Franco Mello al museo MADRE di Napoli

Franco Mello al museo MADRE di Napoli

NAPOLI – Mercoledì 6 dicembre 2017, alle ore 18.00, la Biblioteca del Museo MADRE ospiterà la presentazione della monografia “PROVOCAZIONI E CORRISPONDENZE. FRANCO MELLO TRA ARTI E DESIGN” (Gangemi Editore, 2017), sull’artista e designer Franco Mello, a cura di Giovanna Cassese, realizzata e prodotta dalla Fondazione Plart.


Alla presentazione, introdotta dal direttore del museo MADRE Andrea Viliani, interverranno, insieme a Franco Mello, Giovanna Cassese – curatrice del volume, Professore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e Presidente dell’ISIA di Faenza; Maria Pia Incutti – Presidente della Fondazione Plart; Cecilia Cecchini – curatore scientifico della Fondazione Plart; Lia Rumma – gallerista.

Autore del celebre appendiabiti Cactus, progettato nel 1972 insieme a Guido Drocco per l’azienda Gufram, Franco Mello è un artista eclettico, versatile, generoso. La sua produzione muove dal design alla fotografia, dalla grafica all’editoria, in un flusso creativo, geniale e fecondo, che lo vede, al contempo, docente, creatore di gioielli e ideatore d’installazioni multimateriche. “Tutto il mio lavoro, in senso ampio, in senso compiuto, è coinciso con rapporti di amicizia. Oggetti, libri, mostre, filmati non sarebbero se non fossero stati condivisi, sia per la parte progettuale sia per la committenza e l’esecuzione. Amici importanti. Spesso decisivi. Molti di quelli non ci sono più e mi mancano molto”, dice l’artista. “Rete” – intesa come ponte, dialogo, condivisione, empatia, altruismo – è certamente la parola che meglio lo racconta, poiché
sono le persone i veri capolavori e Franco Mello non perde occasione di ripeterlo, specie quando definisce se stesso un “catalizzatore” di incontri. La collaborazione con artisti di valore, ed uomini e donne di bella umanità, ha infatti reso possibile la conversione delle visioni della mente in opere concrete.

Franco Mello
PROVOCAZIONI E CORRISPONDENZE. FRANCO MELLO TRA ARTI E DESIGN. Fotografia di Antonella Russo

Dal 9 marzo al 3 giugno 2017, il Plart di Napoli – sicuro punto di riferimento dell’arte ecosostenibile e dell’impiego dei materiali polimerici come elementi di creazione – ha ospitato PROGETTO XXI, una mostra nata dal genio di Franco Mello in collaborazione con la Fondazione Donnaregina.
La rassegna raccoglieva oggetti-scultura in poliuretano espanso prodotti per Gufram e Dog Design: tra questi, la Seduta Incastro, il Tavolo Erba, il Cactus – presentato in tutte le sue riedizioni prodotte dall’azienda piemontese, fino allo Psychedelic Cactus del 2016 ad opera dello stilista Paul Smith – le sedute Suburbia, Mun e Mun Bis.
Elementi d’arredo ripensati e riprodotti con originalità e ironia. La lumaca Lulù, ad esempio, che non mangia lattuga ed ama stare al centro dell’attenzione; la Grande Zucca, sulla quale possono comodamente sostare tre o quattro persone, in una versione avanguardista della più celebre carrozza delle favole; la seduta di mattoni rossi – da qui il nome “Mun” – la cui dura e scomoda apparenza non deve trarre in inganno gli avventori; il Divano Bill che richiama, nelle linee e nei colori, un tavolo da biliardo.

La monografia “PROVOCAZIONI E CORRISPONDENZE. FRANCO MELLO TRA ARTI E DESIGN” si inserisce all’interno di questo ambizioso progetto. La prima parte del volume contiene le introduzioni di Maria Pia Incutti e di Andrea Viliani, un saggio della curatrice Giovanna Cassese che indaga lo spirito poliedrico dell’artista, le analisi critiche di Cecilia Cecchini e Alba Cappellieri sui materiali e sulla produzione di gioielli, e l’approfondimento di Claudio Germak che inquadra la produzione di Mello nell’ambito del design industriale in Piemonte.

La seconda parte illustra il catalogo delle opere di Mello sopracitate e presentate negli spazi espositivi del Plart di Napoli in occasione della mostra “Provocazioni e corrispondenze. Franco Mello tra arti e design” di Progetto XXI, una iniziativa volta a sostenere il sistema culturale contemporaneo operante in Regione Campania, ente fondatore e partecipante unico della Fondazione Donnaregina, di cui supporta integralmente i progetti.

La terza e ultima parte della monografia riporta una raccolta di documenti, immagini, testimonianze e testi critici, relativa alla ricerca di Franco Mello, dalle origini a oggi, con la ripubblicazione di alcuni importanti testi critici di Flaviano Celaschi, Francesco De Bartolomeis, Paolo Fossati, Vittorio Marchis, Nico Orengo, Francesco Poli, Edoardo Sanguineti, Franco Torriani e dello stesso Franco Mello. Conclude il volume una ricca serie di apparati biografici e bibliografici inediti di Pina Di Pasqua.

“Un lavoro complesso e composito che ripercorre tutta la complessa e varia attività dell’autore, caratterizzata da provocazioni e sperimentazioni, nonché corrispondenze di tematiche e poetiche nel complesso sistema delle arti, frutto di rilevanti rapporti con l’industria, ma soprattutto amicizia e profonda conoscenza degli artisti, dei critici, dei galleristi, degli editori e dei curatori attivi sulla scena del contemporaneo” dichiara la curatrice Giovanna Cassese.

INFORMAZIONI UTILI

PRESENTAZIONE DELLA MONOGRAFIA:
“PROVOCAZIONI E CORRISPONDENZE. FRANCO MELLO TRA ARTI E DESIGN”
PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE: Fondazione Plart
DOVE: Biblioteca Museo MADRE (primo piano), Via Settembrini 79, Napoli
QUANDO: 6 dicembre 2017, ore 18.00
CONTATTI:
TEL: +39.081.197.37.254
EMAIL: info@madrenapoli.it
WEB: www.madrenapoli.it

SCHEDA LIBRO
TITOLO: “PROVOCAZIONI E CORRISPONDENZE. FRANCO MELLO TRA ARTI E DESIGN”
A CURA DI: GIOVANNA CASSESE
EDITO DA: GANGEMI EDITORE
LINGUA: ITALIANO
PAGINE: 320
PREZZO DI COPERTINA: 30.00 EURO
ISBN 978 – 8849234428

Ufficio stampa Fondazione Plart
Culturalia di Norma Waltmann
051 6569105, 392 2527126
info@culturaliart.com
www.culturaliart.com

Ufficio stampa Fondazione Donnaregina / museo MADRE
www.madrenapoli.it – ufficiostampa@madrenapoli.it

Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.