Tutti a tavola! Due chiacchiere con il Personal Chef Vittorio Spitaleri

Tutti a tavola! Due chiacchiere con il Personal Chef Vittorio Spitaleri

ROMA – Gustare un piatto di Vittorio Spitaleri è realmente un’esperienza sensoriale da cui emerge la varietà della tradizione culinaria siciliana, con riferimenti che rievocano l’antica Grecia, la tradizione araba e spagnola, ma anche la cucina francese. Ho voluto intervistarlo per conoscere le sue passioni e le motivazioni che lo hanno portato a intraprendere l’attività del Personal Chef.

Qualche giorno fa ho incontrato Vittorio Spitaleri, personalità a tutto tondo e attivissima nel campo dell’enogastronomia. Si definisce cuoco appassionato (mi rimprovera se lo chiamo Chef), è un Sommelier dell’Olio F.I.S. ( Fondazione Italiana Sommelier) e ricopre anche il ruolo di Assaggiatore Professionale U.M.A.O. (Unione Mediterranea Assaggiatori Olio).


Insomma, sono bastate le sue referenze per farmi venire l’acquolina in bocca, e se in più ci aggiungi che Vittorio Spitaleri si definisce un erede della tradizione enogastronomica siciliana, beh, il gioco è fatto.

Spitaleri, raccontandomi com’è nata la sua passione per la cucina, non ha potuto che partire infatti da un presupposto: la Sicilia, terra amata e ricca di sapori e culture differenti.

Dalla passione con cui Vittorio Spitaleri ci racconta emerge che per lui cucinare è quasi un rituale di tutela e di esaltazione della vita, una metafora della mediterraneità e della sensualità di questa isola meravigliosa che è la Sicilia.

Gustare un suo piatto è realmente un’esperienza sensoriale da cui emerge la varietà della tradizione culinaria siciliana, con riferimenti che rievocano l’antica Grecia, la tradizione araba e spagnola, ma anche la cucina francese.

Con lui ho parlato non soltanto dell’amore che lo lega alla sua terra e che ne ha influenzato praticamente tutto il brillante lavoro, ma anche dell’importanza dei prodotti al giorno d’oggi, del suo progetto “a domicilio” dal titolo Piccolo Chef, dell’importanza della tradizione e sul suo interessantissimo ruolo di sommelier dell’olio.

VITTORIO SPITALERI: “IO, L’OLIO, IL MADE IN ITALY E “PICCOLO CHEF”. QUANDO CUCINO RICORDO MIA NONNA”.

vittorio spilateri

Buongiorno Vittorio, partirei subito con le domande. Quanta Sicilia c’è nei tuoi piatti e nella tua cucina?

Buongiorno a te Fabiola e a tutti i lettori di MyWhere. La mia passione per la cucina è strettamente legata alla mia terra d’origine e ai miei ricordi. Sono convinto che la Sicilia sia la parte migliore d’Italia in senso culinario, in poche parole è la regione dove si mangia meglio, la più completa da questo punto di vista. Non è un caso che il New York Times, l’abbia recentemente inserita al primo posto nel mondo per prelibatezze culinarie. Io comunque, devo molto alla mia cara nonna materna e alle sue tavole ben imbandite. Quei profumi, quei piatti così unici e tradizionali, quasi mi stordivano da bambino. Oggi, quando cucino, cerco di rievocarli, rivivendo così la mia infanzia felice.

Si potrebbe dire che nei tuoi piatti c’è una forma di materializzazione dell’amore familiare…

Assolutamente si! Io dico sempre che quando si cucina, lo si fa sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare. La cucina è come una storia d’amore, bisogna innamorarsi prima di tutto e dopo scatta l’alchimia. L’alchimia, nei miei piatti, scatta con la rivisitazione dei piatti tipici siciliani”.

Ci parli di Piccolo Chef, il tuo progetto che entra direttamente nelle case degli italiani?

Io e il mio staff organizziamo piccoli eventi a domicilio e all’occorrenza proponiamo anche delle affascinanti location, particolari, di nicchia, dove poter accogliere gli ospiti. Vogliamo sempre stupire e coccolare i nostri ospiti, anche se in ballo c’è una semplice cena o magari un evento più grande. E’ un progetto che giorno dopo giorno si sta trasformando sempre di più in un successo. Essere a stretto contatto con i nostri clienti è un qualcosa che arricchisce sempre.

vittorio spilateri

Quanto conta la scelta dei prodotti di qualità nella tua cucina?

Ritengo che la scelta dei prodotti sia alla base della buona riuscita del piatto, il connubio fra i piaceri della vita e il cibo è sempre stato molto forte, per questo ne sono sempre stato attratto e per questo scelgo con accuratezza ogni singolo ingrediente e sopratutto voglio conoscere la provenienza e magari anche personalmente il produttore. Non posso nascondere che da buon siciliano doc i prodotti della mia terra credo abbiano una marcia in più ma sono sempre pronto a conoscere nuove realtà.

E la tradizione? Il tuo obiettivo è rivisitarla o ripercorrerla?

Nei miei piatti parto dalla tradizione siciliana ma non come semplice esecuzione riprodotta. E’ piuttosto una reinvenzione, attraverso il recupero di quel costume e quelle usanze con cui sono cresciuto e che mi hanno forgiato. Quelle tradizioni che stiamo perdendo e che cerco di riportarle a nuova vita, magari alleggerendo alcuni condimenti o inserendo alcuni elementi che sorprendentemente esaltano i sapori del piatto.

Nei tuoi piatti l’olio ricopre un ruolo importantissimo. Mi piace moltissimo la tua proposta di abbinare ad ogni piatto un olio proveniente da una “cultivar” diversa. Ce ne parli?

L’olio per me è importantissimo così come le sue origini. Deve essere rigorosamente italiano, il Made in Italy è sinonimo di qualità. Apprezzo che tu abbia notato la mia proposta. Abbino ad ogni piatto un olio proveniente da una “cultivar” diversa perché le produzioni regionali sono diverse l’una dall’altra ed esaltano i sapori e i profumi in maniera differente. L’olio non è solo un condimento ma un completamento del piatto, oltre ad essere un toccasana per la nostra salute. Insomma non è solo il vino che deve essere abbinato al piatto!

Evviva l’olio extravergine italiano allora. Grazie Vittorio, in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti!

Grazie a te Fabiola! Un saluto agli appassionati di cucina di MyWhere!

CONTATTI PICCOLO CHEF ROMA

Piccolo Chef Roma Pagina Facebook

Piccolo Chef Roma Pagina Instagram

Contatti telefonici: 335 6684478 – 351 9437234

Email: piccolochef.roma@gmail.com

Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.