Rocketman, il biopic su Elton John in anteprima mondiale a Cannes

Rocketman, il biopic su Elton John in anteprima mondiale a Cannes

CANNES – Il film uscirà nelle sale italiane mercoledì 29 maggio e verrà presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes. L’attesa per la pellicola dedicata ad una delle figure più iconiche della cultura pop cresce sempre di più! Riuscirà il biopic a ripercorrere il successo di Bohemian Rapsody? Cerchiamo di capirlo in questo articolo.

Dal 14 al 25 maggio torna il Festival di Cannes, tappa fondamentale dell’anno per quanto riguarda le kermesse cinematografiche. Molti produttori scelgono questa occasione per lanciare le loro ultime realizzazioni e tra questi c’è Matthew Vaughn che presenterà in anteprima mondiale l’attesissimo Rocketman, pellicola dedicata alla vita dell’immenso Elton John. La stagione dei biopic dedicati alle grandi star della storia della musica, si arricchisce quindi di un nuovo capitolo dopo lo stratosferico successo di Bohemian Rapsody culminato con la vittoria del Premio Oscar a Rami Malek e l’annuncio della produzione di Stardust sulla vita del geniale David Bowie.

ROCKET MAN, IL TIMIDO REGINALD DWIGHT DIVENTA ELTON JOHN

rocketman

Il film, diretto da Dexter Fletcher (dopo il licenziamento di Bryan Singer, ha concluso lui la regia di Bohemian Rapsody) ripercorre una delle carriere più sfavillanti ed eccentriche della storia della discografia, raccontando l’epopea di un artista capace non solo di influenzare tremendamente i canoni della musica mondiale, ma anche di influenzare la moda, la società e la cultura del tempo.

Il titolo del film trae ispirazione da Rocketman, distribuita nel 1972 e ritenuta una delle canzoni più famose di sempre tanto da essere inserita da Rolling Stone nella classifica dei migliori 500 singoli nella storia della musica. Il brano ha fatto da apripista all’album “Honky Château” e fu un successo incredibile in tutto il mondo scalando le classifiche di numerosi paesi.

Quella di Elton John è una storia a dir poco incredibile che meritava di essere raccontata e soprattutto accompagnata dalle sue canzoni più amate e cantate che lo hanno reso una delle figure più iconiche della cultura pop.

TARON EGERTON, L’ATTORE BRITANNICO DEL MOMENTO INTERPRETERA’ ELTON JOHN

rocketman

“Il mio Rocketman sarà un musical fantasy epico sulla storia non censurata degli anni di maggior successo di Sir Elton John” – ha esclamato Dexter Fletcher in una recente intervista, sottolineando che in film come questi, uno dei fattori decisivi in grado di esaltare il lavoro di tutti ai massimi livelli sta proprio nella scelta dell’attore protagonista.

A vestire i panni di Elton John sarà Taron Egerton (Kingsman, Robin Hood), sex symbol e tra gli attori in maggior ascesa in Inghilterra. Egerton ha un grande talento musicale a detta di tutti, ha già dimostrato le sue doti canori prestando la voce a Johnny nel film d’animazione Sing. Anche Elton John ha voluto dire la sua, approvando con entusiasmo non solo il progetto di Rocketman ma anche la scelta dell’attore: “Non ho mai sentito cantare le mie canzoni così bene come Taron, sono molto contento che sia lui ad interpretarmi”.

Taron Egerton si è espresso così sulla sua performance in Rocketman: “Quando vesti i panni di qualcuno di così amato, tutto ciò che puoi fare è dare un’interpretazione sentita della sua vita e della sua musica”.

MATTHEW VAUGHN: “BOHEMIAN RAPSODY MI HA ANNOIATO, ROCKETMAN SARA’ UN FILM MIGLIORE”

6

Dalle prime immagini del film che vi forniremo tra poco, appare evidente che la pellicola non sarà un biopic tradizionale, bensì un musical fantasy, pieno di colori e con poco realismo. Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Rocketman, il produttore Matthew Vaughn (regista di Kickass e Kingsman) si è espresso con molto entusiasmo riguardo al progetto, lanciando addirittura una pesante stoccata a Bohemian Rapsody: “La vita di Elton John è fantastica, non reale. Abbiamo lo stesso regista di Bohemian Rapsody anche se qui Dexter non avrà alcun freno. Ho trovato il film su Mercury e i Queen estremamente noioso, triste e senza una direzione chiara. Dexter ha preso il progetto in corso dopo l’addio di Bryan Singer, non poteva fare miracoli”.

https://www.youtube.com/watch?v=qNUiVJkD2Ds

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.