Kenzo e Blue Marine Foundation

Kenzo e Blue Marine Foundation

La maison francese rinnova il suo impegno con Blue Marine Foundation, la fondazione a tutela degli oceani e degli ecosistemi marini. La prima iniziativa insieme ha riguardato la creazione di un pop-up store digitale (operativo a Parigi, in Rue Debelleyme, dal 21 al 27 marzo di quest’anno) dedicato alla lotta contro l’eccessivo sfruttamento della pesca e all’istituzione di riserve marine in tutto il mondo. All’interno dello store No Fish no nothing, un acquario in versione digital permetteva di acquistare direttamente dall’e-store di Kenzo i pezzi della capsule collection #NOFISHNONOTHING. Per ciascun capo venduto, un pesce di pixel appariva nell’acquario delle specie salvate.
kenzo_blue_marine1Da pochi giorni invece è torna disponibile la felpa Tiger che ha fatto impazzire le fashioniste di tutto il mondo: dopo averla vista durante le fashion week, in passerella o tra gli scatti di street style, il pezzo iconico del brand diventa la concretizzazione del connubio ormai solido tra Kenzo e Blue Marine Foundation, a testimonianza di quanto la responsabilità sociale sia argomento sempre più prioritario e necessario da trattare per qualsiasi marchio di moda.
E allora ecco che Carol Lim e Humberto Leon, il duo creativo alla guida di Kenzo, hanno firmato un’edizione limitata della felpa nella nuance Blu Blue Marine, appositamente per garantire il proprio contributo alla protezione degli ecosistemi della Georgia del Sud, delle Isole Sandwich Meridionali e dell’Antartico, terre di cui Blue Marine Foundation si occupa da tempo forte dell’appoggio di altre degne associazioni quali Marine Reserves Coalition e RSPB.
Le acque intorno alle aree citate, tra l’altro, hanno il rilievo di essere ricche di krill e plankton, base della catena alimentare di gran parte della fauna marina, che conta ad oggi 100 milioni di volatili il cui habitat è fortemente a rischio.
In queste acque”, conferma e approfondisce Kenzo, “sono a rischio più di 1,5 milioni di pigoscelidi antartici, 4 milioni di otarie orsine antartiche e metà della popolazione mondiale di elefanti marini del Sud, insieme a capodogli, megattere, balenottere boreali e camini idrotermali di profondità che sostengono forme di vita finora sconosciute alla scienza”.
no-fish-pop-up-hp_1La felpa rappresenta dunque il contributo tangibile che possiamo dare a questo pianeta in difficoltà. Pensata e distribuita in taglie unisex, sarà disponibile sia nelle boutique Kenzo che nell’e-store ufficiale, da Selfridges in Inghilterra e nei negozi Opening Ceremony di tutto il mondo (realtà di cui i direttori creativi Lim e Leon sono, tra l’altro, i fondatori), al prezzo di 165€.

Silvia Valesani

Silvia dal 1993, Sagittario ascendente Leone. Non che abbia particolare fede nell’astrologia, ma diciamo che, dati alcuni tristi precedenti, Paolo Fox è rimasto uno dei pochi uomini cui conferisco credibilità.
Studio moda, ho sempre voluto farlo. Studio moda a Firenze, anzi. Il che risulta ancora più poetico e umano. Lo so che Milano è la capitale italiana del Fashion, che è snodo principale e crocevia di personaggi influenti, ma ho scelto il compromesso di un’istruzione completa in una città la cui palette cromatica vada oltre la scala di grigi. Per Milano ci sarà tempo.
Silvia Valesani

Latest posts by Silvia Valesani (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.