Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro. Un mix di gusto, arte e Made in Italy

Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro. Un mix di gusto, arte e Made in Italy

ROMA-FIRENZE – Doppio appuntamento prenatalizio con l’eccellenza dell’enogastronomia italiana in due delle più importanti città d’Italia. La Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro inaugura oggi la nuova edizione 2017 nella Capitale, dando il via alla kermesse a partire dalle 10.30 in Piazza di Pietra, nella splendida cornice del Tempio di Adriano, dove sarà aperta sino a Domenica sera. La seconda e ultima parte dell’attesa manifestazione, verrà invece ospitata nell’elegante location cinquecentesca di Palazzo Pucci a Firenze. Anche quest’anno non mancheranno degustazioni e contest da cui conosceremo “L’Ambasciatore del Panettone 2017”. Una ghiotta occasione da non perdere.

Natale sembra ancora lontano e l’estate appena terminata, ma ad introdurci anche quest’anno all’atmosfera di luminarie, temperature rigide, babbi natali e regali, è una nuova edizione di un evento enogastronomico di indiscusso successo: La Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro. 25.000 visitatori e 35 maestri pasticceri sono le cifre registrate lo scorso anno durante la manifestazione firmata Gold Event Organization e impostasi come una delle più significative nella promozione del Made in Italy. Bellezza, arte e storia millenaria si fonderanno con i profumi ed i sapori dei lievitati più pregiati d’Italia: la famosa kermesse, infatti, si terrà nuovamente in due delle più importanti città d’Italia: Roma e Firenze. L’edizione romana è attesa per il 18 e 19 novembre 2017 nella splendida cornice del Tempio di Adriano (Piazza di Pietra) location del 145 d.C., uno dei luoghi più belli e suggestivi d’Italia, situato nel cuore della Capitale (a pochi metri dal Pantheon); l’edizione fiorentina, invece, è attesa per il 2 e 3 dicembre 2017 presso l’elegante Palazzo Pucci (Via de’ Pucci 2) location risalente al 1500, anch’esso situato nel cuore di Firenze (a pochi metri dal Duomo). Durante le due tappe verrà decretato L’Ambasciatore del Panettone 2017 attraverso un contest dove i visitatori gusteranno e voteranno i panettoni preferiti, preparati appositamente dai produttori presenti alla kermesse. Saranno presenti aziende di produzione artigianale provenienti da tutta Italia che rappresenteranno l’eccellenza dell’arte pasticcera, fiore all’occhiello del vero Made in Italy. Partner della kermesse Il Consorzio Italiano del Panettone Artigianale, Ente Ufficiale di tutela e valorizzazione del lievitato più importante d’Italia, che sarà presente con una rappresentanza di consorziati. L’esperienza del visitatore, durante l’edizione 2017, non si limiterà solamente alla degustazione dei lievitati tradizionali, ma verrà dedicata una particolare attenzione alla qualità delle materie prime ed ai metodi di produzione artigianale per incentivare l’informazione sulla storia dei prodotti proposti. Durante la kermesse, inoltre, l’Organizzazione capitanata dall’event manager Emanuele Giordano, conferirà anche speciali menzioni ad alcuni espositori che si sono distinti sia per l’innovazione dei prodotti, che per la comunicazione e l’internazionalizzazione degli stessi.

Per maggiori informazioni sul programma, consultare il sito internet www.panettonepandoro.com, contenete tutti gli aggiornamenti in tempo reale, oppure scrivere a info@panettonepandoro.com (mail dedicata ai visitatori) o a commerciale@panettonepandoro.com (mail dedicata agli espositori).

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

2 Responses to "Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro. Un mix di gusto, arte e Made in Italy"

  1. Antonia Storace
    Antonia Storace   20 Novembre 2017 at 11:20

    Non sapevo esistesse una Fiera del Pandoro e del Panettone. Io sono una appassionata fan del primo sebbene, crescendo, abbia imparato ad apprezzare anche il secondo.
    Roma è sempre ricca di sorprese. Anche culinarie.

    Antonia

    Rispondi
  2. Stefano Maria Pantano
    Stefano Maria Pantano   20 Novembre 2017 at 13:16

    Sì, ho conosciuto direttamente l’organizzatore alcuni anni fa durante i miei studi di alta formazione nel settore degli eventi culturali. Posso dire che, oltre ad essere una persona umanamente squisita, Emanuele Giordano era l’unico tra noi ad essere già un professionista con esperienza sul campo. La promozione del Made in Italy di qualità rientra negli obiettivi della Gold Event Organization e dell’Associazione Made in Italy, da lui presiedute con grande costanza e impegno. Ricordo che, ancora prima delle edizioni romane e fiorentine della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, la promozione dei lievitati artigianali cominciò in modo molto ardito attraverso eventi volutamente fuori stagione. In modo particolare si parlò (e si mangiò anche) di panettone d’estate in Calabria: una follia secondo chiunque, che si rivelò però un successo. La differenza tra il fuoriclasse e chi resta ad inseguire sta evidentemente proprio in questo: avere il coraggio di pensare altrimenti e di accettare una percentuale di rischio.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.