggettandoli alla propria volontà. L’unico condannato per questo reato, poi abrogato nel 1981, fu Aldo Braibanti che venne sottoposto a quello che oggi chiameremmo linciaggio mediatico per il fatto di essere omosessuale, ateo e comunista. In sua difesa l’appello di numerosi intellettuali dell’epoca Carmelo Bene, Pasolini, Umberto Eco, Marco Bellocchio, Alberto Moravia autore anche del libro Sotto il nome di plagio.

IL-SIGNORE-DELLE-FORMICHE-Actor-Luigi-Lo-Cascio-Credits-Claudio-Iannone-
IL-SIGNORE-DELLE-FORMICHE-Actor-Luigi-Lo-Cascio-Credits-Claudio-Iannone-

Emanuele Crialese

Crialese ritorna al cinema con L’immensità una storia molto personale e intima che lo stesso regista ne descrive la genesi

è il film che inseguo da sempre: è sempre stato “il mio prossimo film”, ma ogni volta lasciava il posto a un’altra storia, come se non mi sentissi mai abbastanza pronto, maturo, sicuro. È un film sulla memoria che aveva bisogno di una distanza maggiore, di una consapevolezza diversa. Come tutti i miei lavori, in fondo è prima di tutto un film sulla famiglia: sull’innocenza dei figli, e sulla loro relazione con una madre

Ad interpretare il ruolo di questa madre l’attrice Penelope Cruz premiata lo scorso anno proprio a Venezia con la coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile per l’intenso e drammatico ruolo in Madres parallelas di Pedro Almodovar.

LIMMENSITA-Actress-Penelope-Cruz-Credits-Angelo-Turetta
LIMMENSITA-Actress-Penelope-Cruz-Credits-Angelo-Turetta

Luca Guadagnino

Nella conferenza stampa di presentazione del programma della Mostra Alberto Barbera lo ha definito il nostro regista più cosmopolita e questo film lo conferma . Bones and all ha un cast internazionale  Taylor Russell, Timothée Chalamet, Mark Rylance, André Holland, Chloë Sevigny, Jessica Harper, David Gordon Green, Michael Stuhlbarg, Jake Horowitz ed è ambientato negli Stati Uniti. Ancora con le parole di Barbera il film più profondo sull’America realizzato da un regista non Americano. E’ un adattamento del romanzo di Camille DeAngelis “Bones & All” (“Fino all’osso”), edito in Italia da Panini Books.

BONES-AND-ALL-Taylor-Russell-Timothee-Chalamet-Credits-Netflix
Taylor Russell (left) as Maren and Timothée Chalamet (right) as Lee in BONES AND ALL, directed by Luca Guadagnino, a Metro Goldwyn Mayer Pictures film.
Credit: Yannis Drakoulidis / Metro Goldwyn Mayer Pictures
© 2022 Metro-Goldwyn-Mayer Pictures Inc. All Rights Reserved.

Susanna Nicchiarelli

A questo punto possiamo parlare di trilogia. Prima Nico dedicato alla figura della cantante tedesca Christa Päffgen, presentato nella sezione Orizzonti alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia ottenendo il premio come miglior film.  Poi Miss Marx sulla vita della figlia di Karl Marx, Eleonor, in concorso questa volta alla  77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica  e adesso Chiara con Margherita Mazzucco, Andrea Carpenzano, Carlotta Natoli, Paola Tiziana CrucianiLuigi Lo Cascio  la storia della Santa di Assisi.  Dichiara la regista:

La forza della storia di Chiara sta nella sua modernità: parliamo di una giovane ragazza che, in un contesto storico molto complicato, lotta per i suoi sogni .Sono convinta che la sua storia possa parlare anche alle ragazze e ai ragazzi di oggi, e a chiunque abbia avuto diciotto anni e avesse un sogno per cui lottare.

CHIARA-Actress-Margherita-Mazzucco-Credits-Emanulea-Scarpa-2022-Vivo-film-Tarantula-scaled
CHIARA-Actress-Margherita-Mazzucco-Credits-Emanulea-Scarpa-2022-Vivo-film-Tarantula-scaled

Andrea  Pallaoro

Un altro ritratto femminile nel film Monica opera del regista trentino Andrea Pallaoro con Trace Lysette, Patricia Clarkson, Adriana Barraza, Emily Browning, Joshua Close. Anche lui come Susanna Nicchiarelli già presente  a Venezia alla Mostra nella sezione Orizzonti con il film Medeas e successivamente in concorso con Hannah interpretato da  Charlotte Rampling  che vince la Coppa Volpi come miglior interpretazione femminile. Monica è la storia di una donna transgender che torna a casa dopo 35 anni di assenza per occuparsi della madre morente.

MONICA-Actress-Trace-Lysette
MONICA-Actress-Trace-Lysette

Ecco gli altri film in concorso a Venezia

White noise  di Noah  Baumbach con Adam Driver, Greta Gerwig, Don Cheadle, Raffey Cassidy, Sam Nivola, May Nivola, Jodie Turner-Smith, André L. Benjamin e Lars Eidinger/ USA / 136’

The Whale di Darren Aronofsky con Brendan Fraser, Sadie Sink, Hong Chau, Samantha Morton, Ty Simpkins / USA / 117’

Saint Omer  di Alice Diop con Kayije Kagame, Guslagie Malanda, Valérie Dréville, Aurélia Petit / Francia / 122’

Blonde di Andrew Dominik con Ana de Armas, Adrien Brody, Bobby Cannavale, Xavier Samuel, Julianne Nicholson, Lily Fisher / USA / 165’

Tàr di Todd Field con Cate Blanchett, Noémie Merlant, Nina Hoss, Sophie Kauer, Julian Glover, Allan Corduner, Mark Strong / USA / 158’

Love Life di Koji Fukada con Fumino Kimura, Kento Nagayama, Atom Sunada / Giappone, Francia / 123

Bardo, Falsa Cronica de unas  cuantas  verdades  di Alejandro G. Inarritu con Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio / Messico

Athena di Romain Gavras  con Dali Benssalah, Sami Slimane, Anthony Bajon, Ouassini Embarek, Alexis Manenti / Francia / 97’

The Eternal  Daughter di Joanna Hogg con Tilda Swinton, Joseph Mydell, Carly-Sophia Davies / UK, USA / 96’

Shab, Dakheli, Divar  di Vahid  Jalilvand con Navid Mohammadzadeh, Diana Habibi, Amir Aghaee / Iran / 126’

The  Banshees  of  inisherin di Martin McDonagh con Colin Farrell, Brendan Gleeson, Kerry Condon, Barry Keoghan / Irlanda, UK, USA / 109’

Argentina, 1985 di Santiago Mitre con Ricardo Darín, Peter Lanzani, Alejandra Flechner, Norman Briski / Argentina, USA / 140’

Khers  Nist  di Jafar Panahi con Jafar Panahi, Naser Hashemi, Vahid Mobaseri, Bakhtiar Panjeei, Mina Kavani, Reza Heydari / Iran / 106’

All the beauty and the Bloodshed di Laura Poitras USA / 113’

Un couple di Frederick Wiseman con Nathalie Boutefeu / Francia, USA / 63’

The son  di Florian Zeller con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Zen McGrath, Anthony Hopkins, Hugh Quarshie / UK / 123’

Les Miens (our ties) di Roschdy  Zem con Sami Bouajila, Roschdy Zem, Meriem Serbah, Maïwenn, Rachid Bouchareb, Abel Jafrei, Nina Zem / Francia / 85’

Les Enfants des autres  di Rebecca  Zlotowski con Virginie Efira, Roschdy Zem, Chiara Mastr

VENEZIA-79-Official-poster-Credits-Lorenzo-Mattoti-per-La-Biennale-di-Venezia-Foto-ASAC.jpg
VENEZIA-79-Official-poster-Credits-Lorenzo-Mattoti-per-La-Biennale-di-Venezia-Foto-ASAC
Anna Maria Di Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published.