Moët & Chandon e cinema un sodalizio che dura nel tempo.

Moët & Chandon e cinema un sodalizio che dura nel tempo.

She keeps Moët & Chandon in her pretty cabinet (“Killer Queen, Freddy Mercury & The Queen, 1974)

Selezionato per accompagnare i concorsi cinematografici, icona di stile e di classe, lo Champagne Moët & Chandon  sigla con la sua presenza ogni evento, enfatizzando  il glamour e i red carpet moments del cinema internazionale.

Sin dal suo apparire nel 1743 in anticipo di quasi mezzo secolo sulla Rivoluzione Francese, lo Champagne Moët & Chandon aveva fatto  già la sua piccola rivoluzione, srotolando un red carpet personale che l’aveva visto protagonista e celebratore di successi, eventi, armistizi, trattati. Uno Champagne che ha soddisfatto i palati di favorite, re, regine, imperatori, presidenti e politici di tutti i tempi. Icona di stile e di glamour lo Champagne Moët & Chandon ha stretto un sodalizio con la decima musa, celebrando sia registi che star hollywoodiane, essendo infatti lo champagne ufficiale dei Golden Globe Awards da ormai venticinque anni e a sua volta è stato ricambiato con pari interesse come nel caso dell’attrice Scarlett Johanson fresca testimonial del brand francese. A Venezia, quest’anno, la Maison non sarà da meno, siglando con la sua presenza la Settantatreesima Mostra del Cinema dove le celebrities, ancora una volta, brinderanno sia al Gala di apertura che alla cerimonia di assegnazione del Leone d’Oro proprio con le sue celebri bollicine. Lo Champagne Moët & Chandon ha ormai conquistato l’immaginario iconografico celebrando i successi di registi e attori, dalle première ai festival cinematografici a Locarno come a Venezia, dai Golden Globes ai Critics’ Choice AwardsIl legame, fra la Maison francese e la Settima Arte, si era instaurato sin dagli Anni Trenta.   Al marchio francese vengono associate pellicole, ormai entrate nella storia del cinema e quindi nell’immaginario collettivo, se ne contano, al riguardo, almeno un centinaio di film, fra i quali come non ricordare “Love in the Afternoon”? In cui la deliziosa e giovanissima Audrey Hepburn si innamora di un maturo Gary Cooper, o in “Un uomo e una donna: vent’anni dopo”, con Anouk Aimée e Jean-Louis Trintignant, da Julia Roberts e Richard Gere che in “Pretty Woman” accompagnano le blasonate bollicine alle fragole o il “Grande Gatsby” di cui la Maison è stata sponsor ufficiale, sono molteplici le storie in cui Moët & Chandon prende parte alle scene con la sua frizzante presenza, discreta ma irrinunciabile, sofisticata ed elegante come si conviene a un’autentica star.

Moët & Chandon

INFO

Moët & Chandon sito ufficiale (clicca qui)

Fondata nel 1743 Moët & Chandon è la storica Maison che ha introdotto una ricca e variegata collezione di champagne di pregio per celebrare ogni occasione. Una produzione più che abbondante che supera infatti i 32 milioni di bottiglie annue essendo la Maison proprietaria di ben 1.200 ettari espressi in vigneto, alla già abbondante produzione si aggiungono poi le uve acquistate da altri fornitori. Malgrado gli imponenti numeri lo Champagne Moët & Chandon  resta indiscutibilmente lo champagne per antonomasia in grado di mantenere altissimo il livello standard, proponendo assemblaggi rigorosi e un’attenzione in tutte le fasi della lavorazione. Uno Champagne che risalta all’interno di ogni calice proponendosi come un grande e sofisticato prodotto declinato in più  varietà: dall’iconico Moët Brut Impérial  la cui dicitura ricorda Napoleone Bonaparte a cui venne dedicato, al Grand Vintage Collection, dal celebre Dom Perignon, all’estroverso Moët Rosé Impérial, all’innovativo Moët Ice Impérial, quest’ultimo è poi uno dei nostri preferiti, ideale a parer nostro, per accompagnare le cene nelle calde sere d’estate.
Moët & Chandon si caratterizza quindi come uno Champagne  elegante, dalla bollicina fine, un evidente equilibrio e con una palette olfattiva davvero interessante, insomma uno Champagne che celebra la vita e la gioia di viverla.  

 

Daniela Ferro

Daniela Ferro legge, scrive, ascolta ma soprattutto annusa. Appassionata di rose e di fragranze vive con 2 gatti, 3 conigli, due tartarughe, oltre 400 piante di rose che conosce e coltiva personalmente nonché un imprecisato numero di bottiglie di profumo.
Daniela Ferro

Leave a Reply

Your email address will not be published.