I meritati premi della Festa del Cinema

I meritati premi della Festa del Cinema

ROMA- Si chiude la Festa del Cinema con l’assegnazione dei premi e dei riconoscimenti.  Scopriamo chi sono i vincitori e i film che dovremo tenere d’occhio nei prossimi mesi.

Il Presidente Gael Garcia Bernal e gli altri componenti della Giuria ovvero  Sarah Gavron, Mikko Myllylahti, Melvil Poupaud e la nostra  Jasmine Trinca, hanno così deliberato. Il premio come Miglior film va a Pedagio (Toll) opera seconda di Carolina Markowicz. Il film esplora con irriverente ironia le profonde contraddizioni della società brasiliana, estremamente polarizzata. Da una parte religiosa e conservatrice dall’altra laica e anticonformista. Il Gran premio speciale della Giuria è assegnato a Urotcite na blaga (Blaga’s lesson)  di Stephan Komandarev. La Miglior regia è di Joachim Lafosse per Un silence (A Silence).

Paola Cortellesi ritira il Premio alla Festa del Cinema di Roma

Migliore attore, miglior attrice

Il Premio Monica Vitti per la Migliore interpretazione femminile va a  Alba Rohrwacher per Mi fanno male i capelli di Roberta Torre. Il Premio Vittorio Gassmann per la Migliore interpretazione maschile è di Herbert Nordrum per Hypnosen (The Hypnosis). Altri premi speciali della Giuria sono stati assegnati a  Achilles  di Farhad Delaram, C’è ancora domani  di Paola Cortellesi, che ha ricevuto anche il premio del pubblico, e The Monk and the gun  di Pawo Choyning Dorji.

Alba Rohrwacher premiata coma Miglior attrice

Una seconda Giuria composta da Paolo Virzì, Adeline Fontan Tessaur, Abi Morgan aveva  invece il compito di assegnare il Premio alla Migliore Opera Prima BNL BNP Paribas. La scelta riguardava tutti i titoli delle sezioni Concorso Progressive Cinema, Freestyle e Grand Public. Cottontail di Patrick Dickinson  è il film designato. Ispirato dalle sue vicende personali, un tributo, come dice lui stesso, all’Inghilterra e al Giappone le due culture con le quali è cresciuto. Menzione speciale per altre due opere prime. C’è ancora domani  di Paola Cortellesi e After the fire  di Mehdi Fikri.

Migliore Commedia

Infine il Premio  Ugo Tognazzi alla Migliore Commedia è stato deciso dalla Giuria presieduta dall’attrice francese Philippine Leroy-Beaulieu con Alessandro Aronadio e Lisa Nur Sultan. Il vincitore è Jules di Marc Turtletaub. Il protagonista è Milton, interpretato da Ben Kingsley, un signore anziano che vive in una piccola città. La sua vita è però turbata dall’inatteso arrivo nel suo giardino di  un’astronave extraterrestre e del suo pilota alieno.

Vi avevo anticipato in quest’articolo che è iniziata una nuova era, con l’imponente presenza di registe, molte delle quali al loro debutto dietro la macchina da presa. Ricorderemo la diciottesima edizione della Festa del Cinema anche per questo.

 

 

 

 

 

Anna Maria Di Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published.