Il Traditore a Cannes 2019, Bellocchio racconta il pentito Buscetta

Il Traditore a Cannes 2019, Bellocchio racconta il pentito Buscetta

CANNES – L’attesissimo film uscirà nelle sale italiane giovedì 23 maggio, anniversario della strage di Capaci. La pellicola di Marco Bellocchio, presente nella Selezione Ufficiale della Kermesse cinematografica francese, avrà come protagonista Pierfrancesco Favino.

Un film di vendette e tradimenti che racconterà in filo e per segno le vicende legate a Tommaso Buscetta”. Così Marco Bellocchio ha voluto riassumere Il Traditore, pellicola attesissima in concorso al Festival di Cannes (14-25 maggio).

Il nuovo film del regista de La Condanna e La Cina è vicina (rispettivamente premiati con Orso d’Argento a Berlino e Leone d’Oro a Venezia) racconta il primo grande pentito di mafia, l’uomo che per primo consegnò le chiavi per avvicinarsi alla piovra, cambiando così le sorti dei rapporti tra Stato e criminalità organizzata.

Nei primi anni ’80 è in corso una vera e propria guerra tra i boss della mafia siciliana per il controllo sul traffico della droga. Tommaso Buscetta, conosciuto come il “boss dei due mondi”, fugge per nascondersi in Brasile e da lontano, assiste impotente all’uccisione di due suoi figli e del fratello a Palermo; ora lui potrebbe essere il prossimo. Arrestato ed estradato in Italia dalla polizia brasiliana, Buscetta prende una decisione che cambierà tutto per la mafia: decide di incontrare il giudice Giovanni Falcone e tradire l’eterno voto fatto a Cosa Nostra.

PIERFRANCESCO FAVINO: “HO CERCATO DI DARE UNA PROSPETTIVA INEDITA ALLA FIGURA DI BUSCETTA”

il traditore
Il poster ufficiale de Il Traditore

Sarà Pierfrancesco Favino a vestire i panni di Tommaso Buscetta ne Il Traditore. L’attesa per la sua performance cresce sempre di più, e dalle parole dello stesso attore e di Bellocchio si evince che il character portato sullo schermo, sarà raccontato attraverso una prospettiva totalmente inedita: “Il mio film è un racconto di violenze e di drammi – sottolinea Bellocchio – che inizia con l’arresto in Brasile e l’estradizione di Buscetta in Italia, passando per l’amicizia con il giudice Falcone e gli irreali silenzi del Maxiprocesso alla mafia. Abbiamo cercato di raccontare il lato umano di Buscetta come non era mai stato fatto.

il traditore

L’attore pluripremiato e conosciuto anche all’estero ha voluto riconoscere di essere rimasto affascinato dalla figura controversa di Buscetta: “Buscetta era un uomo estremamente divertente e vanesio, amava la vita in modo famelico. E questo volto non univoco del male è ancora più pericoloso. È una figura quasi archetipica: è l’individuo che appartiene a un clan e decide di disobbedire alle sue regole per esigenze personali. In questo caso però il clan è Cosa Nostra quindi si crea subito una tensione: da una parte comprendi le sue esigenze, ma allo stesso tempo non puoi scordarti a cosa appartiene”.

IL TRADITORE, MARCO BELLOCCHIO: “A CANNES CI VADO SOLO CON UN PROGETTO VINCENTE”

il traditore
Marco Bellocchio

Bellocchio ha voluto esprimere tutto il suo entusiasmo per la presenza del suo film a Cannes. Il regista ha dichiarato che poteva presentarsi in un contesto del genere soltanto con un film in grado di rubare la scena: “Sono contentissimo per l’invito a Cannes – ha dichiarato Bellocchio durante la presentazione – il concorso è una gara e posso solo accettarla cercando di fare il miglior film possibile, correndo freneticamente perché c’è davvero poco tempo”.

4Z1XITOA

E alla domanda su che tipo di film sarà Il Traditore, Bellocchio non ha dubbi: “Il Traditore è anche un film civile (o di denuncia sociale come si diceva una volta) evitando però ogni retorica e ideologia. Ho scoperto infine in questo film, sempre da dilettante, il siciliano, lingua meravigliosa spesso storpiata, ridicolizzata, caricaturizzata anche dal nostro cinema (e televisione). Di altro e più approfonditamente spero si possa parlare a Cannes, dopo la visione del film (e della squadra straordinaria con cui è stato possibile farlo)”.

QUANDO USCIRA’ IL FILM E CHI CI SARA’ NEL CAST

Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta in una scena a Rio de Janeiro
Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta in una scena a Rio de Janeiro

Il film è stato prodotto IBC MOVIE, KAVAC FILM con RAI CINEMA, in coproduzione con AD VITAM PRODUCTION (Francia), MATCH FACTORY PRODUCTIONS (Germania), GULLANE (Brasile).

Nel cast insieme a Pierfrancesco Favino anche Maria Fernanda Candido, Fabrizio Ferracane, Fausto Russo Alesi e Luigi Lo Cascio.

Verrà distribuito da O1 DISTRIBUTION il 23 maggio nel giorno della ricorrenza della strage di Capaci.

https://www.youtube.com/watch?v=7nvYMRpKzak

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.