De Nittis un pittore italiano a Washington D.C.

De Nittis un pittore italiano a Washington D.C.

WASHINGTON – Il pittore impressionista italiano Giuseppe De Nittis sarà protagonista per la prima volta negli Stati Uniti di una esposizione che si terrà presso The Phillips Collection a Washington  D.C. dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023. La mostra è intitolata An Italian Impressionist in Paris.

Un impressionista italiano

Una collezione di opere provenienti da tutto il mondo sarà in mostra a Washington D.C. presso uno dei luoghi più significativi del mondo, il primo Museo americano dedicato all’arte moderna. The Phillips Collection  nasce infatti nel 1921 e oggi apre le sue porte ad un artista italiano che ha le sue radici nella straordinaria terra di Puglia. A tal proposito Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia ha dichiarato:

Siamo felici, emozionati e orgogliosi di portare negli Stati Uniti l’arte di Giuseppe De Nittis e di raccontare al mondo una storia, pugliese e italiana, che parla di cultura e bellezza. Questa mostra rappresenta un’occasione straordinaria per creare attraverso l’arte nuovi legami e per rafforzare la nostra presenza internazionale.

Tra i paraventi- De Nittis

La mostra raccoglie infatti 74 opere di cui 60 a firma De Nittis provenienti da 15 Istituzioni Museali tra cui  il Metropolitan di New York, il Louvre, il Petit Palais ed il Museo della Storia Carnavalet, l’Art Institute di Chicago, il Fine Art Museum di Boston. Altre 14 opere appartengono a  collezioni private e sono previsti raffronti con opere di Edgar Degas, Edouard Manet, Gustave Caillebotte, suoi amici e collaboratori.

Dalla Puglia agli Stati Uniti 

L’interesse verso questo straordinario rappresentante del movimento impressionista si deve anche al professor Renato Miracco, storico e critico d’arte nonché curatore del riallestimento della Pinacoteca De Nittis di Barletta. Miracco, con il contributo di altri studiosi italiani e statunitensi, ha offerto anche una nuova chiave di lettura dell’opera denittisiana, di respiro più internazionale. Così lo spiega il Professore :

Giuseppe De Nittis, personalità poliedrica, innovatore, ispirato da molteplici culture artistiche del momento, sconosciuto al grande pubblico, morto prematuramente, che divenne punto di riferimento per una intera generazione di pittori europei.

Il-salotto-della-Principessa-Mathilde-De-Nittis

La Pinacoteca a Barletta

Il Comune di Barletta e la Regione Puglia hanno fortemente sostenuto questo progetto. L’iniziativa è infatti in linea con la politica di rivalutazione dei beni culturali e di diffusione della conoscenza del patrimonio artistico pugliese. Saranno 32 le opere che partiranno alla volta di Washington, ma si è pensato di fornire anche un’occasione per visitare contemporaneamente la Pinacoteca di Palazzo della Marra a Barletta. Altre opere provenienti dagli archivi comunali prenderanno il posto di quelle prestate e saranno esposte nella Pinacoteca. Il sindaco di Barletta Cannito ricorda infatti che

Il patrimonio dell’impressionista barlettano donato alla città dalla moglie Léontine Gruvelle  consentirà di riallestire la Pinacoteca in modo da dare ai visitatori di Palazzo della Marra l’’opportunità di apprezzare la grandezza artistica del pittore .

La speranza è che attraverso il genio artistico del barlettano De Nittis si arrivi così a creare il desiderio di visitare la Puglia  che già negli ultimi anni è risultata essere  una delle mete turistiche più ricercate.

Colazione in giardino-  Giuseppe De Nittis

Importanti novità

Grazie al sostegno dell’Ambasciata d’Italia e dell’Istituto Culturale Italiano a Washington, uscirà un catalogo di oltre 250 pagine, in lingua inglese. Il catalogo raccoglie i saggi di Renato Miracco oltre a  quelli di Robert Jensen, professore d’Arte all’Università del Kentucky, e di Marina Ferretti Bocquillon, già Direttrice scientifica del Musée des Impressionistes di Giverny.

I Partners della Mostra

MiC. Belle Arti e Paesaggio per le Province di Barletta-Andria-Trani-Foggia. The Phillips Collection. Comune di Barletta. Pinacoteca De Nittis. Fondazione Pino Pascali. Regione Puglia. AReT. Pugliapromozione.

I Sostenitori della Mostra

Ednah Root Foundation. Martha Johnston. Robert Coonrod. The Phillips Collection’s Exhibitions. Endowment Fund. Sherman Fairchild Foundation. Michelle and Glenn Engelmann. Robert and Debra Drumheller. The Marion F. Goldin Charitable Fund.

 

 

Anna Maria Di Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published.