Una passeggiata nell’Arte al tempo del coronavirus

Una passeggiata nell’Arte al tempo del coronavirus

MONDO – L’Arte appartiene a tutta l’umanità e della sua bellezza c’è sempre bisogno nella vita quotidiana, tanto più oggi, nel tempo del coronavirus: il nostro desiderio di contemplare opere d’arte è ora su internet. 10 famosissimi musei mondiali hanno aperto online le loro collezioni. Vediamo quali:

-La collezione della PINACOTECA DI BRERA contiene alcuni tra i massimi capolavori dell’arte mondiale. Tanto per citare: Cristo morto nel sepolcro e tre dolenti, di Gentile Bellini e Giovanni Bellini; Cena in Emmaus, di Caravaggio con l’intensità dei suoi chiaroscuri; Cristo morto nel sepolcro e tre dolenti, di Andrea Mantegna; Sposalizio della Vergine, di Raffaello Sanzio;  Il bacio, di Francesco Hayez; Rissa in galleria, di Umberto Boccioni; Fiumana, di Pellizza da Volpedo.


In tutto 699 opere visitabili al  sito.

Mantegna. Cristo morto (dettaglio)

 

-Gli UFFIZI DI FIRENZE hanno reso accessibili la visione delle loro collezioni , con spunti e immagini ad alta definizione. Le  mostre virtuali proposte sono 19 percorsi virtuali di grande interesse. Citando solo alcuni percorsi a titolo esemplificativo,  si parte da:

Non per foco ma per divin’arte. Con dipinti dedicati a Dante, a partire da quello sulle pareti della Cappella del Bargello (attribuito a Giotto o alla sua scuola) fino ad alcune rappresentazioni di personaggi o luoghi citati nella Commedia.

On Being Present:  Il Recupero della figura africana nelle Gallerie degli Uffizi che evidenzia la presenza di figure e volti provenienti dall’Africa.

Fabbriche di Storie. Si tratta di dodici capolavori raccontati in un emozionante percorso audio-visivo che propone al pubblico una visione inedita non solo delle opere, ma anche del museo come inesauribile “cantiere” di storie. I racconti degli operatori museali , intensi ed evocativi, restituiscono saperi, emozioni e storie al tempo stesso individuali e collettive, toccando temi universali come la famiglia, l’amicizia, la preghiera e il viaggio, come si legge nella presentazione.

FABBRICHE DI STORIE, IperVisioni, Le Gallerie degli Uffizi online

Sguardi dal mondo: All’interno dei percorsi, tutti interessanti,  innovativa è questa sezione, che fissa l’istantaneità di emozioni, pensieri, ricordi nati dal confronto tra le opere e persone di varia provenienza, suggerendo prospettive nuove, individuali, e quindi singolari, che possano rendere il patrimonio culturale un terreno di confronto e arricchimento reciproco. Sono stati coinvolti 14  paesi in questo progetto, dall’Algeria alla Cina passando per il Perù, in una prospettiva altamente interculturale che offre letture e significati diversificati circa le  opere prescelte.

Nuovi linguaggi per comunicare la tradizione: Firenze scomparsa. In questa sezione si presentano le immagini della città tra Sette e Ottocento, prima che divenisse capitale del Regno d’Italia

Il link di riferimento è: https://www.uffizi.it/mostre-virtuali

 

-Per i  MUSEI VATICANI cliccate su questo link.

Cliccando sulle varie icone via via  appaiono le spiegazioni: si consiglia lo straordinario  video della Cappella Sistina con accompagnamento musicale.

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Tour virtuale Cappella Sistina, Musei Vaticani

 

Per navigare nel sito del MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO di Atene cliccate qui oppure direttamente alla pagina delle collezioni

prevede l’accesso a: Prehistoric Antiquities, Sculpture, Metalwork, Vases and Minor Arts, Egyptian Antiquities, Cypriot Antiquities, Stathatos Collection.

Afrodite, Museo Archeologico Nazionale di Atene

– A Madrid il Museo del Padro permette di vedere capolavori e opere di molti artisti, tra cui, solo per citare, Fra Angelico, Rubens, Tiepolo, Tiziano, El Greco Velasquez. Per dargli un’occhiata questo è il  link

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Foto della mostra El Tesoro del Delfin, Museo del Prado

 

-Per il  LOUVRE di Parigi potete cliccare sul seguente link

I percorsi visionabili sono l’Egitto, il Louvre medieval, la Galerie d’Apollon.

Ogni finestra in basso a sinistra contiene le frecce di spostamento per scegliere le sale da visitare.

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Foto: Il Louvre visto dalla Piramide

 

– Per il BRITISH MUSEUM di Londra abbiamo il sito oppure il link

Arte al tempo del Coronavirus 
Arte al tempo del Coronavirus I tesori del British Museum

Il METROPOLITAN MUSEUM OF ART, dal famoso nomignolo di “The Met“, uno dei più frequentati musei degli Stati Uniti , ha il seguente link

 

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Joan Miró , Potato

 

 -Per accedere al sito ufficiale dell’HERMITAGE di San Pietroburgo cliccate qui

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Museo Hermitage

 

Interessante è stato casualmente imbattersi in un tour virtuale attraverso 45 gallerie dell’Hermitage Museum attraverso un’unica ripresa fatta con un iPhone da un privato. In questo modo si può passare di fronte a 588 capolavori, in un video che dura cinque ore.

 

-La NATIONAL GALLERY OF ART di Washington è visitabile al link

Arte al tempo del coronavirus mywhere
Arte al tempo del coronavirus: Foto riferita al National Gallery of Art

#iorestoacasa. Buona permanenza in casa in compagnia dei grandi artisti di tutti i tempi.

 

Foto in homepage MyWhere©

Teresa Paladin

6 Responses to "Una passeggiata nell’Arte al tempo del coronavirus"

  1. Marco   19 Marzo 2020 at 20:31

    Interessantissimo in un momento in cui e’ necessario per forza stare fermi, ma bisogna tenersi occupati per non diventare matti.

    Rispondi
  2. Teresa Paladin
    Teresa Paladin   19 Marzo 2020 at 20:39

    E’ vero: questo articolo è stato scritto proprio per questo motivo. offrire la possibilità di muoversi stando a casa visitando 10 musei famosissimi nel mondo. Grazie del commento!

    Rispondi
  3. Livia   20 Marzo 2020 at 09:09

    Sicuramente, a parte la necessità di non uscire, è una bellissima iniziativa che dovrebbe permanere nel tempo per tutte quelle persone che hanno difficoltà a uscire, a camminare o stare in piedi per ore. Chissà se rimarrà dopo il Coronavirus…?

    Rispondi
  4. Cinzia   20 Marzo 2020 at 09:11

    Se non altro spero che dopo questa emergenza smetteranno di organizzare quelle mostre virtuali dove il biglietto costa 15 euro e devi andare fino al museo per vedere un po’ di proiezioni!
    Tu Teresa le hai mai viste? ( Perdita di tempo, e di soldi!)

    Rispondi
  5. Teresa Paladin
    Teresa Paladin   20 Marzo 2020 at 11:16

    Spero di sì, Livia, perché davvero sarebbe un’ottima opportunità per tante persone (che magari non se lo possono permettere per vari motivi che amano l’arte..

    Rispondi
  6. Teresa Paladin
    Teresa Paladin   20 Marzo 2020 at 11:34

    Personalmente no, Cinzia, preferisco andare al museo per vedere le opere esposte: però le mostre virtuali sono interessanti quando accompagnano l’ illustrazione di un’opera, per anticiparne la visione. Per esempio alla Cappella degli Scrovegni il video sul prima/dopo il restauro era fatto benissimo. In questo momento particolare, però, questi tour virtuali li ho apprezzati tanto e spero che restino in essere anche a fine pandemia, perché l’Arte è un bene per tutti.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.