Roma-Milan: De Rossi per proseguire la tradizione europea

Roma-Milan: De Rossi per proseguire la tradizione europea

ITALIA – Smaltita la paura per la salute di Ndicka, la squadra di De Rossi si concentra su Roma-Milan. Il ritorno del quarto di finale di Europa League si giocherà allOlimpico, il teatro delle imprese europee giallorosse.

Roma-Milan sarebbe dovuto essere il primo pensiero in seguito al triplice fischio della trasferta giallorossa a Udine, purtroppo però, il malore improvviso di Ndicka ha tenuto la concentrazione di tutti su una situazione ben più importante e delicata. Fortunatamente, come comunicato ufficialmente dalla società capitolina, il calciatore ivoriano sta bene e le sue condizioni sono semplicemente da monitorare. Udinese-Roma è stata interrotta al 71′ e, il tempo rimanente di gara sarà recuperato alla prima data disponibile. Si perché di slot temporali non ce ne sono molti dato che la Lupa corre su due strade alla massima velocità: Serie A con obbiettivo qualificazione Champions League e Europa League con obiettivo finale di Dublino, come dichiarato dalla CEO Lina Souloukou e da alcuni tesserati giallorossi.

Roma-Milan: servirà tutta l’attenzione giallorossa

Il primo ostacolo tra la Roma e la terza finale europea consecutiva in tre anni si chiama Milan. All’andata nella cornice di San Siro, dopo la fondamentale vittoria nel derby, De Rossi ha impartito lezioni di calcio al più navigato Pioli soprattutto grazie all’intuizione tattica riguardante il posizionare El Sharaawy e Celik sulla fascia più forte dei rossoneri, quella con Theo Hernandez e Leao, entrambi non pervenuti. Certo è che, con il vantaggio di un gol, la Lupa dovrà cercare di ammansire un Diavolo piuttosto avvelenato dopo la gara d’andata e in seguito al pari con il Sassuolo in campionato. La Roma, scusante dei diversi cambi negli undici iniziali a parte, contro l’Udinese è apparsa appannata, lenta nelle costruzione e nel possesso palla, non molto lucida in avanti e quasi priva di concentrazione.

milan-roma
Milan-Roma, Europa League foto presa dal profilo Instagram della AS Roma

Proprio quella concentrazione vista con Lazio e Milan deve tornare ad essere legge perché domani sera, d’innanzi all’ennesimo sold out romanista dello Stadio Olimpico, l’atteggiamento deve essere quello di chi non pensa alla vittoria della gara di andata. D’altronde avere un gol di vantaggio significa poco o nulla, soprattutto se davanti si ha una corazzata come quella rossonera. Se all’andata i pronostici erano dalla parte del Milan, ora tutti pensano che la Roma abbia la vittoria in pugno. È importante non cadere in questa trappola, raccogliere i tanti e meritati complimenti ma non adagiarsi sugli allori mantenendo alta l’attenzione, come se il risultato fosse di 0-0. Oltre la tattica dunque, mister De Rossi dovrà forgiare la chiave di volta per ritrovare quella mentalità scomparsa nella gara di Udine.

Probabili formazioni

È probabile che, vista l’ottima prestazione nella gara d’andata, De Rossi riproporrà lo stesso schieramento eccetto per Cristante che sarà costretto a saltare il match in quanto squalificato. In porta la sorpresa ma ormai certezza Svilar, nella linea a quattro difensiva, da destra verso sinistra, ecco Celik, Mancini, Smalling e Spinazzola. Da notare come i giocatori appena citati non sono stati schierati da DDR contro l’Udinese. In mezzo al campo le certezze sono Paredes e Pellegrini, ballottaggio Bove-Aouar con l’italiano in vantaggio sull’algerino. Infine, in attacco non si tocca nulla rispetto all’andata, il tridente sarò composto con tutta probabilità da El ShaarawyLukaku e Dybala, con il Faraone che potrebbe essere rischierato sulla destra data l’ottima prestazione di giovedì scorso.

Milan-Roma
Milan-Roma, Europa League foto presa dal profilo Instagram della AS Roma

In casa Milan invece, Dopo aver cambiato ben sette giocatori contro il Sassuolo, Pioli schiererà i suoi migliori uomini. Tra i pali torna Maignan, linea difensiva a quattro che, partendo da destra verso sinistra, sarà composta da Calabria, Tomori, Gabbia e Hernandez. A centrocampo, spazio a Bennacer e Reijnders. Dietro l’unica punta Giroud la trequarti sarà formata con tutta probabilità da Pulisic, Loftus-Cheek e Leao. Rimane viva, però, l’opzione per il possibile outsider Chukwueze che sta vivendo un buon periodo di forma.

 

Roma (4-3-3): Svilar; Celik, Mancini, Smalling, Spinazzola; Bove, Paredes, Pellegrini; El Shaarawy, Lukaku, Dybala.

A disp.: Rui Patricio, Boer, Karsdorp, Llorente, Angelino, Aouar, Renato Sanches, Baldanzi, Zalewski, Abraham.

All.: Daniele De Rossi

 

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Gabbia, Hernandez; Bennacer, Reijnders; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao; Giroud.

A disp.: Sportiello, Nava, Terracciano, Thiaw, Simic, Florenzi, Bartesaghi, Musah, Chukwueze, Okafor, Jovic.

All.: Stefano Pioli

Stefano Gentili
Latest posts by Stefano Gentili (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.